UN MARZIANI A MOSCA – INAUGURATA NELLA CAPITALE RUSSA LA MOSTRA DEDICATA AL MITICO MARIO BELLINI: UN VIAGGIO LUNGO QUASI 60 ANNI TRA DESIGN, ARCHITETTURA ED EXHIBITION DESIGN – IL VERNISSAGE DELLA RETROSPETTIVA CON IL PRESIDENTE DELLA CAMERA FICO, LA VICEPRESIDENTE DELLA DUMA IRINA JAROVAJA E L’AMBASCIATORE ITALIANO A MOSCA PASQUALE TERRACCIANO

-

Condividi questo articolo

Gianluca Marziani per Dagospia

roberto fico mario bellini divisumma roberto fico mario bellini divisumma

 

Il 4 marzo presso il Museo di Architettura A.V. Schusev alla presenza del presidente della Camera dei deputati Roberto Fico, della vice presidente della Duma di Stato della Federazione Russa Irina Jarovaja, dell’Ambasciatore italiano a Mosca Pasquale Terracciano e del direttore dell’Istituto Italiano di Cultura Olga Strada si è inaugurata la mostra "Mario Bellini. Italian Beauty. Architettura, design e altro". Nel corso della cerimonia Roberto Fico ha donato a Bellini una medaglia della Camera dei Deputati come segno di riconoscimento per la sua prestigiosa carriera.

 

pasquale terracciano mario bellini roberto fico pasquale terracciano mario bellini roberto fico

La mostra, organizzata dall'Istituto Italiano di Cultura di Mosca in collaborazione con la Triennale di Milano, il Museo di Architettura Schusev e lo Studio di architettura di Dario Curatolo (che ha firmato il progetto di allestimento) e con il patrocinio dell'Ambasciata d'Italia a Mosca, occupa i tre piani del suggestivo spazio chiamato “Ruiny” del Museo Statale di Architettura Schusev di Mosca e sarà aperta al pubblico dal 5 marzo al 13 aprile 2019, proseguendo in versione ridotta negli spazi del Petrovskij Passazhe fino al 30 aprile nell'ambito della XIX stagione dell’Open Art Festival “Bosco dei Ciliegi”.

 

pasquale terracciano mario bellini 2 pasquale terracciano mario bellini 2

"Mario Bellini. Italian Beauty"– che è un viaggio trasversale lungo quasi 60 anni tra design, architettura, exhibition design – è un omaggio all’opera poliedrica e singolare di un progettista italiano che ha ottenuto ogni successo sia nella piccola scala (otto Compassi d’Oro in carriera), sia nella grande scala (Centri Congressi, Fiere, Musei progettati dal Giappone agli Usa, dalla Germania all’Australia e, nel 2012 il Dipartimento delle arti islamiche, un’onda dorata per il museo più prestigioso del mondo, il Louvre di Parigi).

 

tavolo tavolo

Mosca è la prima città di una grande tournée della mostra, iniziata alla Triennale di Milano nel 2017. Si tratta della prima retrospettiva in Russia dedicata ad un architetto vivente “Dall’idea primigenia, che viene fissata sul foglio bianco, si mostra il percorso che porta all’incarnazione del tratto in oggetto. Questa mostra, nell’anno del 500nario della scomparsa di Leonardo Da Vinci, rappresenta quel filo rosso di continuità che caratterizza la creatività italiana nei secoli e  che genera una perenne meraviglia nel mondo”, dice Olga Strada, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Mosca, da sempre attenta a far conoscere in Russia la cultura italiana nelle sue diverse espressioni. Appositamente per la mostra Bellini ha creato il tavolo Grand Canyon, sinuosa struttura in vetro e acciaio, realizzata dalla ditta Oak di Renato Pologna.

ospiti ospiti

 

Per la prima volta nella sua lunga carriera, Bellini non ha allestito da sé la mostra ma ha lasciato il posto all’architetto Dario Curatolo che ha firmato il progetto di allestimento “Costruire uno spazio di racconto intorno all’opera del maestro Bellini”, afferma Curatolo, “ha richiesto un approccio particolare. Bisognava muoversi in un ambito che non distogliesse dall’opera ma ne evidenziasse la forza, il tratto, l’unicità”.

 

La retrospettiva di Mosca si inaugura poco più di trent'anni dopo la mostra tenutasi nel 1987 al MoMA di New York, quando Bellini era già presente con 25 opere nella collezione permanente del museo americano. Proprio il 1987 è stato l’anno della svolta di Bellini che da allora si dedica prevalentemente all’architettura di grande scala e al disegno urbano..

 

vaso venini torcia vaso venini torcia

Il tema principale della mostra è la Bellezza. In visione l’intera gamma dei lavori dell'artista: mobili originali e di design, tra cui i leggendari “P101” primo personal computer della storia, “Divisumma 18” prototipo della tecnologia touch screen e “Pop” il lettore portatile antenato dell’iPod. Grazie al video e alle immagini "immersive" (regia di Giovanni Piscaglia) proiettate su grandi schermi, la mostra permette al pubblico di familiarizzare con le opere architettoniche di Bellini.

 

La mostra si svolge sotto il patrocinio dell'Ambasciata d’Italia in Russia e si avvale del supporto della ditta “Red Square”.

pasquale terracciano mario bellini pasquale terracciano mario bellini

Sponsor dell'evento: Banca Intesa Sanpaolo, Bosco di Ciliegi, Elena Shlenkina Agency, ditta OAK. Le video installazioni sono state realizzate da “3D Produzioni”,. Partner della mostra: Studio "Mario Bellini Architects", il Museo delle macchine da scrivere della città di Bra e le ditte "Kartell", "Venini", "Cassina", "B&B Italia", "Artemide" e "Floss".

 

 

Gianluca Marziani Gianluca Marziani Walter Ferrara Elena Schelnkina Olga Strada Roberto Fico Yvonne De Rosa Irina Yarovaja Michail Kusnirovich Elizaveta Lichaceva Walter Ferrara Elena Schelnkina Olga Strada Roberto Fico Yvonne De Rosa Irina Yarovaja Michail Kusnirovich Elizaveta Lichaceva ospiti 2 ospiti 2 olga strada nicola mavica olga strada nicola mavica olga strada olga strada ospiti 5 ospiti 5 lorenza baroncelli marco sammicheli olga strada elena titova lorenza baroncelli marco sammicheli olga strada elena titova allestimento allestimento albero ciliegio albero ciliegio allestimento 2 allestimento 2 allestimento 3 allestimento 3 dario curatolo teresa mavica mario bellini dario curatolo teresa mavica mario bellini bellini e giovane visitatore giorgio bellini e giovane visitatore giorgio bellini riceve la medaglia della camera dei deputati bellini riceve la medaglia della camera dei deputati cocktail cocktail credits credits dario curatolo mario bellini roberto fico dario curatolo mario bellini roberto fico dario curatolo mario bellini dario curatolo mario bellini elena shlenkina mario bellini elena shlenkina mario bellini elena titova elena titova elena marco roberto fico yvonne de rosa kusnirovic elena marco roberto fico yvonne de rosa kusnirovic elena shlenkina renato pologna mario bellini elena shlenkina renato pologna mario bellini evelina schatz andrey chernikhov maja avelicheva evelina schatz andrey chernikhov maja avelicheva guests guests flowers cherry flowers cherry guido pologna renato pologna mario bellini guido pologna renato pologna mario bellini inaugurazione inaugurazione ingresso mostra ingresso mostra irina yarovaya mario bellini roberto fico irina yarovaya mario bellini roberto fico karen terracciano pasquale terracciano mario bellini karen terracciano pasquale terracciano mario bellini irina yarovaya irina yarovaya karen terraciano irina yarovaya michail kusnirovich karen terraciano irina yarovaya michail kusnirovich ospiti 3 ospiti 3 mario bellini dario curatolo giovane ospite olga strada mario bellini dario curatolo giovane ospite olga strada mario bellini dario curatolo olga strada rosario alessandrello mario bellini dario curatolo olga strada rosario alessandrello ospiti 4 ospiti 4 mario bellini irina yarovaya olga strada karen terracciano yvonne de rosa mario bellini irina yarovaya olga strada karen terracciano yvonne de rosa mario bellini dario curatolo olga strada mario bellini dario curatolo olga strada mario bellini e maquette mario bellini e maquette mario bellini e mimose mario bellini e mimose mario bellini giorgio dario curatolo mario bellini giorgio dario curatolo michail kusnirovich michail kusnirovich mario bellini tavolo canyon per oak mario bellini tavolo canyon per oak mario bellini teresa mavica mario bellini teresa mavica ospiti 6 ospiti 6 olga strada mario bellini teresa mavica dario curatolo 2 olga strada mario bellini teresa mavica dario curatolo 2 olga strada mario bellini teresa mavica dario curatolo olga strada mario bellini teresa mavica dario curatolo ospiti 7 ospiti 7 renato pologna irina yarovaya roberto fico elizaveta lichaceva olga strada renato pologna irina yarovaya roberto fico elizaveta lichaceva olga strada roberto fico e ospiti roberto fico e ospiti roberto sabelli mario bellini rosario alessandrello roberto sabelli mario bellini rosario alessandrello roberto fico michail kusnirovich roberto fico michail kusnirovich roberto fico yvonne de rosa michail kusnirovich roberto fico yvonne de rosa michail kusnirovich roberto fico yvonne de rosa roberto fico yvonne de rosa spazio ruins spazio ruins roberto fico roberto fico tavolo canyon tavolo canyon

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL DIARIO DI UN MORTO DI FAME - QUELLO DI VALENTINO ZEICHEN È IL RACCONTO DI UN'AGONIA LETTERARIA ROMANA DOVE ''UN POETA AL MASSIMO PUÒ SPERARE DI IMBUCARSI A UNA "CENA PER 500 FINTI VIP"– ‘’MARTONE HA PRETESO DI RICAVARE UN TEATRO DA UN CAPANNONE INDUSTRIALE SITUATO LUNGO IL TEVERE, ALL'ALTEZZA DEL GAZOMETRO. HA GETTATO 22 MILIARDI DI DENARO PUBBLICO NELLA DISCARICA DI RIFIUTI INDUSTRIALI. LE ZANZARE AVRANNO IL COMPITO DI TENERE SVEGLI GLI SPETTATORI DAGLI SPETTACOLI NOIOSI” - "QUEI MAFIOSI COMUNISTI DI GARBOLI E GIUDICI"

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute