LONDON BURNING! DA BRITISH TELECOM ALLA BBC, PASSANDO PER TUTTI I GIORNALI, SI È ACCESA UNA CAMPAGNA MEDIATICA SENZA PRECEDENTI PER BLOCCARE RUPERT MURDOCH - LA SUA NEWS CORP VUOLE DIVENTARE PADRONE UNICO DEL GIGANTE SATELLITARE BSKYB - - PUBBLICATO UN RAPPORTO CONFIDENZIALE PER IL MINISTRO DEL COMMERCIO VINCE CABLE: IL PLURALISMO E LA CONCORRENZA SAREBBERO COMPROMESSI IRRIMEDIABILMENTE - - IL PREMIER DAVID CAMERON, APPOGGIATO DAI MURDOCH DURANTE LA CAMPAGNA ELETTORALE, AVEVA PROMESSO DI SILURARE L’AUTORITÀ DI CONTROLLO SUI MEDIA - SECONDO I TORIES, L’AUTORITÀ GARANTE È UN CARROZZONE STRAPAGATO PIENO DI SOSTENITORI DEL NEW LABOUR. MA, ALLO STESSO TEMPO, LEVARE I POTERI DI CONTROLLO ALL’AUTORITÀ NAZIONALE OFCOM POTREBBE VOLER DIRE DARLI ALLA COMMISSIONE EUROPEA, COSA NON GRADITA AI (MOLTI) CONSERVATORI EUROSCETTICI

Condividi questo articolo


The Guardian: http://bit.ly/9BDXGt
Financial Times:
http://bit.ly/bSABoJ e http://bit.ly/b8Q8CX
The Independent:
http://bit.ly/94UH9m
The Register:
http://bit.ly/c3uc7x
Beehivecity:
http://bit.ly/93bSG3

Lettera-al-Ministro-Cable-da-BBC-e-BTLettera-al-Ministro-Cable-da-BBC-e-BT

Dagoreport

È stato pubblicato un rapporto confidenziale redatto dall\'analista dei media Claire Enders per Vince Cable, Secretary of Business (ministro del commercio e dello sviluppo economico) del governo Cameron. Nel documento si analizzano le conseguenze per il mercato e il pluralismo dei media di un acquisto da parte di Rupert Murdoch del controllo totale - oggi possiede il 39,1% - del gigante della TV satellitare inglese BSkyB.

A giugno, la News Corp. dei Murdoch ha offerto 7 £ per ogni azione di BSkyB, ovvero un totale di 12,3 miliardi. Gli azionisti indipendenti hanno rifiutato l\'offerta, ma si sono detti pronti ad affrontare l\'iter amministrativo (autorizzazioni dal governo e dalle autorità europee) insieme, prima di trovare un accordo sul prezzo finale.

L\'imperoL\'impero dello Squalo Murdoch

Durante la campagna elettorale, Cameron è stato apertamente appoggiato dai Murdoch, in particolare dal figlio James, chairman non esecutivo di BSkyB, come riportato l\'anno scorso dall\' \"Independent\" (http://bit.ly/94UH9m ). L\'endorsement maggiore è arrivato dal popolare \"Sun\", ma in generale tutti i giornali del gruppo (\"News of the World\", \"The Times\", \"Sunday Times\"), che nel Regno Unito sono letti dal 37% della popolazione, hanno sostenuto il quarantaquattrenne Cameron.

cameroncameron big

La coalizione Tory-LibDem è quindi in seria difficoltà nell\'affrontare questo dossier molto delicato: il ministro del commercio e dello sviluppo economico Vince Cable era il vice di Nick Clegg e responsabile per l\'economia dei Liberal Democrat per 7 anni, quindi non esattamente uno \"yesman\" ai piedi di Cameron.

DaDa sinistra James Murdoch Lachlan Murdoch la seconda moglie di Rupert Anna Mann Prudence McLeod avuta dalla prima moglie ed Elisabeth sorella di Lachlan e James

Ecco gli estratti salienti del documento:

- \"I prodotti che ora sono offerti separatamente da BSkyB e News Corp. potranno essere accorpati in pacchetti...iniziative strategiche di questo tipo potrebbero portare a un declino molto più rapido dei giornali concorrenti, facendo salire la quota di mercato dei giornali del gruppo News Corp. oltre il 40% entro il 2014\"

VinceVince Cable

- \"...I servizi di Sky News (soprattutto video) verranno presumibilmente trasmessi con sempre maggiore frequenza sui siti del gruppo News Corp...Progressivamente, i giornali News Corp. e i canali BSkyB, soprattutto Sky News, potrebbero fondersi in un unico flusso di fatti e opinioni. Se questo accadesse, ci sarebbe un declino del pluralismo, anche se le società del gruppo mantenessero redazioni formalmente separate...\"

- \"...La perdita degli azionisti indipendenti di BSkyB permetterà a News Corp. un\'opportunità di influenza maggiore, sia tacita che diretta, sulle scelte editoriali di Sky News e degli altri canali BSkyB...\"

NICKNICK CLEGG E DAVID CAMERON

\"Crediamo...che vi sia il rischio di portare il pluralismo dei media a un livello inammissibilmente basso\"

IL GUARDIANO DELLO SQUALO
Il \"Guardian\" ha ripreso il rapporto dal sito Beehivecity.com, che per primo ha pubblicato il pdf integrale (disponibile qui: http://bit.ly/93bSG3 ). Proprio il \"Guardian\" è alla testa del gruppo di aziende inglesi che si oppongono all\'operazione, e che ha scritto una lettera ufficiale al ministro Cable esortandolo ad affidare il caso all\'OfCom, una specie di AgCom britannica (una specie nel senso che ha simili funzioni, ma è indipendente...).

BBCBBC logo

La lettera è stata firmata, tra gli altri, da giganti come BT-British Telecom e BBC, Channel 4 e Telegraph. Anche il Financial Times (con un duro editoriale: http://bit.ly/bSABoJ ) e il Daily Mirror si sono opposti all\'operazione finanziaria. In pratica tutti i media che non sono controllati dallo \"squalo\" Murdoch, tranne i rivali ITV e Virgin.

LogoLogo sky

Il testo della lettera è stato pubblicato oggi sul sito del Financial Times: http://bit.ly/b8Q8CX

FINANCIALFINANCIAL TIMES

IL CONFLITTO DI DAVID
E qui si crea un altro conflitto serio: David Cameron in campagna elettorale aveva giurato guerra all\'OfCom: \"Con il governo dei conservatori, l\'OfCom per come lo conosciamo cesserà di esistere. Il suo ruolo sarà ridotto alle sue competenze prettamente tecniche ed esecutive\" (vedi il sito di \"The Register\": http://bit.ly/c3uc7x ).

Secondo i Tories, l\'autorità garante è un carrozzone strapagato pieno di sostenitori del New Labour. Ma, allo stesso tempo, levare i poteri di controllo all\'autorità nazionale potrebbe voler dire darli alla Commissione Europea, cosa non gradita ai (molti) conservatori euroscettici.

TheThe Guardian Logo

Il parere dell\'OfCom non è un passaggio obbligato, ma è una facoltà riservata al ministro Cable.

news-corpnews-corp

La risposta di News Corp.: \"Dobbiamo ultimare la nostra richiesta di autorizzazione alla Commissione Europea. Siamo fiduciosi nel fatto che, quando sarà il momento, il ministro del commercio prenderà la sua decisione in base al merito della faccenda, tenendo in mente che chi si sta lamentando sono rivali commerciali\"

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - ANZICHÉ OCCUPARSI DI UN MONDO SOTTOSOPRA, I NOSTRI SERVIZI SEGRETI CONTINUANO LE LORO LOTTE DI POTERE - C’È MARETTA AL SERVIZIO ESTERO DELL’AISE, IL VICE DIRETTORE NICOLA BOERI VA IN PENSIONE. CARAVELLI PUNTA ALLA NOMINA DEL SUO CAPO DI GABINETTO, LEONARDO BIANCHI, CHE È CONTRASTATA DA CHI HA IN MENTE UN ESTERNO – ACQUE AGITATE ANCHE PER IL CAPO DELL’AISI, BRUNO VALENSISE: IL SUO FEDELE VICE DIRETTORE CARLO DE DONNO VA IN PENSIONE, MENTRE L’ALTRO VICE, GIUSEPPE DEL DEO, USCITO SCONFITTO DALLA CORSA PER LA DIREZIONE, SCALPITA – MENTRE I RAPPORTI CON PALAZZO CHIGI DELLA DIRETTORA DEL DIS, ELISABETTA BELLONI, SI SONO RAFFREDDATI…

DAGOREPORT – GIORGIA VOTA NO E URSULA GODE – VON DER LEYEN È DESCRITTA DAI FEDELISSIMI COME “MOLTO SOLLEVATA” PER IL VOTO DI GIOVEDÌ, SOPRATTUTTO PERCHÉ ORA NON È IN DEBITO IN NESSUN MODO CON LA DUCETTA – LA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE ERA DETERMINATA A METTERSI NELLE CONDIZIONI DI NON CHIEDERE L'APPOGGIO DI FDI E AVEVA DATO DISPOSIZIONI DI CALCOLARE IN ANTICIPO IL NUMERO DEI FRANCHI TIRATORI – I DUE CONTATTI TELEFONICI CON MELONI PRIMA DEL VOTO E IL TIMORE CHE, SOTTO LA SPINTA DI TAJANI, LA SORA GIORGIA AVREBBE GIOCATO LA CARTA DEL VOTO FAVOREVOLE DI FDI PER INCASTRARLA POLITICAMENTE…

FLASH! - ALLA DIARCHIA DEI BERLUSCONI NON INTERESSA ASSOLUTAMENTE AVERE UN RUOLO POLITICO (MARINA HA IMPOSTO IL VETO A PIER SILVIO). MOLTO MEGLIO AVERE UN PESO POLITICO - DI QUI L'IDEA DI COMPRARE UN QUOTIDIANO GIA' IN EDICOLA ( "IL GIORNO" DI RIFFESER?), VISTO CHE "IL GIORNALE" DI SALLUSTI E ANGELUCCI SERVE ED APPARECCHIA SOLO PER GIORGIA MELONI - IMPOSSIBILITATI PER RAGIONI DI ANTI-TRUST, L'OPERAZIONE DI MARINA E PIER SILVIO VERREBBE PORTATA A TERMINE DA UN IMPRENDITORE AMICO, FIANCHEGGIATORE DI FORZA ITALIA... 

DAGOREPORT - SE "AMERICA FIRST" DI TRUMP CONQUISTERA' LA CASA BIANCA PER L'EUROPA NULLA SARA' COME PRIMA - NEI SUOI 4 ANNI DA PRESIDENTE TRUMP NON HA MANCATO DI EVIDENZIARE L’IRRILEVANZA DELL'UNIONE EUROPEA, ENTRANDO IN CONFLITTO PER LO SCARSO IMPEGNO ECONOMICO A FINANZIARE LA NATO - AL 'NYT' IL TRUCE VANCE HA GIA' MESSO IN CHIARO CHE IL FUTURO DELL'UCRAINA "NON E' NEL NOSTRO INTERESSE" - SE LO ZIO SAM CHIUDE I RUBINETTI, DOVE VA UN'EUROPA DISSANGUATA DALLA GUERRA RUSSO-UCRAINA? AL VECCHIO CONTINENTE NON RESTERA' ALTRO CHE RICOMINCIARE A FARE AFFARI CON IL PRINCIPALE COMPETITOR DEGLI STATI UNITI PER LA SUPREMAZIA GLOBALE, L'ONNIPRESENTE CINA DI XI JINPING - DAVANTI A UNO SCENARIO DEL TUTTO NUOVO, CON L'UE COSTRETTA A RECUPERARE I RAPPORTI CON PECHINO E MOSCA (ORBAN E' GIA' AL LAVORO), COME REAGIRA' L'EX "SCERIFFO DEL MONDO"? 

E ORA LA MELONA, RIMASTA CON UN PUGNO DI POLVERE IN MANO, CHE FA? ALL’EVITA PERON DE’ NOANTRI NON RESTA CHE ATTACCARSI ALLA GIACCHETTA DI CICCIO TAJANI PER LA PARTITA DEI COMMISSARI (PROBABILMENTE PERÒ, NON OTTERRÀ DI MEGLIO CHE LA DELEGA ALLA COESIONE) – LA DUCETTA ERA TORMENTATA DAI DUBBI SUL VOTO ALLA VON DER LEYEN, MA POI HA CEDUTO ALLA FIAMMA MAGICA DI FAZZOLARI E ARIANNA, IDEOLOGICAMENTE CONTRARIA. L’HANNO MANDATA A SBATTERE PER LA PAURA DI PERDERE IL 6% RAPPRESENTATO DALLO ZOCCOLO DURO E PURO DI VECCHI ARNESI FASCI CHE ANCORA POPOLA FDI – LA POVERA URSULA CI HA PROVATO IN TUTTI I MODI: NEL SUO DISCORSO HA PARLATO APERTAMENTE DEL PATTO SUI MIGRANTI, MA DI FRONTE ALLA FOLLE RICHIESTA ITALIANA DI OTTENERE UNA VICEPRESIDENZA, HA DOVUTO FARE PIPPA – PS: CHI SONO I DUE FRATELLI D’ITALIA CHE HANNO VOTATO SÌ A VON DER LEYEN?