ERRI, TI PRESENTO CASELLI - L’EX DI LOTTA CONTINUA BENEDICE I SABOTAGGI AL CANTIERE TAV

L’ex di Lotta Continua: “Qualunque forma di lotta è ammessa, contro l’occupazione militare della valle basteranno le cesoie e i sabotaggi” - Sulle minacce a Caselli: “Tra tante persone che rischiano la vita lui è uno ben scortato e garantito perché la sua vita sta a cuore a tante persone...”.

Condividi questo articolo

Da Radio 24

ingroia con caselliingroia con caselli 1 erri deluca 0011 erri deluca 001

"Se qualcuno mette in pericolo la tua vita non c'è altro da fare che lottare a oltranza e sabotare l'opera. Ogni azione è legittima, ma non credo siano necessarie le armi pesanti. Basterà il sabotaggio del cantiere, l'opera non si deve fare e non si farà". Così lo scrittore Erri De Luca, ex di Lotta Continua a La Zanzara su Radio 24.

"Quando si tratta della difesa della propria vita e dei propri figli - prosegue De Luca - qualunque forma di lotta è ammessa, contro l'occupazione militare della valle basteranno le cesoie e i sabotaggi. Basteranno". Ma ad alcuni militanti No Tav hanno trovato molotov, cesoie e altre armi, fanno notare i conduttori Giuseppe Cruciani e David Parenzo.

"Sono solo materiale da ferramenta. Arrestano persone e le condannano per detenzione di armi: sarebbero delle tronchesi, un casco e una parrucca, ma sino a quando non bisognerà portare il certificato di residenza o il porto d'armi quando si entra in una ferramenta si possono comprare cesoie, chiodi e compagnia bella. Vanno a sabotare un cantiere, sì. E' giusto così, si deve fare".

cort erri deluca michele masnericort erri deluca michele masneri

"I poliziotti feriti? Per ora mi pare che a rimetterci siano solo quelli della valle che vedono il loro territorio stuprato e occupato militarmente", dice ancora De Luca. "Qualcuno mi ha chiamato cattivo maestro - osserva - ma per i poteri costituiti sono cattivissimo, per quelli della No Tav invece buonissimo".

Lo scrittore Erri De Luca, ex di Lotta Continua, torna ad attaccare il procuratore di Torino Giancarlo Caselli. A La Zanzara , su Radio 24, De Luca lo definisce un "esageratore" che "evoca pericoli scaduti anzi ultra scaduti come il terrorismo".

NO TAV NOTAV BLITZ jpegNO TAV NOTAV BLITZ jpeg

"Non so niente delle minacce che gli sono state fatte - dice De Luca a La Zanzara - e non le giustifico. Ma credo sia ben protetto. Tra tante persone che rischiano la vita lui è uno ben scortato e garantito perché la sua vita sta a cuore a tante persone...".

Poi De Luca parla di Berlusconi: "Questa persona non la nomino nemmeno per una questione di igiene orale, mi fa male alla bocca, ho paura delle carie, è nocivo al mio cavo orale. Una questione di difesa antibatterica. Mai scritto una volta la parola Berlusconi, potete andare a controllare. Mi verrebbe una malattia che indebolirebbe le mie difese".

ATTACCO DEI NO TAV CON BOMBE CARTA NOTAVATTACCO DEI NO TAV CON BOMBE CARTA NOTAV

 

 

 

Condividi questo articolo

politica

“QUALCOSA HA IMPEDITO LA RIEDIZIONE DEL GOVERNO M5S-LEGA CON DI MAIO PREMIER” - NEL LIBRO “LADRI DI DEMOCRAZIA”, PAOLO BECCHI E GIUSEPPE PALMA SVELANO I RETROSCENA DELLA CRISI BALNEARE: “DOMENICA 25 AGOSTO SALVINI CHIAMA MATTARELLA PER  PROPORRE DI MAIO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. SE IL PRESIDENTE ABBIA INFORMATO DI MAIO NON LO SAPPIAMO. COSÌ COME NON SAPPIAMO SE ABBIA CHIAMATO ZINGARETTI O QUALCUNO VICINO AL SEGRETARIO DEM. FATTO STA CHE IL GIORNO DOPO IL PD APRE D'IMPROVVISO AL M5S SUL NOME DI CONTE COME PRESIDENTE DEL CONSIGLIO…”