SALINI MANGERÀ L’UOVO DI PASQUA? L’AD DELLA RAI SI SAREBBE NUOVAMENTE PRESENTATO AL COSPETTO DEL MINISTRO GUALTIERI CON L'INTENTO DI PARLARE DELLE PROPRIE DIMISSIONI. IL TESORO PERÒ LO AVREBBE DISSUASO, ALMENO PER ORA. TE CREDO, CON RENZI CHE BOMBARDA OGNI MOMENTO TROVARE UN SOSTITUTO CHE VADA BENE A TUTTI È IMPOSSIBILE – INTANTO È STATA APPROVATA LA NOMINA DI CIANNAMEA...

-

Condividi questo articolo

 

 

Marco Antonellis per Dagospia

 

FABRIZIO SALINI FABRIZIO SALINI

La notizia che sta circolando in queste ore in importanti ambienti istituzionali se confermata avrebbe del clamoroso e arriva proprio mentre è in corso un Cda cruciale per il futuro della Rai (a proposito: la nomina di Ciannamea è stata già approvata mentre il discorso "alla nazione" di Salini è atteso in chiusura di Consiglio); ieri l’Ad Salini si sarebbe nuovamente presentato al cospetto del ministro Gualtieri e stavolta anche con l'intento di parlare delle proprie dimissioni.

 

ciannamea ciannamea roberto gualtieri roberto gualtieri

Il Tesoro però lo avrebbe dissuaso, almeno per ora. Troppo difficile, con questa situazione politica, trovare un sostituto che vada bene anche a 5Stelle e Italia Viva anche se il totonomi già impazza. Per ora si continua quindi con Salini, anche se nei prossimi giorni la sua sostituzione potrebbe tornare d’attualità, nel quadro delle 400 nomine che il Governo si accinge a varare. D’altronde nel Pd ormai con Salini hanno chiuso tutti i rapporti. Ed anche nei 5Stelle il principale difensore di Salini, Di Maio, ormai non è più il capo politico del movimento. A questo punto sorge spontanea una domanda: Salini mangerà l’uovo di Pasqua?

MATTEO RENZI DA VESPA MATTEO RENZI DA VESPA roberto gualtieri si congratula con giuseppe conte per l'informativa sul mes roberto gualtieri si congratula con giuseppe conte per l'informativa sul mes matteo renzi 16 matteo renzi 16

 

Condividi questo articolo

politica

IL PIANO DI MACRON, SANCHEZ, CONTE, ETC.: EUROBOND CON LA GARANZIA DELL'EUROPA FINALIZZATI SOLO ALL’EMERGENZA DEL CORONAVIRUS CON UNA COMMISSIONE CHE VERIFICHERÀ L’UTILIZZO DEI FONDI DEI VARI PAESI - LA SITUAZIONE È NELLE MANI DI TRE TEDESCHI (HOYER, URSULA E REGLING) DA UNA PARTE, DALL’ALTRA IL PRESIDENTE DELLA BCE CHRISTINE LAGARDE CON FABIO PANETTA CHE LA CONTROLLA (A LUI SI DEVE IL CAMBIO DI ROTTA DELLA FRANCESE), PIÙ DAVID SASSOLI - IL PROSSIMO PASSO DI CONTE: LO STATO GARANTIRA' I PRESTITI DELLE BANCHE ALLE IMPRESE - SI STA STUDIANDO L'ALLENTAMENTO DEL LOCKDOWN: SECONDO GLI ESPERTI IL 16 APRILE DOVREBBE FERMARSI L’ECATOMBE E DAL 18 SI POTREBBE PARTIRE CON UNA CAUTA RIAPERTURA