LOTITO NELL’OCCHIO (DELLA RAGGI) – SCONTRO TRA IL PRESIDENTE DELLA LAZIO E LA SINDACA SUL NUOVO STADIO BIANCOCELESTE – VIRGY: “NON HO RICEVUTO PROPOSTE”. E POI OFFRE IL FLAMINIO - LA REPLICA DI LOTITO: "NESSUNA OFFERTA SUL FLAMINIO È MAI PERVENUTA E MAI POTREBBE ESSERE ACCOLTA”. E RILANCIA IL PROGETTO DELLO "STADIO DELLE AQUILE" DA COSTRUIRE SULLA VIA TIBERINA

-

Condividi questo articolo

Nicola Berardino per gazzetta.it

 

claudio lotito foto mezzelani gmt51 claudio lotito foto mezzelani gmt51

Il sindaco di Roma, Virginia Raggi apre la porta per lo stadio della Lazio. “Quando il presidente Lotito vorrà formulare una proposta, sono pronta ad accoglierla e analizzarla – ha dichiarato la prima cittadina della Capitale, intervenendo in studio a Radiosei -. Sono in attesa. Anzi, in trepidante attesa. In qualche incontro ufficiale, in via informale, gli ho detto di pensare al Flaminio. Finora non ho mai avuto una proposta. Se mi sento con Lotito? No, non c’è stato nessun invito ufficiale. O meglio, c’è stato un invito prima del derby per visitare il centro sportivo di Formello, poi annullato per il momento. Mio figlio era disperato. A Matteo piace molto Immobile, indossa una sua maglia autografata e ha come idolo pure Lucas Leiva”.

raggi raggi

 

Nella trasmissione “Quelli che hanno portato il calcio a Roma”, di Guido De Angelis è intervenuto telefonicamente Arturo Diaconale, portavoce della Lazio. “Dopo la visita ufficiale alla Roma da parte del sindaco, non potevamo fare alla vigilia del derby una visita ufficiosa che poteva ingenerare una polemica. Sarebbe stato come dire: i tifosi laziali figli di un Dio minore. Le maglie per suo figlio sono sempre pronte. Ora faccio un invito al sindaco per l’inaugurazione di Formello dopo che sarà completata la ristrutturazione del centro sportivo. Progetto stadio? È stato già depositato nel 2005 (zona Tiberina, ndr): quello dello Stadio delle Aquile.

claudio lotito claudio lotito

 

Noi contiamo nello stesso trattamento della Roma. Le preannuncio l’invito formale. Se ci sono state delle incomprensione verranno superate assolutamente. Faccio un’altra richiesta. L’anno prossimo si festeggeranno i 120 anni del club e ci saranno tante manifestazioni di celebrazione. Lotito vorrebbe fare un busto del fondatore Bigiarelli a Piazza della Libertà (luogo di nascita della Lazio, ndr) e chiediamo un aiuto anche in questo”. Per Virginia Raggi Lazio è anche una questione di famiglia. “Mio marito Andrea e mio figlio Matteo sono lazialissimi. Di calcio ne parliamo quando la Lazio vince, quindi spessissimo…”.

 

stadio flaminio stadio flaminio

IL COMUNICATO — Sul Flaminio come possibile stadio della Lazio c’è stata una precisazione dal parte del club biancoceleste attraverso un comunicato. “Nessuna offerta relativa alla utilizzazione dello stadio Flaminio è mai pervenuta e mai potrebbe essere accolta, come già ripetutamente ribadito dal Presidente Lotito (l’ultima dichiarazione in tal senso risale al 25 febbraio 2017) vista l’impossibilità, a causa di una serie di vincoli e di ragioni logistiche e di sicurezza insuperabili, di poter trasformare la struttura ideata da Nervi come un moderno e funzionale stadio per calcio professionistico di livello nazionale ed internazionale. Non è un caso che il Flaminio sia in stato d’abbandono da lunghissimo tempo e tutti i tentativi di destinarlo ad un qualsiasi uso siano miseramente falliti”

rendering progetto stadio delle aquile sulla tiberina rendering progetto stadio delle aquile sulla tiberina

 

stadio flaminio abbandonato stadio flaminio abbandonato stadio flaminio stadio flaminio FLAMINIO FLAMINIO FLAMINIO FLAMINIO FLAMINIO FLAMINIO FLAMINIO FLAMINIO stadio flaminio abbandonato stadio flaminio abbandonato stadio flaminio abbandonato stadio flaminio abbandonato stadio flaminio abbandonato stadio flaminio abbandonato lotito lotito

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

QUANTO DURA IL CONTE ZELIG A PALAZZO CHIGI? E’ ORMAI FUORI DAL BALCONE - IL SUPPLI' CON LE UNGHIE HA DIMENTICATO DI ESSERE UN BURATTINO CON LA POCHETTE MESSO A PALAZZO CHIGI DALL'INCAUTO DI MAIO E SI E’ MESSO IN TESTA DI ESSERE UN LEADER - UN SONORO VAFFANCULO ALL’EX BIBITARO: “IL PIANO ANTI-EVASIONE NON PUÒ ESSERE NÉ SMANTELLATO NÉ TOCCATO. IO HO INIZIATO CON IL M5S CHE GRIDAVA "ONESTÀ ONESTÀ" - VAFFA A RENZI: “BISOGNA FARE SQUADRA, CHI NON LA PENSA COSÌ È FUORI DAL GOVERNO"

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute