ORA SI SPIEGA LA CONFUSIONE NEL PD! - RECAPITATO UN PACCO SOSPETTO NELLA SEDE DEL PARTITO DEMOCRATICO A ROMA: DENTRO C'ERA EROINA - L'INVOLUCRO, CHE ERA SENZA MITTENTE, E IL SUO CONTENUTO SONO STATI SEQUESTRATI – BUSTA GIALLA SENZA MITTENTE ANCHE A PALAZZO CHIGI: ANALIZZATA DA VIGILI DEL FUOCO E ARTIFICIERI, CONTENEVA UN LIQUIDO RISULTATO NON PERICOLOSO

-

Condividi questo articolo

eroina 2 eroina 2

(ANSA) - Nel pacco spetto arrivato alla sede del Pd di Roma c'era eroina. E' quanto si apprende da fonti della Questura di Roma dopo le analisi effettuate sulla sostanza rinvenuta in una busta. L'involucro, che era senza mittente, e il suo contenuto sono stati sequestrati. Sul posto è intervenuta anche la Digos.

 

Roma, pacco sospetto a Palazzo Chigi: all'interno liquido non pericoloso

(LaPresse) - Un pacco sospetto è stato recapitato a Palazzo Chigi e analizzato da vigili del fuoco e artificieri.

 

La busta gialla, senza mittente e con un timbro presumibilmente del Galles, era indirizzata alla Presidenza del Consiglio e, secondo quanto si apprende dalla questura di Roma, conteneva un liquido risultato non pericoloso.

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL CORTOMETRAGGIO SPOT SULLA CALABRIA, FIRMATO DA GABRIELE MUCCINO, E’ COSTATO 1,7 MILIONI DI EURO - LA DIFESA DI “LIBERO”: “VIENI FUORI UNA REGIONE PHOTOSHOPPATA. COI CALABRESI IN BRETELLE E COPPOLE A BIGHELLONARE E I VECCHIETTI A GIOCARE A CARTE; SONO CLICHÉ L'ASINELLO NEI CAMPI E LE CLEMENTINE MA PUR SEMPRE DI SPOT SI TRATTA. PER VENDERE UN PRODOTTO BISOGNA UN PO' DEFORMARE LA REALTÀ, A COSTO DI FARNE UNA CARTOLINA: SI VENDE LA CALABRIA CHE VORREMMO, NON QUELLA CHE ABBIAMO”

politica

IL DPCM CHE VERRÀ – BAR E RISTORANTI CHIUSI LA DOMENICA E GIORNI FESTIVI; ORE 18.00 CHIUSURA ALTRI GIORNI; SOSPESI TEATRI E CINEMA; DIDATTICA A DISTANZA SUPERIORE AL 75%; RACCOMANDAZIONE (MA SOLA RACCOMANDAZIONE) SPOSTAMENTO DA PROPRIA RESIDENZA O DOMICILIO SOLO PER MOTIVI DI URGENZA LAVORO E SALUTE; SOSPESI EVENTI E COMPETIZIONI SPORTIVE CHE NON SIANO RICONOSCIUTI DA CONI E FEDERAZIONI... - SE SIAMO ALLA VIGILIA DI UN NUOVO LOCKDOWN LA COLPA È CHE IN ESTATE NESSUNO, NÉ GOVERNO, NÉ REGIONI, HA FATTO NIENTE PER PREVENIRE LA SECONDA ONDATA

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute