"STIAMO BUTTANDO VIA LE DOSI DI ASTRAZENECA" - DOPO L'ALLARME DEI MEDICI DI BASE NEL LAZIO, INTERVIENE LA CORTE DEI CONTI - LE VERIFICHE SONO INIZIATE DOPO L'ALT ALL'USO DEL VACCINO PER GLI UNDER 60 - LA DIFESA DELLA REGIONE: “NESSUN ESUBERO DI DOSI, I MEDICI DI BASE SANNO BENISSIMO CHE BASTA RESTITUIRLE ALLA FARMACIA OSPEDALIERA O DELLE ASL...”

-

Condividi questo articolo


 

roma vaccinazione anti covid 19 per i maturandi 3 roma vaccinazione anti covid 19 per i maturandi 3

Ilaria Sacchettoni per il "Corriere della Sera"

 

Dopo il grido d' allarme lanciato dai medici di base - «Stiamo buttando via le dosi di AstraZeneca» - interviene la magistratura contabile. La procura regionale della Corte dei Conti ha avviato una ricognizione sulla distribuzione dei vaccini agli under sessanta. I magistrati guidati da Pio Silvestri interloquiranno con il ministero della Salute e la Regione per avere conferme: davvero, nel pieno della campagna vaccinale si stanno gettando via preparati? Secondo e più complesso interrogativo: Quanto minaccia di costarci lo spreco di vaccini?

astrazeneca ai giovani astrazeneca ai giovani

 

Per arrivare a un punto fermo i pm contabili potrebbero, intanto, acquisire documentazione presso le istituzioni competenti. E questo sembra essere il primo passo. Poi, secondo le risposte che otterranno, potrebbero delegare alla polizia giudiziaria ulteriori approfondimenti. Al momento l' avvio di una istruttoria scaturisce da notizie apprese sulla stampa (il Corriere della Sera che giovedì dava conto delle dichiarazioni dei medici di base) ma in seguito potrebbero arrivare degli esposti circostanziati sulla questione.

 

vaccino astrazeneca vaccino astrazeneca

Benché molto prudenti i pm di via Baiamonti guardano con preoccupazione allo stop and go vaccinale nei confronti del farmaco anglo-svedese. Tuttavia non possono ignorare l' affermazione rivolta all' opinione pubblica dal vicesegretario della Fimmg, Pier Luigi Bartoletti: «Purtroppo alcuni dottori hanno dovuto buttarle da quando sabato è arrivata la circolare che raccomandava l' utilizzo di Vaxzevria (cioè AstraZeneca, ndr ) solo per gli over 60». Parole che alludono a un corto circuito istituzionale. Sulla questione è intervenuta la Regione: «Nessun presunto esubero di dosi di vaccino, non c' è motivo di sprecarle, poiché i medici di base sanno benissimo che basta restituirle alla farmacia ospedaliera o delle Asl».

vaccino astrazeneca vaccino astrazeneca

 

A garantire l' assenza di fiale smaltite è la stessa Regione, che sottolinea di avere in giacenza 94.025 dosi di AstraZeneca, utili ai richiami per gli over 60, 185 mila tra giugno e luglio. Ma il problema dei flaconcini dispersi del siero per le nuove disposizioni del ministero della Salute resta un nodo per i dottori di famiglia, alle prese con altri ostacoli delle vaccinazioni eterologhe.

 

astrazeneca dato ai giovani astrazeneca dato ai giovani

I bugiardini dei farmaci infatti - vincolanti per i medici - vietano il mix dei richiami.

«Per evitare il caos nelle vaccinazioni è prioritario il tema sicurezza ma anche il buon senso - dichiara Bartoletti -. Nei nostri studi c' è grande confusione. I richiami a persone sotto i 60 anni devono essere rimandati e riprogrammati, e quelli sopra i 60 può capitare non siano in numero adeguato alle dosi disponibili. I medici hanno in frigorifero al massimo una fiala e dunque ogni singola dose è preziosa. Il rischio di sprechi, benché limitato, è però una possibilità reale».

ASTRAZENECA ASTRAZENECA

 

La Federazione medici ribadisce le contraddizioni attuali: da un lato l' Ema conferma che AstraZeneca è utilizzabile dai 18 anni in su, dall' altro Aifa precisa come i casi di trombosi siano rari nelle prime dosi ma ancora più esigui nelle seconde, contestualmente però prescrive di completare il ciclo degli over 60 anni con Pfizer o Moderna.

 

Condividi questo articolo

media e tv

PILLOLE DI GOSSIP – CHI È IL NUOTATORE, FIDANZATO CON UNA BELLA RAGAZZA, CHE CONTATTA TRANS A CUI INVIA FOTO DEI SUOI PIEDI, DICENDO LORO “LECCAMI LE PINNE”? – LA BRIGLIADORI A BRIGLIA SCIOLTA CONTRO I VACCINI E LE MASCHERINE: “TOGLIETELE PER NON FAR IMPAZZIRE LA GENTE, CHE DEVE TORNARE A PENSARE LIBERAMENTE. LA MASCHERINA NON PROTEGGE DA NULLA, MA MANDA IN CORTO CIRCUITO LE VOSTRE SINAPSI” (VIDEO) – IL PREZZO DEL TROLLEY DI CHIARA FERRAGNI FA INCAZZARE I FOLLOWER – IL FIGLIO DELLA MIRIGLIANI, NICOLA PISU, AL GRANDE FRATELLO VIP?

politica

VAMOS ALLE URNE – JOHNSON RIGHEIRA, SERGIO JAPINO, HUGO MARADONA: LE AMMINISTRATIVE DI OTTOBRE SEMBRANO USCITE DA UNA PLAYLIST DI SERIE B DEGLI ANNI ’80 – STEFANO RIGHI SI CANDIDA A CONSIGLIERE COMUNALE DI TORINO NELLA LISTA CIVICO-COMUNISTA “CITTÀ FUTURA”, L’EX COMPAGNO DELLA CARRÀ INVECE APPOGGERÀ MICHETTI. A NAPOLI SCONTRO IN FAMIGLIA MARADONA: IL FRATELLO DEL PIBE DE ORO, HUGO, SOSTIENE CATELLO MARESCA. SUO NIPOTE, DIEGO JUNIOR (FIGLIO DI DIEGO ARMANDO), SI CANDIDA CON IL CENTROSINISTRA…

business

MONTE DEI DEMOCRATICI DI SIENA – I GROVIGLI, I DISEGNI E LE LITI DELLA SINISTRA SU MPS: L’ISTITUTO È SEMPRE STATO TELE-GUIDATO DALLA POLITICA, PRIMA DAL PCI, POI DAL PDS E INFINE DAL PD – LA FOTO DI MUSSARI E AMATO CHE GUARDANO IL PALIO DALLA FINESTRA, L’ACQUISTO DI BANCA 121 NEL COLLEGIO DI D’ALEMA, IL DISASTRO ANTONVENETA, LA NOMINA DI PROFUMO E L’EX MINISTRO DELL’ECONOMIA PADOAN, DIVENTATO PRESIDENTE DI UNICREDIT (CHE ORA SI VUOLE PAPPARE SIENA…) – IL SINDACO DE MOSSI: "CITTÀ NON RIMANGA SUPINA. NON SIAMO AL SUPERMERCATO"

cronache

sport

MARCELL E I SUOI FRATELLI D'ITALIA - NON C'È SOLO JACOBS: SONO 46 GLI AZZURRI NATI ALL’ESTERO CHE PARTECIPANO ALLE OLIMPIADI DI TOKYO, COME IL LOTTATORE FRANK CHAMIZO DA CUBA, O IL MEZZAFONDISTA YEMANEBERHAN CRIPPA ADOTTATO DAI SUOI GENITORI IN UN ORFANOTROFIO DI ADDIS ABEBA - CHI È NATO NEL NOSTRO PAESE DEVE ASPETTARE I 18 ANNI PER AVERE LA CITTADINANZA E VESTIRE LA MAGLIA AZZURRA: È LA STORIA DI DAISY OSAKUE, LA NOSTRA LANCIATRICE DEL DISCO DIVENTATA FAMOSA PER IL LANCIO DI UOVA CHE LE LESIONÒ UNA CORNEA...

cafonal

viaggi

salute