SIETE PRONTI PER IL VALZER DELLE NOMINE? IL CONTO ALLA ROVESCIA E’ INIZIATO. SONO 268 I POSTI NEI CDA DELLE SOCIETÀ STATALI IN SCADENZA DA QUI ALLA PROSSIMA PRIMAVERA. ENI, LEONARDO E FERROVIE DELLO STATO SONO AL TOP DI QUESTA LISTA. E POI "SPORT E SALUTE, SACE E INVITALIA, DOVE DA DIECI ANNI REGNA L’AD DOMENICO ARCURI. ALTRO DOSSIER CALDO SARÀ QUELLO PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO DI OPEN FIBER...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Luisa Leone per Mf- Milano Finanza

 

 

Mario Draghi 2 Mario Draghi 2

Valzer da 300 poltrone. Da Invitalia a Sace fino a Open Fiber: sono 268 i posti nei cda delle società statali in scadenza da qui alla prossima primavera. La politica si sta già muovendo in vista dell'appuntamento più atteso dopo il Quirinale.

 

Tra le controllate direttamente partecipate dal ministero delle Finanze c’è Invitalia, dove da un decennio regna l’amministratore delegato Domenico Arcuri ma anche la Sogei e PagoPa

 

domenico arcuri domenico arcuri

Il vero esercito di board in scadenza è però quello delle partecipate indirette, che hanno un lungo elenco di controllate (o partecipate) da rinnovare. Eni, Leonardo e Ferrovie dello Stato sono al top di questa lista con più di 30 consiglieri e vertici da nominare ma segue a pochi passi anche Monte dei Paschi di Siena con 29 posti. Anche se con le nozze con Unicredit in predicato di andare in porto, questa fetta di nomine potrebbe uscire fuori dall’orbita pubblica. In scadenza anche la Sace che dovrebbe tornare presto sotto il cappello diretto del ministero dell’Economia.

 

Altro dossier interessante da seguire sarà quello per il rinnovo alla scadenza della prossima primavera del consiglio di Open Fiber, nella quale Cdp salirà al 60% del capitale con il perfezionamento dell’operazione annunciata ad agosto 2021 con l’uscita di Enel e l’ingresso del fondo australiano Macquarie (40%) al suo fianco. L’ad Elisabetta Ripa si è dimessa subito dopo l’annunciato cambio nell’azionariato, succeduta da Francesca Romana Napolitano, ma l’intero board scadrà con l’approvazione del bilancio 2021

vito cozzoli foto di bacco. vito cozzoli foto di bacco.

 

Condividi questo articolo

business

RETROSCENA SUL NAUFRAGIO MPS-UNICREDIT – CON IL SUO “VAFFA” AL TESORO ANDREA ORCEL AVRA' SALVATO UNICREDIT MA SI È GIOCATO, DOPO MILANO, ANCHE LA BENEVOLENZA DEI PALAZZI ROMANI PER EVENTUALI ACQUISIZIONI, A PARTIRE DA BPM. NON È UN CASO CHE ORCEL ABBIA SPOSTATO ALL’ESTERO LE SUE BRAME: LA FRANCESE SOCIÉTÉ GENERALE E LA SPAGNOLA BBVA – L’IRA DI DRAGHI: IL DG DEL TESORO RIVERA DOVEVA ACCORGERSI PRIMA DEGLI OSTACOLI CHE HANNO FATTO SALTARE LA TRATTATIVA - PATETICO INCONTRO TRA RIVERA E CASTAGNA PER SPINGERE BPM A SCIROPPARSI GLI SCARTI DI MPS RIFIUTATI DA ORCEL - SI APRE LA VIA DEL TERZO POLO?