politica

SILVIO BERLUSCONI, PERCHÉ CHIAMARLO ANCORA CAVALIERE? – FRANCESCO MERLO PROPONE L’ANTOLOGIA DI NOMIGNOLI CON CUI APPELLARE IL BANANA: “NANEFROTTOLO, PSICONANO, CAIMANO, CAINANO, SILVIOLO, AL TAPPONE, BELLICAPELLI, BERLOSCO, BERLUSCA, BERLUSCAZ, BURLESQUONI, BUNGAMAN, CAVALIER BANANA, CAVALIERE DEL CIALIS, CAVOLIERE, PAPINO, IL RIFATTO DI DORIAN GRAY, PAPINO IL BREVE, PIRLUSCONI, PSICOPAPI, REO SILVIO, SUA BREVITÀ, SUA EMITTENZA, SUA IMPUNITÀ, TESTA D'ASFALTO, VIAGRASCONI, BERLUSCKAISER, L'UNTO DEL SIGNORE, ER CATRAME, FROTTOLINO AMOROSO…”

E’ TORNATO L’ASILO MARIUCCIA – LITE DA POPPANTI TRA CARLO CALENDA E MATTEO SALVINI – IL “CHURCHILL DEI PARIOLI” SMONTA L’INTENZIONE DI SALVINI DI VOLARE A MOSCA: “PIANTALA DI DIRE CAZZATE, PERCHÉ LA GUERRA È UNA COSA SERIA E DRAMMATICA. QUINDI VAI A BACIARE IL CACIOCAVALLO, SALUTA LE MUCCHE SULLA SPIAGGIA E LASCIA LAVORARE GLI ADULTI” – LA REPLICA DEL LEGHISTA: “CALENDA DICE CHE NEPPURE SU MARTE DAREBBERO INCARICHI DI GOVERNO AL M5S E CHE SAREBBE PREFERIBILE FDI? ALLORA GLI CONSIGLIO DI ANDARE A VIVERE SU MARTE, IN COMPAGNIA DELLA MELONI…”

"L'ALLEANZA M5S-PD NON FUNZIONA E SE A METÀ GIUGNO VERRÀ MESSA LA FIDUCIA SUL DECRETO AIUTI, TORNERÒ A FARE IL SENATORE…" – IL CAPODELEGAZIONE M5S AL GOVERNO E MINISTRO DELL’AGRICOLTURA, STEFANO PATUANELLI, CERTIFICA L’INSOFFERENZA RECIPROCA TRA DEM E GRILLINI: “NON POSSIAMO STARE ASSIEME SOLO NELLA CONVINZIONE CHE NON DEVONO GOVERNARE GLI ALTRI. CI SONO TROPPI SCONTRI. PARTIAMO DAL PROGETTO PER LA SICILIA, NON DAI NOMI – L’INCENERITORE A ROMA? ADESSO È EVIDENTE CHE TUTTE LE CRITICHE CHE VENIVANO FATTE A VIRGINIA RAGGI ERANO ASSOLUTAMENTE STRUMENTALI…”

LA SOLITA “SALVINATA” – PRIMA IPOTIZZA UN VIAGGIO DIPLOMATICO A MOSCA, POI SALVINI E’ COSTRETTO A FARE DIETROFRONT: “NON HO CERTEZZE CHE CI ANDRÒ, CI STIAMO LAVORANDO. E SI VA SE SERVE, CERTEZZE NON CE NE SONO” – NEL FRATTEMPO SI SONO INCAZZATI TUTTI, DALL’IPER-ATLANTISTA GUERINI (“VIAGGIO IMPROBABILE, NO COMMENT”) A ENRICO LETTA (“VUOLE ANDARE DOVE GLI BATTE IL CUORE”) – IL GELO DI DRAGHI CERTIFICATO DALLE VOCI DI PALAZZO CHIGI: “E’ UNA NOTIZIA CHE SI COMMENTA DA SOLA”

SIAMO NEI GUAI: IL DISGELO IN MANO AL "CAPITONE"! – SALVINI “MINACCIA” UN VIAGGIO A MOSCA PER “CONFRONTARSI CON LE ISTITUZIONI RUSSE”: “PUTIN HA APPENA PARLATO CON DRAGHI, E NE SONO STATO FELICE, SE ANDRÒ A MOSCA LO FARÒ SOLO SE UTILE. SE DEVI CHIEDERE UN "CESSATE IL FUOCO", LO CHIEDI INNANZITUTTO A CHI HA COMINCIATO IL CONFLITTO” (E LA DIPLOMAZIA MONDIALE CHE STA FACENDO, SI GRATTA I CABASISI?!) – E’ L’ENNESIMA PIROETTA SENZA SENSO: “QUALORA SI CONCRETIZZASSE, FARÒ TUTTI I PASSAGGI NECESSARI E NE PARLERÒ PRIMA DI TUTTO CON IL PRESIDENTE DRAGHI. OVVIAMENTE MI CONFRONTERÒ ANCHE CON I VERTICI DELLA LEGA” (MATTE’, MA ‘NDO VAI? METTI L’ELMETTO E ASSERRAGLIATI AL DIVANO)

LA VENDETTA DEL CREMLINO SUI CONTI CORRENTI DI INTESA E UNICREDIT - LA BANCA CENTRALE DI MOSCA HA DISPOSTO CHE AZIENDE E CITTADINI ITALIANI NON POTRANNO PRELEVARE FONDI DALLE CONTROLLATE LOCALI DI UNICREDIT E INTESA, NÉ APRIRE NUOVE CONTI. UNA DECISIONE CHE RIGUARDA ANCHE I CONTI ISTITUZIONALI DEI CONSOLATI ITALIANI, CHE NEGLI ULTIMI GIORNI SONO STATI COSTRETTI A SOSPENDERE LA CONCESSIONE DI GRAN PARTE DEI VISTI AI CITTADINI RUSSI – LA MISURA COLPISCE SOLO GLI ITALIANI E NON CITTADINI DI ALTRI PAESI…

"QUANDO SARÒ PRESIDENTE PER LA SECONDA VOLTA, MI OCCUPERÒ DI ELIMINARE IL MALE" - DONALD TRUMP, DI FATTO ANNUNCIA UNA SUA CANDIDATURA ALLE ELEZIONI DEL 2024 (ANCHE SE COMUNQUE DOVRÀ PASSARE PER LE PRIMARIE DEL PARTITO REPUBBLICANO) – IL SUO PROGRAMMA HA IL GRILLETTO PRONTO: NO AL DISARMO DEI CITTADINI E NESSUN DEFINANZIAMENTO ALLA POLIZIA – L’ATTACCO A BIDEN: “SE SIAMO IN GRADO DI INVIARE MILIARDI IN UCRAINA POSSIAMO ANCHE FARE TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO PER METTERE IN SICUREZZA LE SCUOLE”

SANZIONI ALLA CORATELLA: UN PO’ SI, UN PO’ NO - LO STOP ALL’IMPORTAZIONE DI PETROLIO RUSSO ESCLUDEREBBE L'OLEODOTTO “DRUZHBA”, CHE PORTA IN EUROPA 750 MILA BARILI AL GIORNO, PER ANDARE INCONTRO ALL'UNGHERIA - PRIMA DI DARE IL SUO OK ALLE SANZIONI, VIKTOR ORBAN VUOLE AVERE LA GARANZIA DI POTER METTERE LA MANO SUI FONDI “REPOWEREU” (CHE SARANNO DISTRIBUITI ATTRAVERSO IL RECOVERY PLAN), PER RICONVERTIRE LE RAFFINERIE E PER PROLUNGARE L'OLEODOTTO CHE ARRIVA DALLA CROAZIA: IL PROBLEMA È CHE IL PIANO UNGHERESE NON È STATO ANCORA APPROVATO A CAUSA DELLO SCONTRO SULLO STATO DI DIRITTO…

MOVIMENTO CINQUE SCISSIONI – MICHELE SERRA: “È QUASI IMPOSSIBILE TROVARE UNA MOTIVAZIONE ‘POLITICA’ DELL’ADDIO DI DINO GIARRUSSO AL MOVIMENTO, O A CIÒ CHE NE RESTA. SI IMMAGINANO L'AMAREZZA, L'ANIMOSITÀ, LE NOTTI INSONNI. TUTTO MOLTO RISPETTABILE. MA QUALCUNO SAPREBBE DARE UNA LETTURA POLITICA DELLA MEZZA DOZZINA DI SCISSIONI IN CORSO TRA I GRILLINI?” – SEBASTIANO MESSINA: “GIARRUSSO FONDERÀ UN MOVIMENTO DI EX GRILLINI: SARÀ IL DODICESIMO. PERÒ LUI LO FARÀ ‘CON I CITTADINI’. NON CON LE CAPRE, GLI ELEFANTI MARINI O I MUFLONI. NO, NO: CON I CITTADINI. CONTA SUL FATTORE SORPRESA…”

DALL’ALTO DEL SUO 22,3%, È LA MELONI CHE DÀ LE CARTE E SALVINI E BERLUSCONI FINISCONO AL MURO - LA PROPOSTA DELLA DUCETTA: UN NUOVO CONTRATTO DI GOVERNO CHE VENGA FIRMATO PUBBLICAMENTE DAI LEADER: E DENTRO DEVE STARCI IL PATTO ANTI-INCIUCIO - SALVINI RISPONDE: “IL PARTITO CHE RISULTA VINCITORE INDICA IL CANDIDATO PREMIER”. MA PER SUPERARE “LA PICCOLA FIAMMIFERARIA” DELLA GARBATELLA, IL LEADER DEL PAPEETE DEVE CONVINCERE METÀ FORZA ITALIA A SCIOGLIERSI NELLA LEGA – NEL FRATTEMPO, SE ALLE AMMINISTRATIVE IL CARROCCIO DOVESSE PERDERE ALTRI PUNTI (È AL 15%), SCATTEREBBE LA FESTA PER SALVINI...

 

COSA ACCADREBBE SE L'UCRAINA CHIEDESSE LA PACE IN CAMBIO DEI TERRITORI CHE PUTIN HA GIÀ STRAPPATO CON LA FORZA? - L’IPOTESI DI FUBINI: “PUTIN HA SEMPRE DETTO CHE: 1) NON RICONOSCE IL DIRITTO ALL'ESISTENZA DI UN'UCRAINA INDIPENDENTE 2) VUOLE UN GOVERNO-FANTOCCIO A KIEV 3) VUOLE UN'UCRAINA INCAPACE DI DIFENDERSI ("DEMILITARIZZAZIONE") 4) NON RICONOSCE IL DIRITTO DI POLONIA E PAESI BALTICI DI FAR PARTE DELLA NATO. NESSUNO DI QUESTI 4 PROBLEMI SAREBBE RISOLTO DA UNA PRESUNTA "PACE" CON CESSIONE DI DONBASS E MARIUPOL. L'UCRAINA SAREBBE SOLO PIÙ FRAGILE, POVERA, DESTABILIZZATA E PUTIN CONCLUDEREBBE CHE AGGREDIRE FUNZIONA…”

COME DAGO-RIVELATO, BEPPE GRILLO È FORTEMENTE CONTRARIO ALL’INSERIMENTO DEL NOME DI CONTE SUL SIMBOLO DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE – LA GENIALATA ERA PARTITA DALLA FERVIDA MENTE DI CASALINO, MA BEPPE-MAO NON CI PENSA NEMMENO: “IL M5S NON PUÒ DIVENTARE UN PARTITO PERSONALE. SAREBBE UN TRADIMENTO DELLA NOSTRA STORIA” – E SICCOME IL PROPRIETARIO DEL MARCHIO, COME HA STABILITO IL TRIBUNALE DI GENOVA NEL 2019, È IL PARA-GURU, TANTI SALUTI A PEPPINIELLO E AL SUO “RE-BRANDING”

“DOBBIAMO CONSUMARE MENO” - ECCOLO IL CETRIOLO PARTITO DALL’UCRAINA CHE ARRIVA NELLE VOSTRE CASE - LO LUCIDA BEN BENE IL VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE, FRANS TIMMERMANS: “UN GRADO IN MENO DI TEMPERATURA NELLE CASE DI 450 MILIONI DI FAMIGLIE EUROPEE VALE 10 MILIARDI DI METRI CUBI DI GAS - L’ENERGIA NUCLEARE? UNA CENTRALE COSTA MOLTO E RICHIEDE TEMPI LUNGHI PER LA COSTRUZIONE. BISOGNA RAGIONARE SUI NUMERI A LUNGO TERMINE, TEMPI, COSTI E SULLA CERTEZZA DI AVERE L'URANIO CHE OCCORRE. LA SCELTA RAZIONALE È CHIEDERSI SE NE VALE LA PENA. SPESSO LA RISPOSTA SARÀ NO”

SCUDOCROCIATO, TRESSETTE E “RAGIONAMENDI” – CECCARELLI E GLI ANNI D’ORO DEL "CIRIACOSAURO" DE MITA: LE GUERRE A CRAXI, IL RAPPORTO CON SCALFARI E NAPOLI CONDANNATA A ESSERE “AVELLINO MARITTIMA” – “SI POTEVA PERMETTERE UNA CERTA QUOTA DI BORIA PERCHÉ FU L'ULTIMO GRANDE LEADER INTELLETTUALE. DE MITA RIDIEDE CUORE, SENSO, GRINTA E SMALTO A UNA DC CHE SENZA MORO AVEVA PERSO L'ANIMA" - EBBE CAUSE GIUDIZIARIE CON MONTANELLI E CON I COMUNISTI (" SI È ARRICCHITO COL TERREMOTO"). FU SBEFFEGGIATO PER LA PRONUNCIA, PER L'ATTENZIONE ALLA PROPRIA TERRA MA...

“IL GOVERNO DELLA GEORGIA RITIENE CHE PUTIN ABBIA PROMESSO A BERLUSCONI UNA PERCENTUALE DEI PROFITTI” – NEGLI ANNI 2008-2010 L’AMMINISTRAZIONE AMERICANA AVEVA MESSO NEL MIRINO IL RAPPORTO TRA IL “BANANA” E VLAD – IL DIPARTIMENTO DI STATO, ALLORA GUIDATO DA HILLARY CLINTON, ERA CONVINTO CHE IL RAPPORTO NON FOSSE SOLO DI AMICIZIA, MA ANCHE DI AFFARI: “QUALI INVESTIMENTI PERSONALI HANNO, CHE POSSONO GUIDARE LE LORO SCELTE IN POLITICA ESTERA?” – I CONTRATTI ENI-GAZPROM, LO SBARCO DEI FILM FININVEST A MOSCA IN ERA SOVIETICA E LE CENE CON ABRAMOVICH: LA RUSSIA CONNECTION DI SILVIO

 

“EHI, NON È CHE SIAMO NEL 1987, VERO? SENNÒ QUEST’ANNO HO LA MATURITÀ” – MATTIA FELTRI METTE IN FILA TUTTE LE NOTIZIE DI QUESTI GIORNI CHE CI RIPORTANO INDIETRO DI (ALMENO) 20 ANNI: “BERLUSCONI ANNUNCIA IL RITORNO IN CAMPO PERCHÉ SONO TORNATI I COMUNISTI, MENTRE CANTA MALAFEMMENA. LA PROCURA DI MILANO NE CHIEDE LA CONDANNA PER LA STORIA DELLE OLGETTINE. INTANTO IN SICILIA SI INDAGA SU FORZA ITALIA A PROPOSITO DELLE STRAGI DI MAFIA. E PARE CHE SALVINI PER RESTITUIRE SLANCIO ALLA LEGA ABBIA INTENZIONE DI CANDIDARE GIANFRANCO FINI” (QUESTA SAPPIAMO DOVE L’HA LETTA: SU DAGOSPIA!)

“BLINKEN CI DIFFAMA” – IL DISCORSO DEL SEGRETARIO DI STATO AMERICANO SULLE POLITICHE USA VERSO LA CINA SCATENA LA REAZIONE DI PECHINO: “LE SUE PAROLE MOSTRANO IL DESIDERIO DEGLI USA DI FERMARE LO SVILUPPO DELLA CINA” – AL DI LÀ DEL PASSAGGIO SCONTATO SU TAIWAN, C’È UNA PARTE DEL DISCORSO CHE HA FATTO INFURIARE IL DRAGONE: “LA CINA È VUOLE RIDISEGNARE L’ORDINE INTERNAZIONALE, SOTTO IL PRESIDENTE XI JINPING, IL PARTITO COMUNISTA CINESE È DIVENTATO PIÙ REPRESSIVO IN CASA E PIÙ AGGRESSIVO ALL’ESTERO”

ANCHE GLI AMERICANI HANNO CAPITO CHE L'UCRAINA DEVE ACCETTARE UN COMPROMESSO CON PUTIN - LO HA DETTO KISSINGER E LO RIPETE ANCHE L'AMMIRAGLIO JAMES STAVRIDIS, EX COMANDANTE SUPREMO DELLE FORZE NATO DAL 2009 AL 2013: “È ARRIVATO IL MOMENTO DI CERCARE UNA VIA D'USCITA” - IL “NEW YORK TIMES”, CHE HA APPOGGIATO LA GUERRA, ORA SPINGE PER EVITARE UNO SCONTRO USA-RUSSIA: “ANCHE SE UNA PACE NEGOZIATA POTREBBE RICHIEDERE ALL'UCRAINA DI PRENDERE ALCUNE DECISIONI DIFFICILI” - PER AVRIL HAINES, DIRETTORE DELL'INTELLIGENCE USA, IL CONFLITTO “POTREBBE PRENDERE UNA TRAIETTORIA PIÙ IMPREVEDIBILE E POTENZIALMENTE PORTARE A UNA ESCALATION”

“DE MITA ERA COLTISSIMO. GLI VENIVA CONTESTATA LA PRONUNCIA. FORSE GLI DAVA FASTIDIO, MA NON LO HA MAI AMMESSO” - L’ALLIEVO MASTELLA RICORDOA IL MAESTRO CIRIACO: “LO CHIAMAVANO "COMUNISTELLO DI SACRESTIA". LUI E CRAXI IN PUBBLICO SI COMBATTEVANO, MA OGNI TANTO SI APPARTAVANO SENZA CHE NESSUNO SAPESSE DOVE FOSSERO. ANDAVANO IN UN CONVENTO DI SUORE SULL'APPIA ANTICA. TRA DI LORO C'ERA UN RICONOSCIMENTO RECIPROCO DI INTELLIGENZA - PER LUI LA POLITICA ERA DOVERE DI PENSARE ALLA PROPRIA COMUNITÀ. ERA CONVINTO CHE MERITAVA DI ESSERE AIUTATO IL FIGLIO DI UN CONTADINO CHE AVEVA FATTO SACRIFICI E NON TROVAVA LAVORO. CLIENTELISMO? ERA GIUSTO COSÌ…”

ONOREFICENZE UN CAZZO - SERGIO MATTARELLA HA REVOCATO PER "INDEGNITÀ" LA NOMINA A CAVALIERE DEL PREMIER RUSSO MIKHAIL VLADIMIROVICH MISHUSTIN: E' IL PRIMO PROVVEDIMENTO DEL GENERE DALL'INIZIO DELLA GUERRA - LO HA STABILITO IL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PUBBLICATO SULLA GAZZETTA UFFICIALE, SU PROPOSTA DEL MINISTRO DEGLI ESTERI LUIGINO DI MAIO - RITIRATI I RICONOSCIMENTI ANCHE AL MINISTRO DELL’INDUSTRIA MANTUROV, AL SEGRETARIO DI STATO EVTUKHOV E AL PRESIDENTE DELLA BANCA VTB KOSTIN...

"MILIARDARI NAZISTI - L'ORRIBILE STORIA DELLE DINASTIE PIÙ RICCHE DELLA GERMANIA" - UN LIBRO-CHOC RIVELA COME LE PIÙ GRANDI AZIENDE TEDESCHE DI OGGI (VOLKSWAGEN, BMW, PORSCHE, ALLIANZ, ETC.) DIVENNERO RICCHE SOSTENENDO IL REGIME DI ADOLF HITLER. MICA COME "PATRIOTI TEDESCHI" MA COME MEMBRI ATTIVI DEL PARTITO NAZISTA E PERSINO DELLE SS - MAGNATI CHE NON FURONO MAI PUNITI E LA CUI ORRIBILE EREDITÀ CONTINUA A ESSERE TACIUTA – PARTE DELLA COLPA VA A GRAN BRETAGNA, STATI UNITI E FRANCIA CHE PER CONTRASTARE LA "MINACCIA INCOMBENTE DEL COMUNISMO", RESTITUIRONO LA LIBERTÀ ALLA MAGGIOR PARTE DEI "NAZI-MILIARDARI’’

TUTTI GLI SCAZZI DI DE MITA - LO STORICO DEMOCRISTO IRPINO  AVEVA LA FRECCIATA VELENOSA FACILE: "AGNELLI? UN MERCANTE MODERNO, CON POCHE IDEE E TANTI INTERESSI PARTICOLARI" (E L'AVVOCATO LO LIQUIDO' COME "UN INTELLETTUALE DEL MEZZOGIORNO, TIPICO DELLA MAGNA GRECIA" - MENTRE SU CRAXI DISSE "MI HA FREGATO UNA VOLTA, LA SECONDA SI È FREGATO DA SOLO" - L'AMORE-ODIO CON DE LUCA E LE RANDELLATE SUI DUE MATTEI: "RENZI HA OPINIONI INSOPPORTABILI E UN ELOQUIO SENZA SENSO. SALVINI EMETTE SUONI, NON PARLA" - VIDEO

SONO LONTANI I TEMPI IN CUI LAVROV SI FACEVA FOTOGRAFARE CON IL LIBRO DI LUIGINO! – IL MINISTRO DEGLI ESTERI RUSSO SPERNACCHIA DI MAIO PER IL PIANO DI PACE ITALIANO: “I POLITICI SERI CHE VOGLIONO OTTENERE RISULTATI E NON SONO IMPEGNATI NELL'AUTOPROMOZIONE DI FRONTE AL LORO ELETTORATO, NON POSSONO PROPORRE QUESTO GENERE DI COSE" – “SECONDO IL SIGNOR LUIGI DI MAIO QUESTA INIZIATIVA ITALIANA POTREBBE 'NON SOLO ADATTARSI A RUSSIA E UCRAINA, MA ANCHE FORNIRE QUASI UN NUOVO PROCESSO DI HELSINKI. NON SO SE SIA VERO O NO, A CHI LO HA MOSTRATO. NESSUNO CI HA DATO NIENTE…”

“LA SOLUZIONE PIÙ COMODA PER MOLTI, SOPRATTUTTO PD E FRATELLI D’ITALIA È IL FALLIMENTO DEI REFERENDUM” - SORGI: “PER LETTA E MELONI CI SAREBBE L'IMBARAZZO DI ARRIVARE DI FRONTE A UNA POSSIBILE VITTORIA DEI “SÌ” INSIEME CON SALVINI, CHE NE RIVENDICHEREBBE IL MAGGIOR MERITO. TROVARSI A FESTEGGIARE CON L'AVVERSARIO O L'ALLEATO SCOMODO DI TUTTI I GIORNI, CON IL QUALE CI SI CONTENDONO LE AMMINISTRAZIONI DELLE CITTÀ, NON SAREBBE AFFATTO FACILE. MEGLIO ACCUCCIARSI ALL'OMBRA DELL'ASTENSIONISMO…”