GHEDINI E LONGO DENUNCIANO “IL FATTO”: “SI CERCA SURRETTIZIAMENTE DI DANNEGGIARE IL PREMIER” - I PM DI MILANO “VALUTERANNO” LA VICENDA DEGLI EMISSARI IN MAROCCO - ALFANO VS ANM (“CRITICHE PRECOTTE”) E PD (“NON SI PUÒ MORIRE DI BENALTRISMO”) - D’ALEMIX PER DISCUTERE DELLA RIFORMA VUOLE LE DIMISSIONI DEL CAVALIER POMPETTA - LA DISPERAZIONE DI DON AB-BONDI: “SPERO CHE IL MIO SUCCESSORE RIMEDI ALLA SITUAZIONE” (PROVOCATA DA CHI?)…

Condividi questo articolo


1. GHEDINI E LONGO ANNUNCIANO DENUNCIA CONTRO \'IL FATTO\'...
(ANSA)
- \"Il Presidente Berlusconi ha dato mandato ai suoi difensori di depositare una specifica denuncia alla autorità giudiziaria al fine di accertare la veridicità o meno della vicenda narrata su \'Il Fatto Quotidiano\'. Si ritiene, infatti, che in ogni caso si tratti di vicenda che tenda surrettiziamente a danneggiare gravemente il Presidente Berlusconi che è totalmente estraneo ad ogni eventuale illecito comportamento\". Lo dichiarano l\'Avvocato Piero Longo e l\'Avvocato Niccolò Ghedini in una nota.

LONGOLONGO E GHEDINI big

2. PM MILANO VALUTERANNO VICENDA EMISSARI IN MAROCCO...
(ANSA)
- La Procura di Milano dovrebbe valutare nei prossimi giorni la vicenda di due presunti emissari italiani che, lo scorso 7 febbraio, sarebbero andati in Marocco per tentare di corrompere una funzionaria dell\'anagrafe del piccolo paese in cui è nata Ruby per ottenere la modifica, anticipandola di due anni, della data di nascita della giovane. A quanto si è appreso i magistrati già a partire da domani dovrebbero prendere in esame il caso per mettere a fuoco non solo eventuali profili di reato ma anche quelli che riguardano la competenza territoriale. La vicenda è stata pubblicata oggi in esclusiva sul \'Fatto Quotidiano\'.

ANTONIOANTONIO PADELLARO

3. ANM, RIFORMA PER PUNIRE GIUDICI...
(ANSA) -
\"E\' una riforma punitiva il cui disegno complessivo mina l\'autonomia e l\'indipendenza della magistratura e altera sensibilmente il corretto equilibrio tra i poteri dello Stato. E\' una riforma contro i giudici che riduce le garanzie per i cittadini\". E\' quanto affermano il presidente Luca Palamara e il segretario dell\'Associazione nazionale magistrati Giuseppe Cascini a proposito della riforma varata dal Consiglio dei ministri.

4. ALFANO, DA ANM CRITICHE PRECOTTE...
(ANSA) -
Al ministro della Giustizia Angelino Alfano sono apparse \"precotte\" le critiche mosse dall\'Anm alla riforma varata oggi in Consiglio dei ministri: si tratta di \"censure forse arrivate prima che il testo fosse divulgato\". Respingendo l\'accusa che la riforma comporti un assoggettamento della magistratura all\'esecutivo, Alfano, intervenendo al convegno Magna Carta, ha citato il caso dell\'arresto della moglie del suo predecessore, Clemente Mastella.

\"Credo che la storia degli ultimi 20 anni abbia dimostrato che non c\'é alcuna forma di sottoposizione della magistratura all\'esecutivo - ha detto Alfano - e l\'esempio è l\'infarto della precedente legislatura con l\'arresto della moglie del mio predecessore\". Il riferimento è a Sandra Lonardo, moglie dell\'ex Guardasigilli Mastella, arrestata - ha sottolineato Alfano - \"da un magistrato che andava in pensione il giorno dopo e da un gip che si è poi dichiarato incompetente\".

berlusconiberlusconi ruby

5. ALFANO AL PD, NON SI PUO\' MORIRE DI BENALTRISMO...
(ANSA) -
\"Oggi non si può morire di \'benaltrismo\'\": il ministro della Giustizia Angelino Alfano, senza mai citarlo, ribatte così al segretario del Pd Pier Luigi Bersani. \'Benaltrismo\' è il principio - ha aggiunto Alfano intervenendo al convegno organizzato da Magna Carta sulla riforma della giustizia - \"secondo cui qualsiasi cosa faccia il governo ben altre sono le priorità\".

6. ALFANO, ATTERRISCE IDEA PM SOTTO ESECUTIVO SINISTRA...
(ANSA) -
\"L\'idea di porre il pm sotto un esecutivo di sinistra ci atterrisce\": il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, usa questa argomentazione per sostenere che \"non intendiamo, non intendevamo e non intenderemo porre il pm sotto l\'esecutivo\". Intervenendo nel corso del convegno \"Riformare la giustizia non è reato\" organizzato da Magna Carta, il Guardasigilli ribadisce: \"l\'idea che qualche esponente dell\'opposizione diventi ministro della Giustizia ci atterrisce. Stiano dunque tranquilli i magistrati\" rispetto all\'ipotesi di assoggettare i pm all\'esecutivo.

ALFANOALFANO E BERLUSCON

7. GIANNI LETTA INCONTRA PG CASSAZIONE ESPOSITO...
(Adnkronos)
- Il sottosegretario alla Presidenza del consiglio Gianni Letta, a quanto si apprende, ha fatto visita stamani al procuratore generale della Cassazione Vitaliano Esposito. L\'incontro e\' avvenuto proprio nel giorno del Consiglio dei ministri dedicato alla riforma della Giustizia.

8. D\'ALEMA, DISCUTERNE? DOPO DIMISSIONI PREMIER...
(ANSA)
- \"Ogni discussione seria sulla giustizia è difficile se non preceduto dalle dimissioni del presidente del Consiglio\". Lo dice l\'esponente del Pd e presidente del Copasir, MAssimo D\'Alema, commentando il varo della riforma della giustizia.

\"C\'é un problema sostanziale di credibilità\" continua D\'Alema secondo il quale \"ogni discussione sulla giustizia è viziata da una condizione del presidente del Consiglio che la rende scarsamente credibile\". Secondo D\'Alema \"in tutti questi anni Berlusconi è stato di ostacolo a qualsiasi riforma perché mancante di qualsiasi condizioni di terzietà senza la quale ogni discorso sulla riforma è impossibile \".

dalemadalema

9. CASINI, PREMIER SCONFITTO,SENZA VOTO E\' TEMPO PERSO...
(ANSA) -
\"Ogni due giorni Berlusconi dice 312, 315, 320...già la contabilità parlamentare, il fatto stesso di evocare i numeri, per un governo che è partito con 80 parlamentari di vantaggio, è il segno di una sconfitta politica. E\' il segno che la scelta propulsiva si è esaurita\". Il leader Udc Pier Ferdinando Casini, parlando al convegno sull\'Unità d\'Italia con il ministro Giulio Tremonti ed il leader Pd Pier Luigi Bersani, valuta così lo stato di salute del governo con il timore che, essendo le urne più lontane, \"sarà tempo perso\".

\"Dovrebbe maturare - afferma Casini - un senso più profondo di responsabilità nazionale. Bisogna fare scelte impopolari e drastiche che richiederebbero un atto di condivisione, una risposta oltre il perimetro dei poli tradizionali. Noi abbiamo fatto un appello ad un governo di responsabilità nazionale proprio per andare in questa direzione\".

GIANNIGIANNI LETTA

10. BONDI, SPERO MIO SUCCESSORE RIMEDI A SITUAZIONE...
(ANSA)
- \"Comprendo la preoccupazione e la delusione del mondo della cultura in seguito alle ultime notizie riguardanti una ulteriore previsione di riduzione degli investimenti. A questo punto posso solo confidare che chi mi succederà a breve abbia l\'autorevolezza e la forza di porre rimedio e invertire l\'attuale situazione\". Lo afferma in una nota il ministro della Cultura, Sandro Bondi.

11. RUTELLI, GOVERNO FACCIA SUBITO RIFORME ORDINARIE...
(Adnkronos)
- \"No alle leggi ad personam, discussione in Parlamento, subito i provvedimenti ordinari per migliorare la giustizia\". E\' Francesco Rutelli a sintetizzare la posizione del Terzo polo rispetto alla riforma della giustizia annunciata dal governo.

palamarapalamara

\"Esprimiamo apprezzamento per l\'annuncio del presidente del Consiglio sulla fine della stagione delle leggi \'ad personam\' -ha spiegato il leader di Api al termine della riunione di stamattina alla Camera-. La riforma del governo contiene diverse cose che condivido. Tuttavia e\' affidata al Parlamento, la si discuta. Inoltre, visto che la riforma costituzionale richiede molto tempo, ed e\' difficile che vada a buon fine, incalziamo il governo per fare le riforme ordinarie che si possono e devono fare subito\".

 

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

FLASH! - ALLA DIARCHIA DEI BERLUSCONI NON INTERESSA ASSOLUTAMENTE AVERE UN RUOLO POLITICO (MARINA HA IMPOSTO IL VETO A PIER SILVIO). MOLTO MEGLIO AVERE UN PESO POLITICO - DI QUI L'IDEA DI COMPRARE UN QUOTIDIANO GIA' IN EDICOLA ( "IL GIORNO" DI RIFFESER?), VISTO CHE "IL GIORNALE" DI SALLUSTI E ANGELUCCI SERVE ED APPARECCHIA SOLO PER GIORGIA MELONI - IMPOSSIBILITATI PER RAGIONI DI ANTI-TRUST, L'OPERAZIONE DI MARINA E PIER SILVIO VERREBBE PORTATA A TERMINE DA UN IMPRENDITORE AMICO, FIANCHEGGIATORE DI FORZA ITALIA... 

DAGOREPORT - SE "AMERICA FIRST" DI TRUMP CONQUISTERA' LA CASA BIANCA PER L'EUROPA NULLA SARA' COME PRIMA - NEI SUOI 4 ANNI DA PRESIDENTE TRUMP NON HA MANCATO DI EVIDENZIARE L’IRRILEVANZA DELL'UNIONE EUROPEA, ENTRANDO IN CONFLITTO PER LO SCARSO IMPEGNO ECONOMICO A FINANZIARE LA NATO - AL 'NYT' IL TRUCE VANCE HA GIA' MESSO IN CHIARO CHE IL FUTURO DELL'UCRAINA "NON E' NEL NOSTRO INTERESSE" - SE LO ZIO SAM CHIUDE I RUBINETTI, DOVE VA UN'EUROPA DISSANGUATA DALLA GUERRA RUSSO-UCRAINA? AL VECCHIO CONTINENTE NON RESTERA' ALTRO CHE RICOMINCIARE A FARE AFFARI CON IL PRINCIPALE COMPETITOR DEGLI STATI UNITI PER LA SUPREMAZIA GLOBALE, L'ONNIPRESENTE CINA DI XI JINPING - DAVANTI A UNO SCENARIO DEL TUTTO NUOVO, CON L'UE COSTRETTA A RECUPERARE I RAPPORTI CON PECHINO E MOSCA (ORBAN E' GIA' AL LAVORO), COME REAGIRA' L'EX "SCERIFFO DEL MONDO"? 

E ORA LA MELONA, RIMASTA CON UN PUGNO DI POLVERE IN MANO, CHE FA? ALL’EVITA PERON DE’ NOANTRI NON RESTA CHE ATTACCARSI ALLA GIACCHETTA DI CICCIO TAJANI PER LA PARTITA DEI COMMISSARI (PROBABILMENTE PERÒ, NON OTTERRÀ DI MEGLIO CHE LA DELEGA ALLA COESIONE) – LA DUCETTA ERA TORMENTATA DAI DUBBI SUL VOTO ALLA VON DER LEYEN, MA POI HA CEDUTO ALLA FIAMMA MAGICA DI FAZZOLARI E ARIANNA, IDEOLOGICAMENTE CONTRARIA. L’HANNO MANDATA A SBATTERE PER LA PAURA DI PERDERE IL 6% RAPPRESENTATO DALLO ZOCCOLO DURO E PURO DI VECCHI ARNESI FASCI CHE ANCORA POPOLA FDI – LA POVERA URSULA CI HA PROVATO IN TUTTI I MODI: NEL SUO DISCORSO HA PARLATO APERTAMENTE DEL PATTO SUI MIGRANTI, MA DI FRONTE ALLA FOLLE RICHIESTA ITALIANA DI OTTENERE UNA VICEPRESIDENZA, HA DOVUTO FARE PIPPA – PS: CHI SONO I DUE FRATELLI D’ITALIA CHE HANNO VOTATO SÌ A VON DER LEYEN?

FLASH – PARE CHE L’INSISTENZA DI GIORGIA MELONI NON SIA SERVITA A MOLTO: LA PREMIER ITALIANA NON AVREBBE OTTENUTO LA VICEPRESIDENZA ESECUTIVA DELLA COMMISSIONE EUROPEA, CHE TANTO BRAMAVA PER IL “SUO” RAFFAELE FITTO. LA DUCETTA DEVE FARE I CONTI CON LA SPACCATURA, AMPIAMENTE PREVISTA, DI ECR: LA “MAGGIORANZA” DEI CONSERVATORI VOTERÀ CONTRO URSULA VON DER LEYEN, CHE SI È PARATA LE CHIAPPE ACCORDANDOSI CON I VERDI. E FRATELLI D’ITALIA? SARANNO COMPATTI, MA SU COSA CE LO DIRANNO SOLO DOPO...

TRUMP HA SCELTO J.D. VANCE CON UN OBIETTIVO PRECISO: LASCIARGLI FARE L’ESAGITATO A CACCIA DI ELETTORI INCAZZATI, MENTRE LUI SI RITAGLIA UN RUOLO PIÙ MODERATO – “THE DONALD”, CHE PENSA DI RIPORTARE NEL SUO STAFF MIKE POMPEO, HA EPURATO LA FIGLIA “TRADITRICE” IVANKA E IL GENERO JARED KUSHNER – OBAMA NON SA SE SILURARE BIDEN: HA PAURA CHE IL CANDIDATO SCELTO PER SOSTITUIRLO VENGA SCONFITTO (A QUEL PUNTO LUI PERDEREBBE LA FACCIA) – IL PRESIDENTE PUÒ ARRENDERSI SOLO SE FINISCE I SOLDI – LA TELEFONATA TRA LO SVALVOLATO ROBERT F. KENNEDY E TRUMP, SPIATTELLATA ONLINE - VIDEO