politica

“PREFERISCO UNA DESTRA GUIDATA DA BERLUSCONI CHE UNA DALLA MELONI” - MATTEO RENZI COME UN’INCUDINE SI INSERISCE NEL DIBATTITO SUL CENTRODESTRA: “ALEJANDRO AGAG PORTÒ BERLUSCONI DENTRO AL PPE: HO SPERATO CHE QUALCUNO FACESSE QUALCOSA DI SIMILE CON SALVINI, NON È AVVENUTO AL MOMENTO. LA MELONI INVECE È ALLEATA DELLA DESTRA PIÙ DURA, IN EUROPA STA CON I POLACCHI CHE SONO CONTRO GLI INTERESSI ITALIANI” - LA REPLICA DI “FRATELLI D’ITALIA: “ZERBINO A PAGAMENTO DELLA TEOCRAZIA SAUDITA”

SILVIO, LASCIA STARE IL COLLE: NON CI ARRIVERAI MAI - "REPUBBLICA": "SE BERLUSCONI DOVESSE DIVENTARE PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SI RITROVEREBBE ANCHE A RICOPRIRE IL RUOLO DI CAPO DEL CSM, A GOVERNARE QUELLA STESSA MAGISTRATURA CONTRO CUI SI È SCAGLIATO PER UN VENTENNIO, ACCUSANDOLA DI USARE LA GIUSTIZIA A FINI POLITICI E DALLA QUALE HA CERCATO DI SFUGGIRE CON TUTTE LE ARMI CHE HA AVUTO A DISPOSIZIONE, COMPRESE LE COSIDDETTE LEGGI AD PERSONAM" - E POI CI HA ANCORA INCHIESTE IN CORSO…

NELLO SCONTRO TRA USA E CINA, IL VATICANO DOVE SI COLLOCA? - PECHINO FA PRESSIONI SUL PAPA AFFINCHE' ROMPA LE RELAZIONI DIPLOMATICHE CON TAIWAN MA ALLA SANTA SEDE NON HANNO L'ANELLO AL NASO: "ABBIAMO SEMPRE RISPOSTO CHE PRIMA LA CINA DEVE PERMETTERCI DI APRIRE UNA NUNZIATURA APOSTOLICA NELLA CAPITALE. SOLO A QUEL PUNTO POTREMO RIVEDERE I NOSTRI RAPPORTI COL GOVERNO DI TAIPEI. SICCOME QUEL PASSO NON È MAI STATO FATTO, LE COSE RIMANGONO COM' ERANO" - I RAPPORTI CON IL CATTOLICO BIDEN E I CONFLITTI SU ABORTO E DONAZIONI 

QUI RADIO WASHINGTON, ITALIA ASCOLTA - IL PRESSING DEGLI STATI UNITI SU GIORGETTI: "DRAGHI RIMANGA A PALAZZO CHIGI" - LA MISSIONE DEL MINISTRO LEGHISTA NEGLI USA E' SERVITA A CONSEGNARE ALLA LEGA I MESSAGGI DELLO ZIO SAM: L'AMERICA PRONTA A INVESTIRE IN ITALIA A CONDIZIONE CHE IL NOSTRO PAESE SI DIMOSTRI AFFIDABILE SU GESTIONE DELLA PANDEMIA, VACCINI E STRATEGIA ATLANTISTA - NON SOLO: GLI AMERICANI CHIEDONO DI SNELLIRE LA BUROCRAZIA, RENDERE PIÙ "ELASTICO" (CIOE' PRECARIO?) IL MONDO DEL LAVORO, GARANTIRE CERTEZZA E RAPIDITÀ DEL DIRITTO…

AL “CAPITONE” STA MANCANDO LA TERRA SOTTO I PIEDI - L’INCAZZATURA ANTI-SALVINISTA CHE SERPEGGIA DENTRO FORZA ITALIA PREOCCUPA IL LEADER DELLA LEGA: SE IL CENTRODESTRA SI DISUNISCE RISCHIA DI NON ESSERE DETERMINATE NELLA PARTITA DEL COLLE E PURE DI PERDERE LE ELEZIONI DEL 2023 - MATTEO HA CHIAMATO BERLUSCONI PROGRAMMANDO UN INCONTRO PER FERMARE LA RIVOLTA, MA I GOVERNISTI DI FORZA ITALIA LO HANNO GIÀ SFANCULATO: “LE RIUNIONI SETTIMANALI? SEDUTE DI PSICOTERAPIA PER LUI E PER LA SUA AUTOCRITICA”

BANANA FOREVER - BERLUSCONI TORNA IN CAMPO, DI NUOVO, E SFERRA QUALCHE MAZZATA ANCHE A SALVINI E MELONI: “LORO COME FEDERATORI DEL CENTRODESTRA? HANNO ENTRAMBI PROFILI FORTEMENTE CARATTERIZZATI. TROVEREMO LA SOLUZIONE MIGLIORE. MA LA NOSTRA PARTE POLITICA DOVRÀ DISTINGUERSI PER EQUILIBRIO E PROPOSTE, NON PER QUESTIONI INTERNE. SAREBBE IRRESPONSABILE INTERROMPERE IL GOVERNO DRAGHI. LA LINEA IN FORZA ITALIA LA DO IO, NON HO SENTITO NESSUNO CONTESTARLA” - E SULL’IPOTESI QUIRINALE…

MAMMA LI TURCHI - ERDOGAN CACCIA DIECI AMBASCIATORI OCCIDENTALI CHE AVEVANO CHIESTO IL RILASCIO DI OSMAN KAVALA, IN CARCERE DA OLTRE QUATTRO ANNI E ACCUSATO DI AVERE AVUTO UN RUOLO DI PRIMO PIANO NEL FALLITO GOLPE DEL 2016: NEL MIRINO DI ANKARA SONO FINITI I DIPLOMATICI DI CANADA, FRANCIA, FINLANDIA, DANIMARCA, GERMANIA, OLANDA, NUOVA ZELANDA, NORVEGIA, SVEZIA E USA. E L’ITALIA? SUL CASO CI PERDE LA FACCIA E NON HA MAI PRESO UNA POSIZIONE. UNA “DISTRAZIONE” DELLA NOSTRA AMBASCIATA CHE…

 

 

 

FARSA ITALIA – NON SAREBBE GIUNTA L’ORA DI FINIRLA CON LA MEGACAZZATA DI BERLUSCONI-QUIRINALE? E’ RISAPUTO DA TUTTI CHE E’ STATO CONDANNATO IN VIA DEFINITIVA SCONTANDO LA PENA AI SERVIZI SOCIALI E HA UN PROCESSO IN CORSO, RUBY-TER, CON OLGETTINE SCATENATE – QUALCHE ANIMA PIA SALVI IL BANANA SBUCCIATO, OSTAGGIO DI LICIA RONZULLI, DA FIGURE DI MERDA: QUANDO A BRUXELLES HA DETTO “GARANTISCO IO PER MELONI E SALVINI”, IL PRESIDENTE DEL PPE WEBER GLI HA RISO IN FACCIA: “GARANTISCI CHI? QUELLI CHE STANNO CON VOX E LE PEN E VOTANO PER IL MURO ANTI-MIGRANTI DEI POLACCHI?”

CHE BEL CLIMA CHE SI RESPIRA NEL CENTRODESTRA – DOPO L’AUDIO DI SALVINI, GIORGIA MELONI SI MORDE LA LINGUA E MINIMIZZA PER NON ROVINARE L'IMMAGINE DI FINTA ARMONIA CONSEGNATA DAL VERTICE DI COALIZIONE A VILLA ZEFFIRELLI: “NON SARÀ CERTO UN AUDIO, PER LO PIÙ RUBATO IN UNA RIUNIONE INTERNA, A FAR LITIGARE LEGA E FRATELLI D'ITALIA” – A PREOCCUPARE LA “DUCETTA” SONO FORZA ITALIA E LA POLEMICA DEI MINISTRI CONTRO LA “DERIVA SOVRANISTA”: LA PROSPETTIVA È DI RITROVARSI ETERNAMENTE ALL’OPPOSIZIONE…

VENTI DI GUERRA SU TAIWAN – DOPO CHE BIDEN HA MOSTRATO I MUSCOLI ALLA CINA, È ARRIVATA IMMEDIATA LA RISPOSTA DI XI JINPING CHE HA FATTO CAPIRE A “SLEEPY JOE” CHE DEVE DARSI UNA CALMATA: “LA CINA DIFENDERÀ LA SOVRANITÀ NAZIONALE E L’INTEGRITÀ TERRITORIALE CON TUTTE LE MISURE ADEGUATE” – E PURE LA CASA BIANCA È CORSA AI RIPARI PER FRENARE L’ARDORE DEL PRESIDENTE: IN SOSTANZA SI VUOLE CONTINUARE CON LA POLITICA AMBIGUA DI ARMARE TAIWAN E MANTENERE CON L'ISOLA RAPPORTI COMMERCIALI MOLTO SERRATI, SENZA SCATENARE UNA GUERRA CON LA CINA…

FUGONE DA “GIUSEPPI” – LA MOSSA DEI CINQUE VICEPRESIDENTI HA TERREMOTATO QUEL CHE RESTA DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE: DEPUTATI E SENATORI SI SENTONO BYPASSATI DA PEPPINIELLO APPULO E IN QUARANTA SONO PRONTI AD ABBANDONARE LA BARCA ALLA DERIVA – L’AVVOCATO PROVA A CONTENERE L’EMORRAGIA PROMETTENDO CHE NON VUOLE ANDARE ALLE URNE, MA I PARLAMENTARI, GIÀ CON LA VALIGIA IN MANO, SONO PRONTI A CONFLUIRE NEL GRUPPO MISTO: CON LA RIELEZIONE CHE È UN TERNO AL LOTTO, ALMENO NON SARANNO PIÙ OBBLIGATI A TAGLIARSI LO STIPENDIO…

I RIFLETTORI FANNO MALE - GRAMELLINI: “IL SALVINI RUBATO È MOLTO MENO MACCHIETTISTICO DI QUELLO CHE OGNI SERA SBRODOLA ELENCHI SURREALI NEI TALK SHOW. QUANDO PARLA SENZA SAPERE CHE LO ASCOLTANO ANCHE I GIORNALISTI, IL CAPO DELLA LEGA NON BLATERA DI MIGRANTI O ALTRI BABAU ACCHIAPPAVOTI, MA RAGIONA DA PROFESSIONISTA LUCIDO E CONCRETO. COME SI SPIEGA QUESTA DIFFERENZA TRA IL SALVINI PUBBLICO E QUELLO PRIVATO? DELLE DUE L'UNA: O L'UOMO SOTTOVALUTA L'INTELLIGENZA DEGLI ITALIANI O SOPRAVVALUTA QUELLA DI…”

SALVINI, ECCO COME RIMETTERCI LE PEN – LA VIDEOCHIAMATA TRA LA LEADER DEL RASSEMBLEMENT NATIONAL E “IL CAPITONE” SCATENA I TWITTAROLI FRANCESI CHE FANNO A FETTINE IL LEADER DELLA LEGA: “È UN GIUDA. STA CON DRAGHI”, “ NON VI SIETE ACCORTI, CHE NON SENTITE PIÙ SALVINI FARE IL SUO CIRCO, DA QUANDO C'È DRAGHI?” – DELLA VIDEOCHIAMATA SARÀ CONTENTO BERLUSCONI CHE DEVE INGOIARE ROSPI FINO ALL’ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PER SFANCULARE I DELIRANTI SOVRANISTI…

LA MERKEL, NELLA SUA INTERVISTA DI COMMIATO ALLA “SÜDDEUTSCHE ZEITUNG”, LODA DRAGHI: “PER L'ITALIA È IL PREMIER GIUSTO AL MOMENTO GIUSTO. STA CERCANDO IMPECCABILMENTE DI USARE I SOLDI IN MODO SENSATO E RESPONSABILE” – “SCHOLZ? DORMO SONNI TRANQUILLI, MA LA GERMANIA NON È PIÙ LA STESSA” – “LE MIE GIACCHE AL MUSEO COME IL CARDIGAN DI KOHL? I MIEI BLAZER DISMESSI VANNO ALLA RACCOLTA DI ABITI USATI” – E PROVA A GLISSARE SULLA CRISI COL MARITO ANTICIPATA DA DAGOSPIA OLTRE UN ANNO FA: “NON PENSO CHE SI PREOCCUPI CHE IO MI AGGIRERÒ TROPPO SPESSO PER CASA…”

IN FONDO A DESTRA, C’È LA ROTTURA – IL CENTRODESTRA MANGERÀ IL PANETTONE, MA SI SPACCHERÀ DURANTE L’ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA: ORA MELONI E SALVINI DEVONO RIPRENDERSI DALLA BATOSTA ELETTORALE E BERLUSCONI MIRA AL QUIRINALE, ANCHE SE SENTE CHE GLI STA MANCANDO LA TERRA SOTTO I PIEDI PROPRIO IN FORZA ITALIA – GLI SCAZZI INTERNI AL PARTITO, BRUNETTA CHE FA L’ENDORSEMENT PER DRAGHI AL COLLE, LA DISPERATA CACCIA AL FEDERATORE DOPO LA BOCCIATURA DEL “CAPITONE” E DELLA “DUCETTA”, RISCHIANO DI…

ZITTI TUTTI, PARLA DRAGHI - A BRUXELLES IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DETTA LA LINEA SULL’IMMIGRAZIONE IN EUROPA CON BUONA PACE DI PACE DI POLONIA, UNGHERIA, AUSTRIA, BULGARIA E PAESI BALTICI (“SIAMO CONTRARI AI MURI”) E SGANCIA UN MANROVESCIO A SALVINI SU QUOTA 100, UNA DELLE MISURE “BANDIERA” DELLA LEGA: “HO SEMPRE DETTO CHE NON CONDIVIDEVO QUOTA 100: HA UNA DURATA TRIENNALE E NON VERRÀ RINNOVATA” – E IL “CAPITONE” SI RITROVA A INGOIARE UN ALTRO AMARO CALICE: “TROVEREMO UNA SOLUZIONE…”