COME SEMPRE IN ITALIA, SARÀ LA MAGISTRATURA A FARE E DISFARE I GOVERNI - ALESSANDRA GHISLERI: “A DIFFERENZA DEGLI ULTIMI SONDAGGI CI SONO DELLE ALTERAZIONI. DALLA MAGISTRATURA ARRIVANO NOTIZIE CHE ALTERANO L'AFFLUENZA AL VOTO E IL VOTO STESSO" - DOPO LE EUROPEE? "NON ACCADRÀ MOLTO, COME HA DETTO GIORGETTI SI TROVERANNO DEGLI ACCORDI, LO DICE ANCHE DI MAIO NELLA SUA INTERVISTA AL CORRIERE DELLA SERA”

-

Condividi questo articolo

concorso magistratura 1 concorso magistratura 1

Liberoquotidiano.it

“A differenza degli ultimi sondaggi ci sono delle alterazioni. Dalla magistratura arrivano notizie che alterano l'affluenza al voto". Alessandra Ghisleri, ospite di Myrta Merlino a L'aria che tira, su La7, parte dagli ultimi arresti e inchieste in Lombardia e dalle tensioni nella maggioranza Lega-M5S alla vigilia delle elezioni europee e traccia una lucida analisi della situazione attuale: "Ognuno tira la corda dalla sua parte. La gente è confusa sugli argomenti e soprattutto sulle finalità. L'attualità coinvolge l'affluenza al voto e il voto stesso", quindi i due leader Matteo Salvini e Luigi Di Maio "cercano di convincere la gente, per far capire che possono ancora governare".

 

ghisleri ghisleri

Quindi il pronostico della direttrice di Euromedia Research su cosa succederà dopo le europee: "Non accadrà molto, come ha detto Giancarlo Giorgetti si troveranno degli accordi, lo dice anche Di Maio nella sua intervista al Corriere della Sera. Nelle sue parole si legge che c'è un'apertura a una convivenza civile". E "la gente vuole un governo", conclude la Ghisleri, "e migliorare la propria condizione".

tria di maio salvini conte tria di maio salvini conte GIORGETTI E SALVINI GIORGETTI E SALVINI

 

Condividi questo articolo

politica

“IL VATICANO NON RISCHIA NESSUN CRAC” - IL PRESIDENTE DELL’APSA, MONSIGNOR GALANTINO SMENTISCE LE ANTICIPAZIONE DEL LIBRO DI NUZZI: “NESSUN DEFAULT, C’È SOLO BISOGNO DI UNA SPENDING REVIEW E L’ATTUALE BILANCIO NON È FRUTTO DI RUBERIE - LA GESTIONE ORDINARIA DELL’APSA NEL 2018 HA CHIUSO CON UN UTILE DI OLTRE 22 MILIONI DI EURO. IL DATO NEGATIVO CONTABILE È DOVUTO A UN INTERVENTO STRAORDINARIO VOLTO A SALVARE L’OPERATIVITÀ DI UN OSPEDALE CATTOLICO E I POSTI DI LAVORO” - IL BILANCIO DEL VATICANO SI COMPONE DI DUE CONTI ECONOMICI DISTINTI…

POTEVA MANCARE LA LETTERINA DI BRUXELLES ALL'ITALIA? NO! I CONTI DELLA MANOVRA  NON TORNANO E "C'È IL RISCHIO DI UNA DEVIAZIONE SIGNIFICATIVA" DALLE RACCOMANDAZIONI. LO SCARTO TRA LA FINANZIARIA ITALIANA E LE RICHIESTE DELL'UNIONE EUROPEA È DI CIRCA 12,6 MILIARDI. L'ESECUTIVO HA GIÀ MESSO IN CONTO UNA FLESSIBILITÀ DELLO 0,2% (3,6 MILIARDI) PER LE SPESE "ECCEZIONALI" DEL DISSESTO IDROGEOLOGICO. COSÌ LO SCOSTAMENTO SAREBBE DI CINQUE DECIMALI, IL MARGINE DI TOLLERANZA. MA CI SONO DUE PRBLEMI…