SENZA MESSI, GUARDIOLA IN EUROPA NON VINCE PIU’ - COL BAYERN MONACO SI E’ FERMATO 3 VOLTE IN SEMIFINALE, CON IL CITY UNA AGLI OTTAVI E DUE AI QUARTI – INGLESI E TEDESCHI SOTTO LA SUA GUIDA HANNO INVESTITO BEN 812 MILIONI (608 GLI INGLESI E 204 I TEDESCHI) PER NON CENTRARE L’OBIETTIVO CHAMPIONS – PESANO GLI ERRORI DEGLI ARBITRI E QUELLI DEL VAR - GUARDIOLA NON SI RASSEGNA E DICE CHE “CI RIPROVERA’”. ALLA GUIDA DEL CITY O…MAGARI DELLA JUVE?

-

Condividi questo articolo

city tottenham guardiola city tottenham guardiola

Alessandro Pasini per il Corriere della Sera

 

Comunque vada, sarà il primo successo. Dei quattro allenatori rimasti in Champions League, infatti, nessuno l' ha mai vinta: Klopp ci è andato vicino con due finali (Dortmund e Liverpool) ma sta a zero proprio come Valverde (Barcellona), Pochettino (Tottenham) e Ten Hag (Ajax). Un evento storico, visto che l' ultima congiuntura simile fu nel 2004 con Mourinho (Porto, poi vincitore), Irureta (Deportivo La Coruña), Ranieri (Chelsea) e Deschamps (Monaco).

 

Un segno di trasformazione, di calcio che cambia e, fatalmente, di monumenti che si sgretolano. Di Mourinho, due trofei in salotto, neanche parlarne: licenziato a dicembre, l' eliminazione diretta con il Manchester United manco l' ha giocata. Simeone - due finali con l' Atletico Madrid nel 2014 e nel 2016 - ha salutato agli ottavi contro la Juve. E Allegri, anch' egli due finali nel 2015 e nel 2017, lo ha seguito a ruota al turno dopo.

city tottenham guardiola city tottenham guardiola

 

Sia Diego che Max erano tra i candidati forti alla vittoria finale, ma mai come Pep Guardiola, che di tutti gli assi eliminati è senz' altro quello più pesante. Lui di coppe ne ha conquistate due nel 2009 e nel 2011 alla guida del Barcellona, con cui, en passant, ha fatto la storia anche con il gioco. Da allora nell' immaginario collettivo si è formata la convinzione che l' Europa per il Pep fosse un destino. E, invece, a quanto dicono molti, sta diventando una maledizione.

 

Guardiola Cruijff Guardiola Cruijff

Seguiamo i numeri: dal 2012 le sue squadre si sono fermate 4 volte in semifinale (1 con il Barça e 3 col Bayern Monaco), 2 ai quarti (Manchester City) e una agli ottavi (ancora con il Man City). Tanto basta oggi per seppellire uno dei tecnici più importanti della storia del calcio sotto le accuse di essere un bollito, uno che pensa solo ad attaccare, un presuntuoso (lascia in panchina De Bruyne!) e pure uno che fa spendere a vanvera: Manchester City e Bayern sotto la sua guida avrebbero investito ben 812 milioni (608 gli inglesi e 204 i tedeschi) «per non vincere niente».

Guardiola Guardiola

 

Forse però sarebbe meglio non esagerare, perché non sempre una partita è un sentenza sulla Storia. In fondo l' uscita del City col Tottenham è arrivata dopo molti episodi controversi, fra Var, errori imponderabili (nessun mago della panchina poteva prevedere i lisci oratoriali di Laporte) e un epico, magnifico caos che sfuggiva a ogni controllo razionale. Senza contare che con la Var l' anno scorso il gol di Sané al Liverpool sarebbe stato convalidato e avrebbe magari ridiretto la storia del quarto di finale: che a volte c' entri davvero la fortuna?

 

city aguero guardiola city aguero guardiola

Da un lato, insomma, i dati sono impietosi. Ma dall' altro, come ha sottolineato bene Jonathan Wilson sul Guardian , «nessuno ha il diritto divino di arrivare in finale, nemmeno se guida un superclub». E il famoso obbligo a vincere, aggiungeremmo noi, è spesso un' idea della nostra mente che chi va in campo non ha.

 

L' unica certezza alla fine l' ha detta così proprio Pep : «Ci riproveremo». Nessun dubbio.

Anche perché se è una maledizione la sua, pensate quella di chi la Coppa non l' ha mai neanche sfiorata.

 

2. GUARDIOLA

Da www.calciomercato.it

pep guardiola pep guardiola

 

La 'Vecchia Signora' potrebbe ripartire nuovamente da Massimiliano Allegri, confermato al timone dal presidente Agnelli subito dopo la disfatta contro i 'Lancieri'.

Il giornalista Roberto Renga svela però un retroscena sulla panchina bianconera: "Ci risulta, a me e ad un gruppo di amici, di una telefonata di Agnelli a Guardiola mezz'ora dopo la fine della partita di Champions. Però questo non significa moltissimo, anche perché Guardiola sta bene al Manchester City. E poi non credo che la Juventus voglia spendere così tanto per un allenatore. Probabile che ci sia ancora Allegri la prossima stagione, però ancora non si ha la certezza", ha detto Renga intervenendo a 'Top Calcio 24'.

MESSI GUARDIOLA MESSI GUARDIOLA city united guardiola sterling city united guardiola sterling guardiola 2 guardiola 2 guardiola luis enrique 1 guardiola luis enrique 1 guardiola luis enrique guardiola luis enrique guardiola messi guardiola messi guardiola guardiola sport sport striscione per guardiola striscione per guardiola sacchi sarri guardiola sacchi sarri guardiola sacchi sarri guardiola sacchi sarri guardiola sacchi guardiola ancelotti sacchi guardiola ancelotti guardiola guardiola messi guardiola 1 messi guardiola 1

 

guardiola guardiola guardiola city doc 1 guardiola city doc 1 sacchi guardiola ancelotti sacchi guardiola ancelotti sacchi guardiola sacchi guardiola

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

VE LA RICORDATE LA REGOLETTA ''CHI DESTABILIZZA QUESTO GOVERNO, SARÀ DESTABILIZZATO''? È IL PRINCIPIO SU CUI SI FONDA IL CONTE-BIS, E RENZI NE STA AVENDO UNA BELLA CUCCHIAIATA, AMARA E INDIGESTA. ORA PERDE LA TESTA CONTRO I GIORNALISTI, MA IL SUO PROBLEMA È IL ''DEEP STATE'', E IN PARTICOLARE QUELLE SEGNALAZIONI DELL'ANTIRICICLAGGIO DI BANKITALIA CHE HANNO SVELATO I DETTAGLI DEI SUOI PRESTITI E BONIFICI. LA STESSA BANKITALIA GUIDATA DA QUEL VISCO CHE LUI VOLEVA CACCIARE IN MALO MODO - PS: PER SALVINI LE COSE NON VANNO MEGLIO. L'INCHIESTA SU GALLI E' COINVOLTO…

business

cronache

sport

cafonal

"BUONISSIMA LA PRIMA" – MATTIOLI: "I VESPRI SICILIANI’ AL COSTANZI DI ROMA RESTERANNO UNA PIETRA MILIARE NELLA STORIA INTERPRETATIVA DELL'OPERA DI VERDI - TRIONFO PER DANIELE GATTI: CON LUI SUL PODIO L'ORCHESTRA SI SUPERA - QUALCHE BABBIONESCA CONTESTAZIONE PER LA REGISTA VALENTINA CARRASCO SU UNA SCENA DOVE LE BALLERINE SI SCAMBIAVANO SECCHIATE D’ACQUA: NOSTALGIA DEL TUTÙ? - LA SINDACA VIRGINIA RAGGI ARRIVA IN RITARDO, FA UN INGRESSO TIPO JOAN COLLINS IN UNA SERIE TIVÙ ANNI OTTANTA E VIENE IGNORATA DAI PIÙ'' - VIDEO

viaggi

BEVI E GODI CON CRISTIANA LAURO - GIANFRANCO VISSANI SARA PAZZARIELLO QUANTO VI PARE, MA QUANDO SI METTE AI FORNELLI RESTA QUEL GRANDE CHEF CHE È SEMPRE STATO. ALLA FACCIA DEI FRANCESI CHE TRATTANO UNO DEI MONUMENTI DELLA TAVOLA ITALIANA (CASA VISSANI A BASCHI, TERNI) COME SE FOSSE UN BISTROT - AL GALA DINNER PER LA NUOVA GUIDA BIBENDA DELLA FONDAZIONE ITALIANA SOMMELIER DI FRANCO RICCI, VISSANI HA TIRATO FUORI SENSIBILITA E CORAGGIO, E UN RISOTTO IMPECCABILE PER OLTRE MILLE PERSONE

salute