politica

FLASH! – IL “CUCÙ” DI SEBASTIANO MESSINA: “NON SI È LEVATA LA SOLITA PROTESTA CONTRO LA CASTA, ALLA NOTIZIA CHE CON UNA ‘MERA RIMODULAZIONE’ AI DEPUTATI È STATO RADDOPPIATO A 5.500 EURO IL FONDO PER COMPRARSI UNO SMARTPHONE, UN TABLET O UN PC (DEI QUALI EVIDENTEMENTE SONO SPROVVISTI). FORSE PERCHÉ I TRE QUESTORI CHE L'HANNO DECISO SONO UNO DELLA LEGA, UNO DI FRATELLI D'ITALIA E UNO DEL M5S, QUEI TRE PARTITI CHE HANNO CAVALCATO LA TIGRE DELL'ANTIPOLITICA. ADESSO LA CASTA È DIVENTATA BUONA E LA TIGRE È MORTA…”

IL TRUCCHETTO DELL’OPPOSIZIONE PER FREGARE IL GOVERNO: SPINGERLO A USARE IL MES PER FARLO COMMISSARIARE DA BRUXELLES C’E’ LA POSSIBILITÀ DI ACCEDERE A RISORSE PER 37 MILIARDI DI EURO MA L'ITALIA NON HA RATIFICATO LA RIFORMA DEL TRATTATO ISTITUTIVO DEL MECCANISMO EUROPEO DI STABILITA’ – PER IL MINISTRO DELL’ECONOMIA GIORGETTI E’ UNO STRUMENTO “OBSOLETO”, CHE SI PRESTA AL SOSPETTO DI SERVIRE PER  “ISOLARE E RICATTARE L'ITALIA” - IN PASSATO A PRONUNCIARSI CONTRO IL MES SONO STATI ANCHE SALVINI E MELONI: “È IL FONDO AMMAZZA STATI”

C’E’ SEMPRE LO ZAMPINO DI MATTARELLA – IL GOVERNO, DIETRO SUGGERIMENTO DEL QUIRINALE, HA DECISO DI NON RICORRERE A UN EMENDAMENTO, MA A UN NUOVO DECRETO A PARTE, PER OTTENERE L’OK A UN NUOVO INVIO DI ARMI IN UCRAINA – SORGI: “SE NON CI FOSSE STATO IL DIETROFRONT, LA DISCUSSIONE SI SAREBBE INTRECCIATA IN AULA A QUELLA SUL COMMISSARIO ALLA SANITÀ IN CALABRIA, TITOLO NUMERO UNO DEL DECRETO AL QUALE SAREBBERO STATE AGGIUNTE LE ARMI PER KIEV. UN PASTICCIO” – IL CAMBIAMENTO DI ROTTA E' SERVITO A EVITARE GLI ERRORI NEL TESTO SUL RAVE PARTY E IN QUELLO SUL TETTO AL CONTANTE, STRALCIATO DA UN DECRETO, PERCHÉ NON C'ERA URGENZA A GIUSTIFICARLO, E FINITO IN MANOVRA…

“PER LA MIA CONTRARIETÀ A QUEL CONDONO, SONO STATO ESPULSO” – L’EX SENATORE GRILLINO GREGORIO DE FALCO (QUELLO CHE DISSE "SALGA A BORDO CAZZO" A SCHETTINO) MENA SU CONTE E DI MAIO PER LA SANATORIA PER ISCHIA DEL 2018: “MI CACCIARONO DAL M5S CON LA MOTIVAZIONE DI NON AVER SOSTENUTO IL GOVERNO E POI DAL GRUPPO PARLAMENTARE SU INDICAZIONE DI UN MINISTRO, IL CAPO DEL M5S LUIGI DI MAIO” – “LE CASE, ANCORCHÉ ABUSIVE, NON HANNO PRODOTTO LA FRANA. MA IL FATTO CHE FOSSERO LÌ È STATA UNA CONCAUSA DELLA TRAGEDIA…”

CI HANNO PRESO PER IL CAIRO – “LA STAMPA” ATTACCA GIORGIA MELONI DOPO IL RINVIO DI TRE MESI DEL PROCESSO A PATRICK ZAKI, IN EGITTO: “LA ‘FORTE ATTENZIONE’ SUL SUO CASO E SU QUELLO REGENI, MANIFESTATA DALLA PREMIER ITALIANA GIORGIA MELONI AL PRESIDENTE EGIZIANO ABD AL-FATTAH AL-SISI DURANTE L'ULTIMO COP27 NON SI È TRADOTTA IN NULLA. COME SE QUELLO TRA MELONI E AL SISI FOSSE STATO PIÙ CHE UN PRIMO TENTATIVO DI DISGELO UNA VERA E PROPRIA NORMALIZZAZIONE TRA DUE PAESI STANCHI DI SACRIFICARE GLI INTERESSI ECONOMICI E COMMERCIALI SULL'ALTARE DEI DIRITTI UMANI…”

IL DESTINO DEL TERZO POLO? DIPENDE DAGLI ERRORI DEL CENTRODESTRA E DEL PD – PANEBIANCO: “CRISI ECONOMICA, DIFFICOLTA’ A GESTIRE I FONDI PNRR E CONFLITTUALITÀ NELLA COALIZIONE POSSONO USURARE IL CAPITALE DI FIDUCIA DEL GOVERNO. SE CIÒ AVVENISSE, IL TERZO POLO POTREBBE INTERCETTARE UNA PARTE DEI DELUSI DELLA DESTRA. E SE IL PD SEGUISSE LE INDICAZIONI DI D'ALEMA, BETTINI, ORLANDO E SI ALLEASSE CON I 5 STELLE A QUEL PUNTO SAREBBE PER IL TERZO POLO UNA BENEDIZIONE. GLI SI SPALANCHEREBBERO DAVANTI VASTE PRATERIE ELETTORALI…”

“È CONTRO SE STESSO CHE XI JINPING DEVE COMBATTERE SE VUOLE CORREGGERE GLI ERRORI CHE HA ACCUMULATO” – RAMPINI: “IL REGIME CHE HA MENTITO AL MONDO INTERO SULLE ORIGINI DELLA PANDEMIA, HA MENTITO ANCHE A SE STESSO. XI HA DESCRITTO LA POLITICA ‘ZERO COVID’ COME UN TRIONFO IN CONTRASTO CON LA DÉBÂCLE DELL'OCCIDENTE. SI È INFILATO IN UN VICOLO CIECO PERCHÉ ‘ZERO COVID’ IMPLICA LA PARALISI PROLUNGATA, A COLPI DI LOCKDOWN. SE DOVESSE RILASSARE QUELLA STRATEGIA, COSA SI PUÒ ASPETTARE? IL COVID HA FATTO UN MILIONE DI MORTI NEGLI STATI UNITI, PER PROPORZIONE DEMOGRAFICA DOVREBBE FARNE QUATTRO MILIONI IN CINA. MA LE PROPORZIONI NON REGGONO PERCHÉ LA CINA HA OSPEDALI PIÙ ARRETRATI E VACCINI MENO EFFICACI”

CHIAMATA PERSA PER TIM – ORA CHE L’OFFERTA DI CDP SULLA RETE È CARTA STRACCIA, CHE SUCCEDERÀ ALL’EX TELECOM? PER ORA C’È GRANDE CONFUSIONE, MA BISOGNA FARE PRESTO. SULL’AZIENDA GRAVANO 25 MILIARDI DI DEBITO E LE AGENZIE DI RATING SONO PRONTE AD ABBASSARE IL LORO GIUDIZIO – LE IPOTESI: TROVARE UN ALTRO SOCIO PUBBLICO, O PROCEDERE CON UNO SPIN-OFF DELLA RETE ATTRAVERSO UNA SCISSIONE PROPORZIONALE DEL TITOLO, CON L'OBIETTIVO DI FAR SALIRE  LA CASSA NELL’INFRASTRUTTURA AL 30% (MODELLO TERNA)

CHE FARÀ GIORGIA MELONI? DIFENDERÀ ANCORA L’AMICO ORBAN O SI ALLINEERÀ AI PAESI CHE RISPETTANO LO STATO DI DIRITTO? – LA COMMISSIONE EUROPEA HA APPROVATO IL CONGELAMENTO DEL 65% DEI FONDI DI COESIONE PER L’UNGHERIA, ORA SARÀ IL CONSIGLIO UE, CIOÈ AI CAPI DI STATO E DI GOVERNO, A DOVERSI ESPRIMERE. LA DUCETTA POTREBBE OPPORSI E METTERE IL VETO, VISTA LA STORICA AMICIZIA CON IL “VIKTATOR” UNGHERESE. MA A QUEL PUNTO, L’ITALIA SAREBBE CONSIDERATA UFFICIALMENTE UN PAESE “EURO-APPESTATO”

IL PARACULISMO DEI BUONI - MICHELA MURGIA CRITICA GIORGIA MELONI PERCHÉ NON RITIRA LA QUERELA CONTRO SAVIANO USANDO UN ARGOMENTO GIUSTO (“NON ESISTE UNO STRUMENTO CHE POSSA IMPEDIRE A UN POLITICO DI USARE LE QUERELE PER INTIMIDIRE CHI LO CRITICA”) MA SOLO PER DIFENDERE UN SUO AMICO – LA SCRITTRICE NON HA SPESO MEZZA PAROLA PER FARE SCUDO AI GIORNALISTI CHE SONO STATI QUERELATI IN MODO INTIMIDATORIO DAL POLITICO DI TURNO (E MAGARI CONDANNATI PER FANTASIOSE INTERPRETAZIONI DI UN GIUDICE)

“LO SAPEVANO TUTTI, ANCHE SOUMAHORO” – UN EX DIPENDENTE DELLA COOPERATIVA DELLA SUOCERA DEL DEPUTATO CON GLI STIVALI: “VENIVA A PORTARE LA SPESA PER I RAGAZZI MINORENNI CHE ERANO TRATTATI MALE, SPESSO NON GLI DAVANO LA COLAZIONE, POCO CIBO ED ERANO COSTRETTI A LAVORARE FUORI E NON ANDARE A SCUOLA PERCHÉ GLI TOGLIEVANO ANCHE IL POKET MONEY” – INTANTO NON TORNANO I CONTI SUL VILLINO A DUE PIANI CON TAVERNA VICINO AL MARE DI ROMA: L’HA COMPRATA PER 360MILA EURO, CON UNO SCONTO DEL 30%. OLTRE ALL’OTTIMO PREZZO, C’È UNA CURIOSITÀ LEGATA AL ROGITO: NEL PRELIMINARE ERA INTERVENUTA SOLO LA COMPAGNA, LILIANE MUREKATETE, MENTRE ALL’ATTO DEFINITIVO…

ECCO SERVITA LA PROPAGANDA RUSSA – QUEL FIGLIO DI PUTIN DI RAZOV, AMBASCIATORE DI MOSCA IN ITALIA, PUBBLICA UNA FOTO DI UN MEZZO BLINDATO (SPACCIATO PER UNO DONATO DALL’ITALIA A KIEV) COLPITO DA UN ORDIGNO E PROVOCA: “TUTTI I CONTRIBUENTI ITALIANI SONO FELICI CON TALE DESTINAZIONE DEI LORO SOLDI?” - MA LA SUA È UNA FAKE NEWS: QUEL BLINDATO NON È UN “LINCE” DONATO DALL'ITALIA MA È UN ALTRO MODELLO ACQUISTATO DALL’ESERCITO UCRAINO NEL NOSTRO PAESE – LE RISPOSTE AL TWEET: “CHISSÀ SE I RUSSI SONO CONTENTI DI COME STIATE SPENDENDO LE VITE DEI VOSTRI GIOVANI SOLDATI

QUANDO SEMBRAVA FATTA PER GUERINI, ARRIVA UN NUOVO STOP PER IL VERTICE DEL COPASIR! IMPASSE PD-5S: È STATA RINVIATA LA PRIMA SEDUTA DEL COMITATO PARLAMENTEARE PER I SERVIZI, CONVOCATA PER OGGI POMERIGGIO. I GRILLINI HANNO CHIESTO PIÙ TEMPO, PER GIOCARE IN CONTEMPORANEA LA PARTITA PER LA PRESIDENZA DELLA VIGILANZA RAI DOVE CONTE VORREBBE PIAZZARE, CON I VOTI DEL PD, RICCARDO RICCIARDI. MA I CINQUE STELLE TEMONO IL BLITZ DI RENZI E CALENDA CHE VORREBBERO QUELLA POLTRONA PER LA BOSCHI

“ORLANDO È IL CANDIDATO PIÙ AUTOREVOLE, MA LE PROPOSTE DEL SINDACO DI PESARO RICCI MI SEMBRANO LE PIÙ CONVINCENTI” – LA MOSSA DI BETTINI IN VISTA DEL CONGRESSO DEM – IL NIET ALL’APPOGGIO ALLA CANDIDATURA DI LETIZIA MORATTI: “NON SI PUÒ COMBATTERE LA DESTRA, DIVENTANDO DI DESTRA”. E CONTE, ALLORA, PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI DECRETI SICUREZZA? “CONTE HA FATTO UNA SCELTA NETTA E RISCHIOSA QUANDO HA ROTTO IL RAPPORTO CON SALVINI” - SOUMAHORO? SI DEVE RIFLETTERE SU COME VENGONO CERTE VOLTE INCORAGGIATE ED ESALTATE FIGURE DI CUI SI CONOSCE POCO”

ALTRO CHE CIOCCOLATINI - MATTEO RENZI HA SEMPRE DETTO CHE INCONTRO' MARCO MANCINI ALL'AUTOGRILL DI FIANO ROMANO PERCHÉ LO 007 DOVEVA PORTARGLI I "BABBI" DI CIOCCOLATO. MA GIOVEDÌ SCORSO, A TORINO, HA CAMBIATO VERSIONE: "SONO MOMENTI DELICATI, C'È LA CRISI DEL GOVERNO CONTE, IO DICO ALL'AGENTE DEI SERVIZI: O CONTE CAMBIA O VA A CASA..." - PRIMO: PERCHE' A MANCINI, SOTTOPOSTO DEL CAPO DEL DIS VECCHIONE, STA TANTO A CUORE IL GOVERNO DI CONTE? SECONDO: PERCHÉ RENZI PARLA CON LO SPIONE DELLA EVENTUALE CADUTA DEL GOVERNO? - L’AVVOCATO DELLA PROFESSORESSA, INDAGATA PER AVER RIPRESO L’INCONTRO TRA I DUE, POTREBBE CHIEDERE UN CONFRONTO TRA LA SUA ASSISTITA E MATTEUCCIO - VIDEO DI RENZI A “REPORT” DEL 3 MAGGIO 2021: “MI DOVEVA PORTARE I BABBI CHE SONO UN BELLISSIMO WAFER ROMAGNOLO CHE IL DOTTOR MANCINI MI MANDA TUTTI GLI ANNI E CHE IO MANGIO IN MODO VORACE...”

CROLLA IL CASTELLO DI CARTA DI SOUMAHORO – INTERROGATO DA CORRADO FORMIGLI SU COME AVESSE CAMPATO E OTTENUTO UN MUTUO PER LA CASA PRIMA DI ENTRARE IN PARLAMENTO, L'EX SINDACALISTA DEI BRACCIANTI HA RISPOSTO: “IO HO SCRITTO UN LIBRO” – MA IL SAGGIO IN QUESTIONE, “UMANITÀ IN RIVOLTA", USCITO NEL 2019 CON UN PREZZO DI COPERTINA DI 13 EURO, HA VENDUTO IN 3 ANNI 9MILA COPIE. CONSIDERANDO CHE ALL'AUTORE SARÀ ANDATO AL MASSIMO IL 10% DEGLI INCASSI… – IL VIDEO DI “STRISCIA LA NOTIZIA”

DRAGHICIDIO! IN UN LIBRO DI LUCIA ANNUNZIATA UNO STRETTO COLLABORATORE DEL PREMIER RICOSTRUISCE LA MANCATA ELEZIONE DI MARIOPIO AL COLLE – L’ASSE CONTE-SALVINI PER LA BELLONI, IL COMITATO RENZI-FRANCESCHINI PER CASINI (“QUELLO ERA IL COMMISSARIAMENTO DI DRAGHI. ERA LA VECCHIA POLITICA, LA PRIMA REPUBBLICA”), GIANNI LETTA CHE NON TOCCAVA PALLA E IL NIPOTE ENRICO: “TUTTI I NOMI CHE USCIVANO, LUI DICEVA DI SÌ” – L’USCITA DI SCENA DA PALAZZO CHIGI - "DRAGHI NON VOLEVA ESSERE LOGORATO E INTESTARSI UNA SCONFITTA SUL PNRR. I GRUPPI DIRIGENTI NON SOPPORTANO DI NON POTER GESTIRE NOMINE E POLTRONE”

NON DITE A LANDINI CHE SE SI CANDIDA ALLA SEGRETERIA DEL PD VINCE IN CARROZZA – LO ZAR DI CGIL, CHE LA SINISTRA DEM VORREBBE AL VERTICE DEL PD, DICE CHE LA MANOVRA DEL GOVERNO PREMIA GLI EVASORI E PREPARA LA MOBILITAZIONE DI PIAZZA GIOCANDO DI SPONDA CON CONTE CHE TUONA CONTRO LE MODIFICHE DEL REDDITO DI CITTADINANZA - IL SOSPETTO È CHE LANDINI VOGLIA PROPORSI “COME UNICO ARGINE DI SINISTRA” AI PROVVEDIMENTI DELLA MELONI. CHE POI È LA STESSA INTENZIONE DI CONTE CHE SI È PORTATO GIÀ AVANTI COL LAVORO…

PER IL PNRR NON BASTERÀ AVERE RESILIENZA – MATTEO SALVINI LANCIA L’ALLARME SULL’ATTUAZIONE DELLE OPERE DEL RECOVERY FUND: “ULTIMARE TUTTE LE OPERE ENTRO IL 2026 È UN PURO ESERCIZIO DI FANTASIA”. È LUI CHE STREPITA PER RAGIONI POLITICHE O QUESTA VOLTA HA RAGIONE? – ANCHE IL MELONIANO FITTO È SCETTICO, MA PER SAPERE COME STANNO DAVVERO LE COSE, E SE RISCHIAMO DI PERDERE I MILIARDI EUROPEI, BASTA ASPETTARE: I VERTICI DELLA DIREZIONE GENERALE DELLA COMMISSIONE UE CHE SI OCCUPANO DI CONTI PUBBLICI STANNO ARRIVANDO A ROMA (E SO CAZZI)

DAL PD TUTTO TACE SUL CASO SOUMAHORO. E TE CREDO! L’AMMINISTRAZIONE DEM DEL COMUNE DI ROCCAGORGA ERA PAPPA E CICCIA CON LA COOPERATIVA “KARIBÙ”: NON SOLO AVEVA OTTENUTO 327MILA EURO L’ANNO DI FONDI MINISTERIALI PER L’ACCOGLIENZA DEI MIGRANTI, TRASFERITI PRONTAMENTE A LILIANE MUREKATETE, MA L’EX ASSESSORE TOMMASO CIARMATORE ERA STATO ADDIRITTURA ASSUNTO DALL’AZIENDA. SPERIAMO CHE ALMENO A LUI ABBIANO PAGATO LO STIPENDIO! – GLI ALLARMI IGNORATI DEI CONSIGLIERI RISALGONO AL 2015. MA NESSUNO HA FATTO NIENTE PER VEDERCI CHIARO

TAPIRO D'ORO, ANZI, DI SOUMAHORO! – STASERA A “STRISCIA LA NOTIZIA” VALERIO STAFFELLI CONSEGNA L'AMBITO RICONOSCIMENTO A LAURA BOLDRINI CHE NEL 2018 PREMIÒ COME MIGLIORE IMPRENDITRICE IMMIGRATA DELL'ANNO MARIE THERESE MUKAMITSINDO, SUOCERA DI ABOUBAKAR SOUMAHORO, OGGI INDAGATA PER TRUFFA AGGRAVATA E FALSE FATTURAZIONI – LA DIFESA DELLA BOLDRINOVA: “IL TAPIRO DOVETE DARLO ALLA GIURIA DEL PREMIO, IO MI SONO LIMITATA A CONSEGNARLO. OGGI NESSUNO AVREBBE FATTO QUESTA SCELTA”