“NON MI FACCIO PISCIARE ADDOSSO DA ROMA. NON FACCIO PASSARE PIÙ NESSUNO NEL MIO COMUNE, NON SI SBARCA” – IL SINDACO DI MESSINA CATENO DE LUCA SI È PRESENTATO AL PORTO INSIEME AI SUOI ASSESSORI PER PROTESTARE CONTRO L’ARRIVO DI NAVI E DI CITTADINI DIRETTI IN SICILIA E PER CONTESTARE LE MISURE ADOTTATE DAL VIMINALE (NEI GIORNI SCORSI AVEVA DETTO: “VAFFANCULO VIMINALE”). ECCO COSA CHIEDE – VIDEO

-

Condividi questo articolo

Da ilfattoquotidiano.it

cateno de luca cateno de luca

 

“Non faccio passare più nessuno nel mio Comune“. “Schiererò il mio esercito per far rispettare la mia ordinanza”. “Stasera blocco il porto“. “Non mi faccio pisciare addosso da Roma”. Il sindaco di Messina, Cateno De Luca, si è presentato al porto insieme ai suoi assessori per protestare contro l’arrivo di navi e di cittadini diretti in Sicilia e per contestare le misure adottate dal Viminale (nei giorni scorsi aveva detto: “Vaffanculo Viminale”).

 

Ciò che chiede De Luca è “un database per i pendolari dello Stretto”, in modo da tracciare gli spostamenti. Stamattina il primo cittadino messinese si è recato nuovamente al porto, poi ha preso un traghetto in direzione Villa San Giovanni, sulla sponda calabrese, per verificare “se è tutto in regola”.

cateno de luca cateno de luca cateno de luca cateno de luca

 

Condividi questo articolo

politica

IL PIANO DI MACRON, SANCHEZ, CONTE, ETC.: EUROBOND CON LA GARANZIA DELL'EUROPA FINALIZZATI SOLO ALL’EMERGENZA DEL CORONAVIRUS CON UNA COMMISSIONE CHE VERIFICHERÀ L’UTILIZZO DEI FONDI DEI VARI PAESI - LA SITUAZIONE È NELLE MANI DI TRE TEDESCHI (HOYER, URSULA E REGLING) DA UNA PARTE, DALL’ALTRA IL PRESIDENTE DELLA BCE CHRISTINE LAGARDE CON FABIO PANETTA CHE LA CONTROLLA (A LUI SI DEVE IL CAMBIO DI ROTTA DELLA FRANCESE), PIÙ DAVID SASSOLI - IL PROSSIMO PASSO DI CONTE: LO STATO GARANTIRA' I PRESTITI DELLE BANCHE ALLE IMPRESE - SI STA STUDIANDO L'ALLENTAMENTO DEL LOCKDOWN: SECONDO GLI ESPERTI IL 16 APRILE DOVREBBE FERMARSI L’ECATOMBE E DAL 18 SI POTREBBE PARTIRE CON UNA CAUTA RIAPERTURA