LA ROMA SOFFRE MA TORNA ALLA VITTORIA, DI FRANCESCO SALVA LA PANCHINA – ALL’OLIMPICO SUCCEDE DI TUTTO TRA PAPERE DI OLSEN E LE PROTESTE DEL GENOA PER LA SPINTA DI FLORENZI A PANDEV NEL FINALE – DI FRANCESCO: "SIAMO ANCORA UNA SQUADRA MALATA". E POI ESALTA ZANIOLO: "L’HO MANDATO IN CAMPO A MADRID E QUALCUNO MI HA DETTO CHE NON STAVO BENE" – MAGIA MILIK A CAGLIARI: IL NAPOLI RESTA A MENO 8 DALLA JUVE, GLI ULTRAS SARDI TENTANO L’ASSALTO AI NAPOLETANI

-

Condividi questo articolo

Andrea Pugliese per gazzetta.it

roma genoa kluivert roma genoa kluivert

 La Roma torna a vincere, Di Francesco salva la panchina, Prandelli perde per la prima volta da tecnico del Genoa. Ridotto così, questo 3-2 sembrerebbe di facile lettura. Invece Roma-Genoa è stata una partita incredibile, pazzesca, con l'Olimpico che per un tempo buono ha fischiato la squadra di casa. Primo tempo scoppiettante. Al 17' Olsen si fa passare tra le gambe il tiro non irresistibile di Hiljemark, poi viene bruciato da Piatek prima che possa recuperare palla. È l'1-0 rossoblù, pareggiato al 31' da Fazio, bravo a trovare la stoccata in mischia su di una punizione mal calciata da Florenzi. Due minuti dopo, Genoa di nuovo avanti: da corner, sponda di Sandro e destro al volo di Hiljemark. La Roma sembra alle corde, ma proprio prima dell'intervallo Under di tacco innesca la velocità di Kluivert, che brucia Zukanovic e incrocia in diagonale beffando Radu. Si torna negli spogliatoi sul 2-2, con i fischi dell'Olimpico. In apertura di ripresa, Under si mangia un gol a porta vuota, poi una nuova papera di Olsen è cancellata dal Var, che ravvisa un fuorigioco di Piatek prima della rete di Lazovic. La Roma si salva e poco dopo passa addirittura in vantaggio: sponda di Kluivert, gran destro di Cristante dal limite. Lo stesso centrocampista giallorosso colpisce anche un palo a porta vuota. Il Genoa invece si spegne una volta sotto, anche se Pandev getta via la palla del pari e Florenzi rischia grosso con una spinta in area sempre sul macedone. La Roma ritrova così la vittoria che mancava dall'11 novembre.

roma genoa olsen roma genoa olsen

 

TENSIONE A CAGLIARI

Da www.corrieredellosport.it

milik milik

 Momenti di tensione nella tarda mattinata a Capoterra, a 20 km da Cagliari, tra un gruppo di tifosi del Napoli e sardi. Nessuno scontro, ma solo danni alle porte e alla finestre di una struttura alberghiera. Una decina di supporter partenopei era ospite di un residence e si stava preparando per uscire e raggiungere la Sardegna Arena per assistere alla partita. Un gruppo di supporter del Cagliari, circa una ventina di persone, ha raggiunto la struttura alberghiera, cercando di entrare per aggredire gli ultrà avversari. I tifosi del Napoli si sono barricati nelle stanze, mentre i cagliaritani, alcuni armati di bastone, tentavano di sfondare le porte. Sul posto sono intervenuti gli agenti della squadra volante di Cagliari e i carabinieri. Quando le forze dell'ordine sono arrivate al residence i tifosi cagliaritani erano già fuggiti, non prima di aver danneggiato porte e finestre del residence. I tifosi del Napoli sono stati poi scortati fino allo stadio. La polizia ha avviato le indagini sull'episodio.

roma genoa roma genoa roma genoa 3-2 roma genoa 3-2

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

LA LETTERA DI MELANIA RIZZOLI AI MALATI DI TUMORE AL CERVELLO: “NON FATEVI IMPRESSIONARE DALLA MORTE DI NADIA TOFFA, PERCHÉ LEI HA AVUTO UNO DI QUEI TIPI PER I QUALI NON CI SONO CURE CERTE E PER I QUALI LA SCIENZA E LA RICERCA STANNO LAVORANDO MOLTO. I SEGNI E I SINTOMI DELLA PRESENZA DI LESIONI OCCUPANTI SPAZIO NEL CRANIO SONO SIMILI, E RICONOSCERLI ALLO STADIO INIZIALE PUÒ MIGLIORARE LA PROBABILITÀ DI GUARIGIONE E DI SOPRAVVIVENZA, E QUANDO SI PRESENTA UNO DI QUESTI SINTOMI..."