"I NERI NON POSSONO ENTRARE" – UN RAGAZZINO DI COLORE, BINIYAM, È STATO TENUTO FUORI DA UN LOCALE PER IL COLORE DELLA SUA PELLE: ERA ANDATO A VEDERE UN CONCERTO DEL RAPPER CAPO PLAZA, A MARIA DI RAVENNA, INSIEME A UN GRUPPO DI AMICI NORDAFRICANI, E NON LI HANNO FATTI ENTRARE – HA CHIAMATO I GENITORI, CHE SONO ARRIVATI SUL POSTO E HANNO FERMATO UNA VOLANTE. LA RISPOSTA DEI POLIZIOTTI: “IL LOCALE PUÒ FARE QUELLO CHE VUOLE

-

Condividi questo articolo


 

 

Da www.lastampa.it

 

denuncia dell associazione mamme per la pelle denuncia dell associazione mamme per la pelle

Sarebbe stato tenuto fuori da un locale perché nero: è la storia raccontata dall'associazione Mamme per la pelle che su Facebook scrive di un ragazzino di 16 anni, Biniyam, che il 12 agosto scorso avrebbe dovuto vedere un concerto del rapper Capo Plaza a Marina di Ravenna ma sarebbe stato lasciato fuori da un locale insieme a un gruppo di ragazzi nordafricani perché neri.

 

«Biniyam ha 16 anni. Non sta più nella pelle, il suo idolo è in concerto vicino casa sua. Ha preso il biglietto mesi prima, sa tutte le canzoni a memoria, si organizza con gli amici, convince mamma e papà ad andare anche se è tardi la sera. Arrivano alle 23.15 al Marinabay, a Marina di Ravenna, ma qualcosa va storto. Entrano tutti i suoi amici (bianchi) e lui resta fuori senza nessuna motivazione» si legge su Facebook.

 

Il ragazzo a questo punto chiama i genitori che si recano sul posto e fermano una volante per raccontare l’accaduto: «Ci spiace signora il locale può fare quello che vuole, è un luogo privato», sono le parole riportate da Mamme per la pelle. E insieme a Biniyam restano fuori anche un gruppo di nordafricani.

 

capo plaza al marina bay marina di ravenna capo plaza al marina bay marina di ravenna

«Faremo un esposto in Procura, l'avvocato Alessandra Ballerini, specializzata in diritti umani e immigrazione, si occuperà di questa vicenda»: è quanto spiega all'Ansa, Gabriella Nobile, fondatrice dell'associazione Mamme per la pelle. Secondo l'associazione sono stati lasciati fuori dal locale altri «due ragazzi di colore e un gruppo di nordafricani».

«Il cantante Capo Plaza – argomenta ancora Nobile – non lo abbiamo sentito, non abbiamo i suoi recapiti. Sono certa che lui non sa assolutamente nulla. Mi piacerebbe molto che prendesse una posizione netta su questa cosa».

capo plaza capo plaza marina bay marina di ravenna marina bay marina di ravenna marina bay marina di ravenna marina bay marina di ravenna

 

Condividi questo articolo

media e tv

“NON FARÒ OMAGGI A RAFFAELLA CARRÀ. PER ME È ANCORA VIVA. AD AGOSTO ERO ALL'ARGENTARIO A CASA SUA A CUCINARE LA PIZZA” – AL VIA I SEI CONCERTI A CIRCO MASSIMO DI RENATO ZERO, DOVE SONO ATTESI OLTRE 100MILA SPETTATORI: “HO VOLUTO STRAFARE. IO NON SONO MAI STATO FAVOREVOLE A QUESTI GIGANTISMI. IN CERTI MOMENTI SAREMO IN CENTO SUL PALCO” – “SUONARE DURANTE LE ELEZIONI NON MI TURBA. PERCHÉ ANCHE IO SONO STATO VOTATO PER QUESTE SERATE AL CIRCO MASSIMO. IL PUBBLICO HA ESPRESSO LA PROPRIA PREFERENZA…”

politica

business

cronache

sport

cafonal

LUCIO FOREVER – ARRIVA A ROMA LA MOSTRA ITINERANTE “LUCIO DALLA. ANCHE SE IL TEMPO PASSA” NEL DECENNALE DELLA SCOMPARSA DEL CANTAUTORE – ESPOSTI APPUNTI, DIARI, CAPPELLI, OCCHIALI, IL MITICO CLARINETTO, POSTER, DISCHI – ALLA PRESENTAZIONE CARLO VERDONE HA RICORDATO L’AMICIZIA NATA CON “BOROTALCO” E RENZO ARBORE HA RACCONTATO DI QUANDO, A 7 ANNI, HA FATTO DA BALIA  A DALLA: “SONO IL PIÙ ANTICO AMICO DI LUCIO. PER ME È STATO IL FIGLIO DELLA SIGNORA MELOTTI, LA MODISTA AMATA DA MIA MADRE...”

viaggi

salute