“WEAR” ARE YOU NOW? – GOOGLE COMPRA PER 2 MILIARDI FITBIT, PRINCIPALE (E UNICO) CONCORRENTE DI APPLE SUL “WEARABLE FITNESS”, CIOÈ SU BRACCIALETTI E OROLOGI CHE MONITORANO LA SALUTE E L’ATTIVITÀ FISICA E CHE VANNO SEMPRE PIÙ DI MODA – OVVIAMENTE A FARE GOLA SONO LA MOLE IMMENSA DI DATI CHE VENGONO CEDUTI E ATTRAVERSO CUI I GIGANTI DEL WEB OTTENGONO INFORMAZIONI SEMPRE PIÙ PRECISE SU DI NOI, CON INEVITABILI RIPERCUSSIONI SULLA PRIVACY

-

Condividi questo articolo

 

 

Federico Rampini per “la Repubblica”

 

fitbit 8 fitbit 8

Se c' era un momento adatto per annunciare questa acquisizione, era alla vigilia della maratona di New York, che oggi vedrà scendere in pista (o per meglio dire sull' asfalto di Staten Island, Brooklyn, Queens, Bronx e Manhattan) oltre 45.000 partecipanti venuti dal mondo intero. Google proprio ieri ha comprato Fitbit, per 2,1 miliardi di dollari. La maratona c' entra perché Fitbit è un' azienda specializzata in ciò che nel gergo dei fan si chiama "wearable fitness", cioè "esercizio fisico indossabile".

 

google fitbit google fitbit fitbit fitbit

Si tratta di tutti quei gadget che assistono e consigliano chi fa sport, ovviamente non solo podistico. Fitbit è una delle marche più note per gli apparecchi "fitness trackers", quelli che hanno l' aspetto di orologi da polso o braccialetti ma servono soprattutto a misurare la pressione, a rilevare altri indicatori del nostro stato fisico e come reagiamo sotto sforzo intenso. Il boom di questi apparecchi fa la prosperità di numerosi produttori, in testa ai quali naturalmente figura Apple che fu tra i primi protagonisti del nuovo fenomeno.

apple watch 5 1 apple watch 5 1

 

Già gli iPhone introdussero precocemente le app conta-passi, di misurazione dell' esercizio fisico, di auto- diagnosi sullo stato di salute, la calorie consumate, e così via. Da lì Apple passò alla produzione di una linea di orologi da polso Apple Watch che in realtà servono soprattutto come surrogati del medico o dell' allenatore personale.

 

Su questi apparecchi s' innesta inoltre un nuovo filone di business: gli abbonamenti a pagamento per ottenere servizi che assomigliano appunto a quelli del medico e dell' allenatore personale.

apple watch 5a generazione 2 apple watch 5a generazione 2

Chi si allena regolarmente, per una maratona oppure in bicicletta, per fare hiking in montagna o kayak, può abbonarsi per ricevere suggerimenti e consigli personalizzati. Dalla migliore dieta alimentare a un programma scientifico con tabella di marcia per gli allenamenti. Più una serie di check-up e diagnosi sempre più individualizzate.

 

fitbit 9 fitbit 9

I medici (o gli allenatori) in carne ed ossa possono essere scettici o sospettosi, ma il boom di questo business conferma che la loro professione è una delle tante ad essere esposte alla concorrenza dell' intelligenza artificiale.

 

IL BRACCIALETTO INTELLIGENTE FITBIT FLEX IL BRACCIALETTO INTELLIGENTE FITBIT FLEX

Intanto con l' acquisizione di Fitbit il gruppo Alphabet-Google si mette sempre più direttamente in competizione con Apple, aggiungendo una nuova gamma di gadget digitali alla sua attività tradizionale che ebbe origine nel motore di ricerca. La maratona di New York è una vetrina importante per misurare quanto l' attività sportiva stia diventando un business hi-tech.

fitbit 10 fitbit 10

 

Il principale sponsor, praticamente "padrone" di questo evento sportivo di massa, è un colosso mondiale del software venuto dall' India, la Tata Consultancy Services (Tcs). Sul campione degli oltre 45.000 iscritti alla maratona newyorchese, più un multiplo di quel numero che sono parenti e amici e tifoserie, la multinazionale indiana sperimenta da anni dispositivi sempre più sofisticati. Si partì col braccialetto elettronico per seguire ogni singolo partecipante, e offrire a parenti o amici l' opzione di seguirlo metro per metro sul proprio smartphone , e si aggiungono nuove offerte di servizi anno dopo anno.

fitbit google fitbit google

 

Tutto questo però ha una rilevanza sul terreno della privacy, che riguarda anche l' acquisizione Google- Fitbit. Attraverso una porta d' ingresso apparentemente innocua come l' attività sportiva, i giganti del digitale conquistano nuovi accessi alle informazioni su di noi. Sono dati rilevanti per ogni sorta di applicazioni mediche, o per venderci abbigliamento sportivo, o integratori alimentari e complessi vitaminici, e così via.

 

fitbit 1 fitbit 1

Ma sono informazioni utili anche da vendere alle compagnie assicurative, a caccia di indicatori sulla nostra salute, longevità probabile, eccetera. Il tema della privacy è uno di quelli che vede già Google sotto accusa da più parti. Ora il cerchio si chiude perché dopo averci spiato per anni in quanto utenti del motore di ricerca, Google può farlo anche quando indossiamo le sneakers e usciamo a correre. Per avere un' idea del boom di queste nuove linee di prodotti, per la concorrente Apple le vendite di gadget da indossare quando si fa esercizio fisico sono aumentate del 54% nell' ultimo trimestre

google fitbit 1 google fitbit 1 fitbit 2 fitbit 2 l'apple watch ti salva la vita 8 l'apple watch ti salva la vita 8 l'apple watch ti salva la vita 6 l'apple watch ti salva la vita 6 apple watch 5a generazione 1 apple watch 5a generazione 1 VINCENZO BOTTIGLIERI VINCENZO BOTTIGLIERI l'apple watch ti salva la vita 9 l'apple watch ti salva la vita 9 apple watch 5a generazione apple watch 5a generazione fitbit 3 fitbit 3 fitbit 2014 thumb 4 fitbit 2014 thumb 4 fitbit 5 fitbit 5 fitbit 4 fitbit 4 fitbit 1 fitbit 1 fitbit 6 fitbit 6 fitbit 7 fitbit 7 fitbit 11 fitbit 11

 

Condividi questo articolo

business

AHI TECH! NUOVO GROSSO SCANDALO PER GOOGLE: IL MOTORE DI RICERCA STA RACCOGLIENDO I DATI SANITARI DI DECINE DI MILIONI DI PAZIENTI INSIEME ALLA CATENA DI OSPEDALI “ASCENSION” - IL PROGETTO SI CHIAMA “NIGHTINGALE” E HA UN OBIETTIVO NOBILE:  RACCOGLIERE RISULTATI DI LABORATORIO E DIAGNOSI IN UN UNICO ARCHIVIO. PECCATO CHE SI SONO DIMENTICATI DI INFORMARE I PAZIENTI E IL PERSONALE – IL MERCATO DEI DATI DELLA SALUTE FA MOLTA GOLA. NON A CASO “BIG G” SI È COMPRATA I BRACCIALETTI “FITBIT”…