MA PER QUANTO ANCORA DOBBIAMO PARLARE DI MEDICI NO VAX? – UN DOTTORE DI FERRARA È INDAGATO PER “COLPA MEDICA” E “OMISSIONE DI SOCCORSO” DOPO LA MORTE DI UN PAZIENTE DI 68 ANNI, NO VAX CONVINTO, CHE SI ERA AFFIDATO ALLA TELEMEDICINA: L'UOMO E' DECEDUTO DOPO UN MESE DI AGONIA IN OSPEDALE – E PENSARE CHE IL MEDICO DI REGGIO EMILIA, NELLA PRIMA ONDATA DELLA PANDEMIA, AVEVA LAVORATO COME VOLONTARIO…

-

Condividi questo articolo


Da "www.liberoquotidiano.it"

 

Terapia intensiva 3 Terapia intensiva 3

Indagato a Ferrara per "colpa medica" e "omissione di soccorso": sono le accuse nei confronti di Alberto Dallari, medico di Reggio Emilia che aveva in carico un paziente 68enne non vaccinato e morto di Coronavirus la scorsa settimana. L'uomo si era affidato all'assistenza dell'associazione Ippocrateorg, che da tempo sostiene le cure domiciliari al posto del ricovero in ospedale per i malati di Covid.

medici no vax medici no vax

 

Una via "alternativa" che spesso flirta con le teoria dei no vax e che ha scatenato le polemiche da parte della medicina "ufficiale". Il medico reggiano indagato, durante la prima ondata dalla pandemia, aveva lavorato come volontario. Un dettaglio, questo, che spiega come la situazione sia molto più complicata e "fluida" e non sempre distinguibile in "bianco contro nero" o "bene contro male".

 

coronavirus terapia intensiva coronavirus terapia intensiva

Il 68enne no vax aveva scelto di curarsi con telemedicina e vermifughi. Solo quando la sua condizione clinica è peggiorata fino a diventare drammatica, è stato ricoverato in ospedale dove è spirato dopo un mese di agonia. La sua convinzione era talmente forte che anche una volta trasportato in ospedale aveva provato a firmare le proprie dimissioni, rifiutando le cure per poter tornare a casa. Per questo motivo per lui era stata richiesta anche una consulenza psichiatrica. 

medici no vax medici no vax no vax no vax no vax 3 no vax 3 CORONAVIRUS - OSPEDALE CORONAVIRUS - OSPEDALE CORONAVIRUS - TERAPIA INTENSIVA CORONAVIRUS - TERAPIA INTENSIVA COVID TERAPIA INTENSIVA COVID TERAPIA INTENSIVA

 

Condividi questo articolo

media e tv

DIGERITO IL CASO DELLA PACCA SUL CULO A GRETA BECCAGLIA, E' IL MOMENTO DI FARSI UNA DOMANDA: MA PERCHE' LE GIORNALISTE SPORTIVE SO' TUTTE PIN UP? COSA C'ENTRANO L'AVVENENZA, LA SENSUALITA', LE TETTE RIGONFIE CON L'INFORMAZIONE? - LE BONONE VENGONO "USATE" PER ALZARE L'AUDIENCE E IL LORO CORPO E' UN'ESCA PER TELE-PIPPAROLI - VOLETE FARE UNA BATTAGLIA CONTRO IL MASCHILISMO E IL SESSISMO? IMPEDITE ALLE TV DI SFRUTTARE LA GNOCCA PER FARE ASCOLTI E VEDIAMO QUANTE DI QUESTE ACUTISSIME "GIORNALISTE" RIUSCIRANNO A FARE CARRIERA ALTROVE...

politica

business

LA TIM E’ TUTTA UN QUIZ NEL PENTOLONE BOLLE LA SCELTA DA PARTE DI TIM DEGLI ADVISOR CHE DOVRANNO ESAMINARE L’OFFERTA DI KKR. IL RUOLO DELLA CONSIGLIERA ILARIA ROMAGNOLI, EX ROTHSCHILD. MA DIRANNO LA LORO ANCHE ASSOGESTIONI E SALVATORE ROSSI, EX BANKITALIA, CHE CI TIENE ALLA SUA POLTRONA DI PRESIDENTE (CHE SARÀ SEMPRE DI NOMINA GOVERNATIVA) E SA BENE CHE IL TRIO GIORGETTI, COLAO E FRANCO È FILO AMERICANO. DOPODICHÉ I DUE PIANI INDUSTRIALI DI VIVENDI E KKR, AMBEDUE CON LO SCORPORO TIM SERVIZI E TIM RETE, ANDRANNO ALL’ATTENZIONE DEL GOVERNO – IL DUELLO BOLLORÈ-MACRON – BUM! PARE CHE ILIAD STIA TRATTANDO CON VODAFONE…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute