SIMONE INZAGHI POSITIVO AL COVID (PER LA SECONDA VOLTA). DA QUANDO È PARTITA L’ONDATA OMICRON, È IL QUARTO CASO NELLO SPOGLIATOIO NERAZZURRO. ERA GIÀ ACCADUTO NELL’APRILE 2021 QUANDO INZAGHINO ANCORA ALLENAVA LA LAZIO: ERA RISULTATO POSITIVO E ASINTOMATICO. INVECE, CI FURONO MOMENTI DI APPRENSIONE PER LA MOGLIE, GAIA LUCARIELLO. LA DONNA FU RICOVERATA ALL’OSPEDALE SPALLANZANI…

-

Condividi questo articolo


Salvatore Riggio per corriere.it

 

simone inzaghi simone inzaghi

Simone Inzaghi è risultato positivo al Covid. L’allenatore dell’Inter, come si legge sul comunicato del club di viale Liberazione, «seguirà da ora le procedure previste dal protocollo sanitario». Da quando è partita l’ondata Omicron, è il quarto caso nello spogliatoio nerazzurro. Quasi un mese fa erano risultati negativi – poi guariti e regolarmente tornati arruolabili – Cordaz, Satriano e Dzeko, che è tornato al gol contro il Venezia, sabato 22 gennaio, segnando la rete della vittoria a 90’ (2-1).

 

Per Simone Inzaghi è la seconda volta. Nell’aprile 2021, quando ancora allenava la Lazio, era risultato positivo ed era asintomatico. Invece, ci furono momenti di apprensione per la moglie, Gaia Lucariello. La donna fu ricoverata all’ospedale Spallanzani di Roma per una forte tosse (il timore era che potesse insorgere una polmonite). «Tutti contagiati in famiglia. Stiamo bene e in isolamento», le parole con cui la Lucariello aveva annunciato su Instagram la positività. Poi la guarigione e il trasferimento a Milano con Simone Inzaghi pronto a iniziare l’avventura all’Inter.

simone inzaghi simone inzaghi

 

 

In questo gennaio 2022 il tecnico nerazzurro ha conquistato la Supercoppa Italiana vincendo 2-1 contro la Juventus (Sanchez al 120’, il 12 gennaio), ha strappato il pass per i quarti di finale di Coppa Italia (3-2 ai supplementari contro l’Empoli, 19 gennaio) e staccato il Milan in classifica, ora secondo (in compagnia del Napoli) a -4. Ma l’Inter ha una gara in meno.

 

simone inzaghi gaia lucariello simone inzaghi gaia lucariello

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

DRAGHI SI È ROTTO IL CAZZO: GOVERNO ALL'ULTIMA SPIAGGIA! – PRIMA ISOLA CONTE SULLE ARMI ALL’UCRAINA, POI METTE SPALLE AL MURO SALVINI E FORZA ITALIA SULLE CONCESSIONI BALNEARI E MANDA UN AVVISO AI NAVIGATI: ENTRO MAGGIO BISOGNA CHIUDERE CON IL DDL CONCORRENZA O SALTANO I FONDI UE - E OTTIENE IL VIA LIBERA DAL CDM A METTERE LA FIDUCIA: "C’È IN GIOCO IL PNRR” (IL SOTTOTESTO: SE QUALCUNO NON E' D'ACCORDO, SI ASSUMA LA RESPONSABILITA' DI STACCARE LA SPINA) - I NODI ANCORA DA SCIOGLIERE: QUALI CONCESSIONI METTERE AL BANDO E COME INDENNIZZARE CHI PERDE IL LIDO...

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

“CHI NON È VACCINATO NON È COPERTO” - BASSETTI PROVA A RASSICURARE SUI PRIMI CONTAGI DI VAIOLO DELLE SCIMMIE, MA OTTIENE L’EFFETTO OPPOSTO: LE INIEZIONI OBBLIGATORIE CONTRO LA MALATTIA SONO STATE ABROGATE NEL 1981 E NON VENGONO FATTE PRATICAMENTE DAL 1974 - "È UN PROBLEMA EUROPEO E GLOBALE, DOBBIAMO FARE MOLTO BENE IL TRACCIAMENTO E FERMARE IL FOCOLAIO. NON C'È UNA CURA SPECIFICA, IN GENERE QUESTE FORME SI AUTOLIMITANO. SI TRASMETTE ANCHE ATTRAVERSO IL RESPIRO, MA SOLO SE…”