politica

“COME PUÒ IL PRESIDENTE DELLA CAMERA ATTACCARE UN MINISTRO PER DI PIÙ IN MISSIONE ISTITUZIONALE?”- DI MAIO HA DECISO DI ANDARSENE DAL M5S DURANTE UN VERTICE NOTTURNO CON I FEDELISSIMI DOPO LE PAROLE DI FICO - I CONTIANI REPLICANO DICENDO CHE LUIGINO HA PREFERITO USCIRE DAL MOVIMENTO “PRIMA DEL VOTO SUI DUE MANDATI, IN MODO DA NON FINIRE TRITURATO” – LE RUGGINI (MAI SUPERATE) TRA IL MINISTRO E PEPPINIELLO RISALGONO AL PERIODO DEL GOVERNO GIALLOVERDE - GRILLO, SPIAZZATO, ORA MEDITA DI ANNULLARE IL BLITZ NELLA CAPITALE

IL CAPPOTTO DI DI MAIO A CONTE: OLTRE 60 PARLAMENTARI LASCIANO IL M5S E SI ISCRIVONO AL NUOVO GRUPPO DI LUIGINO (DALL’ENTOURAGE DI "GIUSEPPI" DICEVANO CHE ERANO SOLO 20) – ORA ARRIVANO I PROBLEMI PER PEPPINIELLO, DI BATTISTA: "SE CONTE VUOLE DARE UNA POSSIBILITÀ AL M5S ALLE POLITICHE, DEVE LASCIARE IMMEDIATAMENTE IL GOVERNO DRAGHI" – DI MAIO MENA DURO SULLE AMBIGUITA’ DI CONTE SULLA POLITICA ESTERA: “ALCUNI DIRIGENTI HANNO RISCHIATO DI INDEBOLIRE L'ITALIA. BISOGNA SCEGLIERE DA CHE PARTE STARE DELLA STORIA, CON LA RUSSIA O CON L’UCRAINA" - L'ALTRA STOCCATA: "IL M5S NON E' PIU' LA PRIMA FORZA IN PARLAMENTO" - VIDEO

C'È DEL MARCIO NELL'ACQUA MARCIA DI "GIUSEPPI" - CONTE NON HA DATO AI PM I DOCUMENTI SULLE SUE CONSULENZE D’ORO: NEL 2012 AVEVA AVUTO DA FABRIZIO CENTOFANTI E IL FIGLIO DI BELLAVISTA CALTAGIRONE INCARICHI PER CIRCA 400 MILA EURO - L’AVVOCATO AMARA HA DETTO DI AVER “RACCOMANDATO” A CENTOFANTI I NOMI DI ALCUNI AVVOCATI, TRA CUI "PEPPINIELLO APPULO": DOPO LA RICHIESTA DI ACQUISIZIONE DOCUMENTALE, TUTTI HANNO CONSEGNATO FATTURE E PERIZIE ALLA PROCURA, TRANNE CONTE - SONO PASSATI CINQUE MESI: ORA LA PROCURA POTREBBE ORDINARE UN SEQUESTRO...

“È ARRIVATO IL MOMENTO CHE BIDEN METTA IN PIEDI UN TAVOLO NEGOZIALE” – CHARLES KUPCHAN: “SI SENTE ANCORA TROPPA RETORICA OLTRANZISTA A WASHINGTON. QUESTO CONFLITTO RAPPRESENTA IL MOMENTO GEOPOLITICO PIÙ PERICOLOSO DAI TEMPI DELLA CRISI DEI MISSILI A CUBA. INVECE DI FORNIRE ARMI SENZA CONDIZIONI, WASHINGTON DEVE AVVIARE UNA DISCUSSIONE ESPLICITA SU COME METTERE FINE ALLA GUERRA - BIDEN DOVREBBE SMETTERLA DI FARE DICHIARAZIONI CHE RISCHIANO DI LEGARE LE MANI AL TAVOLO NEGOZIALE - LA TESI CHE PUTIN SMETTERÀ DI CREARE PROBLEMI SOLTANTO SE SUBIRÀ UNA SCONFITTA DECISIVA IN UCRAINA È UN'ALTRA ARGOMENTAZIONE INFONDATA CHE DISTORCE IL DIBATTITO”

COME FACCIAMO A OCCUPARCI DI LAVORO SE NON RIUSCIAMO NEMMENO A FAR FUNZIONARE I CENTRI PER L'IMPIEGO - TELEFONI CHE SQUILLANO A VUOTO, MAIL CHE NON VENGONO LETTE, APPUNTAMENTI RIMANDATI PER CARENZA DI PERSONALE: È LA SITUAZIONE DELLE STRUTTURE CHE DOVREBBERO TROVARE UN POSTO AI BENEFICIARI DEL REDDITO DI CITTADINANZA, AI PERCETTORI DELLA NASPI E AI LAVORATORI IN CIGS - AL 18 MAGGIO LE REGIONI AVEVANO ASSUNTO SOLO 3.440 PROFESSIONISTI DEGLI 11.600 ATTESI IN ENTRATA: COSÌ RISCHIAMO DI PERDERE I 5 MILIARDI MESSI A DISPOSIZIONE DAL PNRR...

LA SCISSIONE M5S È REALTÀ – DI MAIO SFANCULA CONTE E GLI SFILA DALLA POCHETTE ALMENO 36 DEPUTATI E SENATORI: L’ELENCO COMPLETO DI CHI È PRONTO A PASSARE CON LUIGINO – IL NOME DEL GRUPPO SARÀ “INSIEME PER IL FUTURO”, COME UN’ANONIMA LISTA CIVICA DI UN QUALSIASI COMUNE ITALIANO – NEL FRATTEMPO È INTERVENUTO ALESSANDRO DI BATTISTA: “UN MOVIMENTO NATO PER NON GOVERNARE CON NESSUNO HA IL DIRITTO DI EVOLVERSI E GOVERNARE CON QUALCUNO PER PORTARE A CASA RISULTATI, MA NON DI GOVERNARE CON TUTTI PER PORTARE A CASA COMODE POLTRONE. SI CHIAMA IGNOBILE TRADIMENTO. DELLA NUOVA SCISSIONE NON ME NE FREGA NULLA” (E ALLORA PERCHÉ PARLA?) 

 

UCCI UCCI, HANNO INDAGATO RANUCCI – LA PROCURA DI RAVENNA HA APERTO UN’INDAGINE PER DIFFAMAZIONE E RIVELAZIONE DI SEGRETO DI STATO CONTRO IL CONDUTTORE DI “REPORT” E IL GIORNALISTA GIORGIO MOTTOLA, PER LA MESSA IN ONDA DELL’ORMAI FAMOSO VIDEO DELL’INCONTRO TRA MANCINI E RENZI ALL’AUTOGRILL DI FIANO ROMANO – È STATA DAVVERO UN’ANONIMA INSEGNANTE A CONSEGNARLO ALLA TRASMISSIONE DI RAITRE? SENTITA ANCHE FRANCESCA CHAOUQUI PER UNA CONVERSAZIONE SUL COINVOLGIMENTO DI CECILIA MAROGNA – IL DAGO-RETROSCENA SULLA DECISIONE (BY GABRIELLI) DI FAR FUORI LO 007

“MACRON AVEVA TROPPO POTERE, HA PERSO CONTATTO CON IL PAESE” – L’EX MINISTRA SOCIALISTA SÉGOLÈNE ROYAL AZZANNA IL TOYBOY DELL’ELISEO: “HA PERSO TANTI SEGGI PERCHÉ HA FATTO UNA POLITICA TROPPO FAVOREVOLE AI RICCHI E POCO ATTENTA AI MENO FORTUNATI. E POI COLPEVOLIZZA I CITTADINI COMUNI PARLANDO DEL DEFICIT PUBBLICO E DELLA RIFORMA DELLE PENSIONI, QUANDO LE GRANDI AZIENDE FRANCESI QUOTATE FANNO UTILI RECORD E LE COMPAGNIE ENERGETICHE REGISTRANO GUADAGNI STRAORDINARI MENTRE I CITTADINI FATICANO A FARE IL PIENO DI BENZINA. I FRANCESI HANNO CHIARITO CHE NON NE POSSONO PIÙ DI DECISIONI TECNOCRATICHE. VOGLIONO UNA POLITICA PIÙ UMANISTA”

ALLA FINE HA VINTO DRAGHI – IL MINISTRO FRANCESE DEGLI AFFARI EUROPEI ANNUNCIA: “C’È CONSENSO TOTALE IN UE SULLA QUESTIONE DELLO STATUS DI PAESE CANDIDATO PER L’UCRAINA” – È UNA BATTAGLIA CHE “MARIOPIO” HA COMBATTUTO DALL’INIZIO, NONOSTANTE LO SCETTICISMO DI MACRON. IL TOYBOY DELL’ELISEO AVEVA PROPOSTO UNA COMUNITÀ POLITICA ALTERNATIVA. CHE RIMARRÀ MA SOLO IN FORMA TRANSITORIA: “NON SI TRATTA DI MEMBERSHIP IMMEDIATA, SARÀ UN PERCORSO LUNGO, ECCO PERCHÉ QUESTSA IDEA…”

“PREOCCUPATO PER LA RISOLUZIONE? AH NON LO SO, VEDIAMO” – MARIO DRAGHI OSTENTA SICUREZZA PRIMA DI ENTRARE AL SENATO PER LE COMUNICAZIONI IN VISTA DEL PROSSIMO CONSIGLIO UE. POI, UNA VOLTA DENTRO, DI FIANCO A UN SORRIDENTE DI MAIO, VOLA ALTO TRA FUTURO DELL’EUROPA E SOSTEGNO INCONDIZIONATO ALL’UCRAINA: “INTENDIAMO CONTINUARE, COME QUESTO PARLAMENTO CI HA DETTO DI FARE. RICERCARE LA PACE, SUPERARE LA CRISI: QUESTO È IL MANDATO DAL PARLAMENTO, DA VOI” – LE SANZIONI ALLA RUSSIA E IL TETTO AL PREZZO DEL GAS: QUESTA MISURA È DIVENTATA ANCORA PIÙ URGENTE ALLA LUCE DELLA RIDUZIONE DELLE FORNITURE DA PARTE DI MOSCA” - VIDEO

LA NUOVA UCRAINA SARÀ TAIWAN - PECHINO VUOLE RIPRENDERSI L'ISOLA, TAIPEI SI STA ARMANDO E GLI USA SONO PRONTI A DIFENDERLA - IN GIOCO CI SONO IL DOMINIO DEL PACIFICO E QUESTIONI ECONOMICHE - MILENA GABANELLI: "L’ISOLA È DI GRAN LUNGA IL MAGGIOR PRODUTTORE MONDIALE DI MICROCHIP, INDISPENSABILI IN GRAN PARTE DELL’INDUSTRIA NON SOLO QUELLA DEI COMPUTER E DEI TELEFONI, MA IN QUALSIASI PRODOTTO CHE ABBIA UN CONTENUTO ELETTRONICO E DIGITALE. CIÒ NE FA UN PAESE CHIAVE NELL’ECONOMIA DEL MONDO..." - VIDEO

PUTIN HA BOMBARDATO ANCHE VISEGRAD – IL VIAGGIO DEL GIORNALISTA DELLA “STAMPA”, ALBERTO SIMONI, TRA LE DEMOCRAZIE ILLIBERALI DELL’EST EUROPA: “ACCOMUNATE DALLA CRITICA DEL LIBERALISMO, SONO DIVISE DAL RAPPORTO CON MOSCA" - "ABBIAMO TRATTATO VISEGRAD COME UN MONOLITE, COMPATTO, DURO, SOLIDO. NON È PROPRIAMENTE COSÌ. LA COMPATTEZZA SULL'IMMIGRAZIONE FA IL PAIO CON LA ROTTURA SULLA GUERRA IN UCRAINA. RESISTERANNO POLONIA, REPUBBLICA CECA, SLOVACCHIA E UNGHERIA ALLE DIFFERENZE DI VEDUTE SU PUTIN?

AI CINESI PIACE SUCCHIARLO, IL PETROLIO RUSSO - LE IMPORTAZIONI DI GREGGIO DALLA RUSSIA DA PARTE DI PECHINO SONO AUMENTATE DEL 55 PER CENTO SU BASE ANNUA (MENTRE L’OCCIDENTE LO METTE AL BANDO) - SONO ENTRATE IN CINA, SIA VIA MARE CHE ATTRAVERSO OLEODOTTI, CIRCA 8,42 MILIONI DI TONNELLATE DI PETROLIO: UN NUOVO RECORD – A MAGGIO, IL CREMLINO HA INCASSATO CIRCA 20 MILIARDI DI DOLLARI DALLE ESPORTAZIONI DI PETROLIO, SOPRATTUTTO GRAZIE AGLI SCONTI FINO AL 30%: E’ IL SOSTEGNO CHE XI JINPING (MA ANCHE L’INDIA) DÀ A PUTIN…

QUI VIENE GIÙ TUTTO – ANCHE SE LA MINACCIA DEI CINQUE STELLE SULLE ARMI A KIEV SI È RIVELATA PER QUELLO CHE ERA, FUFFA, DRAGHI SI È STANCATO DEI CONTINUI DISTINGUO DI CONTE E SALVINI. IL PREMIER PROVA FATICOSAMENTE A TIRARE DRITTO, SENZA DARE TROPPO PESO ALLE PATURNIE DEI PARTITI. MA QUANTO POTRÀ DURARE? “MARIOPIO” È PREOCCUPATO ANCHE DAL TRACOLLO DI MACRON E DAI TENTENNAMENTI DI SCHOLZ: IN BALLO NON C’È LA SOPRAVVIVENZA POLITICA DI PEPPINIELLO O DI MAIO, MA IL DESTINO DELL’EUROPA…

CONTE BATTE IN RITIRATA – PEPPINIELLO APPULO, DAL “BUNKER” IN CUI SI È CHIUSO CON IL FIDO TA-ROCCO CASALINO, HA CHIAMATO TUTTI I SUOI “AMICI” IN CERCA DI UNA SPONDA: LETTA, BETTINI E MASSIMO D’ALEMA. TUTTI E TRE GLI HANNO SUGGERITO (INTIMATO?) DI NON BUTTARE FUORI DI MAIO DAL MOVIMENTO. ANCHE SE VOLESSE, NON POTREBBE, VISTO CHE IL COLLEGIO DEI PROBIVIRI NON È STATO ANCORA ISTITUZIONALIZZATO, E COMUNQUE NON HANNO NESSUNA INTENZIONE DI BUTTARE FUORI IL MINISTRO DEGLI ESTERI

LA RESA DEI CONTI NEI 5STELLE TRA CONTE E DI MAIO FA INCAZZARE GRILLO: “COSÌ CI BIODEGRADIAMO IN TEMPI RECORD” – "L’ELEVATO DI TORNO" FURIOSO DOPO AVER SENTITO DI UNA POSSIBILE ESPULSIONE DI DI MAIO - "BEPPE MAO", ATTESO GIOVEDÌ A ROMA, GIÀ NEI GIORNI SCORSI AVEVA FATTO TRAPELARE NERVOSISMO PER LA QUESTIONE DEI 'MOROSI', OVVERO PER LA MANCATA RESTITUZIONE DI PARTE DELLE ENTRATE DEI PARLAMENTARI, ALTRA REGOLA AUREA (ASSIEME A QUELLA DEL LIMITE DEL DUE MANDATI) CHE PER IL GARANTE DEL M5S NON SI PUÒ IGNORARE…

POSTA! - CARO DAGO, DOPO AVER ABBATTUTO TUTTI I PRINCIPI E IDEALI DEL M5S, SULL'ALTARE DELLA POLTRONA E PRIVILEGI, AI GRILLINI MANCA L'ULTIMA CAPRIOLA, IL TETTO DEI DUE MANDATI… PERCHÉ INDIRE UNA VOTAZIONE SUL TEMA? PER IMPAPOCCHIARLA COME TUTTE LE VOTAZIONI GRILLINE E DICHIARARE CHE GLI ISCRITTI BLA BLA BLA... HANNO DETTO NO... SCOMMETTIAMO? - ELEZIONI IN FRANCIA, LA LE PEN ESULTA: "MACRON NON POTRÀ PIÙ FARE QUELLO CHE VUOLE". E QUANDO MAI È SUCCESSO? LUI FA QUELLO CHE DECIDE BRIGITTE...

LA RUSSIA SOFFIA SUL CAOS A CINQUE STELLE - A CHI GIOVA L'INSTABILITÀ DENTRO I GRILLINI? A MOSCA, CHE PUNTA A FAR SCRICCHIOLARE IL GOVERNO ITALIANO: L'AMBASCIATORE SERGEI RAZOV NON LO NASCONDE, ANCHE SE NON LO PUÒ DIRE APERTAMENTE - "GIUSEPPI" CONTE SENZA NEANCHE ACCORGERSENE È DIVENTATO UNA PEDINA DI PUTIN: SFIDUCIANDO LUIGI DI MAIO, DIVENTATO INSIEME A DRAGHI ASSE PORTANTE DELLA LINEA EUROPEA E ATLANTICA TENUTA DALL'ITALIA SULLA GUERRA UCRAINA, PORTEREBBE ACQUA AL MULINO DELLA STRATEGIA DEL CREMLINO...