CANTONATA PAPALE SUL PROFILATTICO - IL Papa non parla affatto di prostitute (donne), ma di prostituti. Uomini. L’inglese non lascia dubbi: “Male prostitute“ - La confusione però nasce solo in Italia. Il Washington Post titola così: “Il papa dice che i prostituti che usano il profilattico possono essere giustificati perché combattono la diffusione dell’Hiv” - DEL RESTO, La dottrina cattolica non concepisce l’uso di strumenti che possano escludere la procreazione nel rapporto tra coniugi...

Condividi questo articolo


www.blitzquotidiano.it

profilatticoprofilatticoRatzingerRatzinger e Zapatero

La versione italiana dell\'intervista rilasciata dal pontefice a un giornalista tedesco sull\'uso del preservativo è chiara e non lascia spazio a interpretazioni: il profilattico può essere usato solo in alcuni casi, per esempio dalle prostitute per proteggersi e proteggere i clienti dalle malattie. In questo caso il condom sarebbe un primo passo verso la moralizzazione. La posizione del papa è stata diffusa ieri in un\'anticipazione del libro-intervista \"Luce del mondo\", di Peter Seewald.

Ma il testo è controverso. Basta leggere la versione originale in tedesco e la traduzione in inglese per capire che dietro le parole del Papa si nasconde un piccolo giallo: non si parla affatto di prostitute (donne), ma di prostituti. Uomini. L\'inglese non lascia dubbi: \"Male prostitute\". La confusione però nasce solo in Italia, dove la dichiarazione viene lanciata prima dall\'Ansa per poi finire sui principali quotidiani e telegiornali. Nel nostro Paese si fa un chiaro e univoco riferimento a prostitute donne, non uomini.

GayGay pride anti Ratzinger a Barcellona PeterPeter Seewald e Ratzinger

Ecco cosa, ancora oggi, si legge sul sito del quotidiano vaticano, l\'Osservatore Romano: \"Vi possono essere singoli casi giustificati, ad esempio quando una prostituta utilizza un profilattico, e questo può essere il primo passo verso una moralizzazione, un primo atto di responsabilità per sviluppare di nuovo la consapevolezza del fatto che non tutto è permesso e che non si può far tutto ciò che si vuole. Tuttavia, questo non è il modo vero e proprio per vincere l\'infezione dell\'Hiv\".

Sui media stranieri invece si legge tutt\'altro. Il New York Times: \"Il solo esempio citato dal papa su un uso appropriato del profilattico è quello che ne fanno i prostituti uomini\". Il Washington Post titola così: \"Il papa dice che i prostituti che usano il profilattico possono essere giustificati perché combattono la diffusione dell\'Hiv\".

ratzingerratzinger

Nel nostro Paese quindi il problema si preferisce affrontarlo in maniera più sfumata, nella tradizionale accezione dei rapporti uomo-donna, come se il riferimento a rapporti omosessuali possa risultare indigeribile ai cattolici di casa nostra. Meglio non disorientare, a costo di creare confusione. Ma non si tratta solo di una differenza formale (maschile anziché femminile), ma sostanziale.

ProtesteProteste al passaggio di Ratzinger

Dunque, perché questa differenza di genere nell\'uso del profilattico? Perché anche solo una parziale giustificazione del contraccettivo nel rapporto uomo-donna investe un duplice problema: la protezione dalle malattie mortali e la procreazione. La dottrina cattolica non concepisce l\'uso di strumenti che possano escludere la procreazione nel rapporto tra coniugi. In questo senso quindi, l\'uso del profilattico è sempre vietato.

PapPap ratzinger jpeg

L\'esempio del Papa, quindi, si rivolge solo agli uomini: ai prostituti uomini che usano questa protezione nei confronti di altri uomini, i loro clienti. Per loro, infatti, il profilattico non serve a prevenire gravidanze, ma solo a proteggere dalle malattie. Su questo punto il pontefice è stato incalzato dal giornalista tedesco: nel 2009 Benedetto XVI aveva condannato l\'uso del profilattico come strumento anti-Aids, anche nei Paesi africani, da sempre piagati dalla malattia più di altri.

uomouomo preservativo

\"Ci possono essere alcune eccezioni - è la risposta del Papa - per determinati individui, come nel caso di prostituti (\"Male prostitute\") che usino il profilattico: questo caso potrebbe essere un primo passo verso la moralizzaione, una prima assunzione di responsabilità\".

Nessun cambio di dottrina sul fronte della contraccezione, quindi. La posizione della Chiesa su questo punto rimane inalterata: L\'astinenza e la fedeltà tra marito e moglie è l\'unica forma ammessa per prevenire l\'Hiv.

 

 

Condividi questo articolo

politica

“NON SI CHIEDE A UN PRIMO MINISTRO SE HA IMPARATO UNA LEZIONE” – BRUNO VESPA, OSPITE DI FORMIGLI A “PIAZZAPULITA”, DÀ UNA SCUDISCIATA AI GIORNALISTI CHE ALLA CONFERENZA STAMPA CON LA MELONI SI SONO INCAZZATI PER LE POCHE RISPOSTE DELLA PREMIER: “IO NON SO COME ALTRI AVREBBERO RISPOSTO. LA DOMANDA SI FA PER SAPERE LE COSE. IL CASO SAVIANO? QUELLO DI CUI UN PRESIDENTE DEL CONSIGLIO NON PUÒ FARE A MENO È DENUNCIARE UNA PERSONA CHE AFFERMA CHE È CORRESPONSABILE DELLA MORTE DI UN BAMBINO IN MARE. SI CHIAMA ATTRIBUZIONE DEL FATTO DETERMINATO…”

AMARO LUCANO PER SOUMAHORO - LA LEGA ALL’ATTACCO SUGLI INTRECCI TRA IL COSIDDETTO “MODELLO RIACE” DI LUCANO E QUELLO DELLA FAMIGLIA DI SOUMAHORO. IL CONSORZIO AID AL CENTRO DELL'INCHIESTA HA AVUTO SEDE IN QUELLO DELLA COOP IN CALABRIA DI UN IMPRENDITORE, CARMINE FEDERICO, INDAGATO DALLA CORTE DEI CONTI INSIEME ALL'EX SINDACO DI RIACE. FEDERICO HA FIRMATO INOLTRE I BILANCI DELLA SUOCERA DI SOUMAHORO. IL LEGHISTA TRIPODI: "E’ IL SISTEMA LATINA. I FATTI CI STANNO DANDO RAGIONE"

DAGOREPORT! CHIAMATELO MISTERO DEL TESORO, ANZICHÉ MINISTERO - L’ENIGMA È IL FUTURO DEL DIRETTORE GENERALE, ALESSANDRO RIVERA. PUR INVISO A SALVINI E MELONI, IL FLEBILE MINISTRO GIORGETTI NON VUOLE ACCOMPAGNARLO ALLA PORTA. COSÌ IL TETRO PALAZZONE DI VIA XX SETTEMBRE SI È DI NUOVO SPACCATO IN DUE: DA UNA PARTE IL TESORO CAPITANATO DAL LEGHISTA SENZA QUALITÀ, DALL’ALTRA LE FINANZE NELLE MANI DEL VICE-MINISTRO MAURIZIO LEO, FEDELISSIMO DI GIORGIA - OVVIAMENTE LEO, QUELLO CHE GLI DICE GIORGETTI GLI ENTRA DA UNA PARTE E GLI ESCE DALL’ALTRA E, IN SOSTANZA, FA IL MINISTRO “OCCULTO” DELLE FINANZE