MENARE LE MANI ERA UN VIZIO PER LA BANDA DEI FRATELLI BIANCHI - UN AMICO DEI PRESUNTI RESPONSABILI DELL'OMICIDIO DI WILLY MONTEIRO DUARTE A COLLEFERRO È STATO CONDANNATO A TRE ANNI PER AVER MASSACRATO DI BOTTE UN RAGAZZO, CON CUI AVEVA UN DEBITO DI 20 EURO PER L'ACQUISTO DI COCAINA - LA VITTIMA: "FANNO I GRANDI IN PAESE, INTIMORISCONO TUTTI. SPADRONEGGIANO MA SOLO CON GENTE COME ME, OSSIA CON I PIÙ DEBOLI..."

-

Condividi questo articolo


Enrico Tata per www.fanpage.it

 

i fratelli bianchi i fratelli bianchi

Un'altra condanna per la banda dei fratelli Bianchi, presunti responsabili dell'omicidio di Willy Monteiro Duarte a Colleferro. Il 21enne Andrea C., amico dei Bianchi, è stato condannato a tre anni di reclusione nell'ambito di una inchiesta su un giro di estorsioni e spaccio di cocaina tra Velletri e Lariano, gestito proprio dalla banda.

 

Il condannato era accusato di essere al centro di questi affari di droga e di aver estorto un debito di 20 euro a un ragazzo di Lariano. La vittima è stata massacrata di botte. "Fanno i grandi in paese, intimoriscono tutti. Spadroneggiano ma solo con gente come me, ossia con i più deboli", ha dichiarato la vittima.

 

WILLY E I FRATELLI BIANCHI WILLY E I FRATELLI BIANCHI

E proprio a causa di questo clima di terrore, probabilmente alcuni dei loro clienti hanno avuto paura a fare i loro nomi e quattro di loro sono finiti indagati con l'accusa di favoreggiamento.

 

fratelli bianchi fratelli bianchi

La banda dei Bianchi al centro di un traffico di droga in zona Castelli Romani

L'indagine è stata coordinata dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Velletri. Il giro di droga era gestito con un linguaggio in codice in cui la sostanza stupefacente veniva di volta in volta chiamata "caffè", "aperitivo, "chiavi".

 

fratelli bianchi 2 fratelli bianchi 2

Ogni volta si decideva luogo, data e orario della consegna e il traffico è andato avanti anche nel periodo del lockdown, sfruttando le poche occasioni per effettuare spostamenti. I clienti erano a conoscenza del fatto che bisognava pagare nei tempi, altrimenti si rischiava di subire minacce e spedizioni punitive.

 

Proprio dall'aggressione al ragazzo di Lariano, infatti, sono partite le indagini. Il suo debito era di venti euro appena per l'acquisto di cocaina. È stato massacrato di botte dal condannato e da un altro ragazzo. I fratelli Bianchi sono accusati di essere i mandanti. Tra l'altro uno dei due indagati avrebbe minacciato la giovane vittima con queste parole: "Sei un infame tu e tuo padre, siete solo dei pezzi di merda… avete torto marcio e andate pure a fa la denuncia infami… morti de fame".

 

i fratelli bianchi a miami i fratelli bianchi a miami

Nell'ordinanza con cui il gip ha disposto le misure cautelari è stato rilevato come i fatti appaiano "chiaramente indicativi di una spiccata capacità delinquenziale e di un'attività posta in essere in modo sistematico". Gli stessi "denotano uno stretto collegamento con ambienti criminali di più alto livello".

i fratelli bianchi la notte dell'omicidio di willy 1 i fratelli bianchi la notte dell'omicidio di willy 1 I FRATELLI BIANCHI I FRATELLI BIANCHI I FRATELLI BIANCHI I FRATELLI BIANCHI i fratelli bianchi la notte dell'omicidio di willy 5 i fratelli bianchi la notte dell'omicidio di willy 5 i fratelli bianchi la notte dell'omicidio di willy 4 i fratelli bianchi la notte dell'omicidio di willy 4 i fratelli bianchi la notte dell'omicidio di willy 3 i fratelli bianchi la notte dell'omicidio di willy 3 foto suv fratelli bianchi foto suv fratelli bianchi i fratelli bianchi la notte dell'omicidio di willy 2 i fratelli bianchi la notte dell'omicidio di willy 2 fratelli bianchi fratelli bianchi

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

BOLLETTINIAMOCI – OGGI 6.619 CASI E 18 DECESSI, CON 247.486 TAMPONI EFFETTUATI. IL TASSO DI POSITIVITÀ RIMANE STABILE AL 2,7% - LE DOSI DI VACCINO SOMMINISTRATE SONO OLTRE 67,5 MILIONI, CON PIÙ DI 31,7 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO RICEVUTO IL RICHIAMO (IL 58,82% DELLA POPOLAZIONE OVER 12) – IL PRESIDENTE DELL'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ BRUSAFERRO SUL POSSIBILE CAMBIO COLORE DELLE REGIONI: “OGGI È DIFFICILE FARE PREVISIONI, LA PROSSIMA SETTIMANA AVREMO UN QUADRO PIÙ DEFINITO”