1.CHE FINE HA FATTO LA CLAUSOLA CHE IMPEDIVA AL DIRETTORE ARTISTICO DEL FESTIVAL DI SANREMO DI AVERE LEGAMI CON LE CASE DISCOGRAFICHE? - GIANNI MORANDI (NEL 2011 E 2012) FU COSTRETTO A RIFIUTARE L’INCARICO DI DIRETTORE E ACCETTO' SOLO QUELLO DI CONDUTTORE PER QUEL VINCOLO - PER BAGLIONI NON C’E’ ALCUN CONFLITTO DI INTERESSE? LA RAI DI ORFEO HA CAMBIATO I CONTRATTI? - DAGOSPIA HA RECUPERATO IL TESTO DELLA CLAUSOLA DI TRASPARENZA -  ECCO COSA PREVEDEVA 

Condividi questo articolo

LE 7 DOMANDE DI MONINA SUL CONFLITTO D'INTERESSI TRA BAGLIONI E SANREMO

http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/quella-gelida-monina-michele-sanremo-baglioni-ndash-critico-192098.htm

 

Dagonews

 

GIANNI MORANDI GIANNI MORANDI

Quando la Rai propose a Gianni Morandi di essere Direttore Artistico oltre che conduttore del Festival di Sanremo (2011 e 2012), lui lesse le clausole del contratto che impedivano al direttore artistico di avere legami con le case discografiche e quindi rifiutò di fare il direttore artistico e fece solo il conduttore (il ruolo di direttore artistico andò a Gianmarco Mazzi). Dove è finita quella clausola? La Rai, con direttore Mario Orfeo, ha cambiato i contratti per reclutare Baglioni, tra gli artisti di punta della scuderia “Friends and Partner” dell’impresario Fernando Salzano?

Orfeo- “Baglioni a Sanremo ha rimesso la musica al centro, speriamo nel bis” Orfeo- “Baglioni a Sanremo ha rimesso la musica al centro, speriamo nel bis”

 

Nei contratti da direttore artistico la RAI ha sempre imposto la seguente clausola di trasparenza:

 

claudio baglioni 1 claudio baglioni 1

“…Resta convenuto che ella non dovrà essere in rapporto giuridico con gli artisti, gli autori, le case discografiche, le società editoriali-musicali, le c.d. etichette indipendenti et similia che parteciperanno al Festival della Canzone Italiana. Le precisiamo pertanto a titolo esemplificativo che ella non potrà avere titolarità e/o proprietà, anche attraverso partecipazioni sociali o cointeressenze, nonché cariche sociali o incarichi di responsabilità nell’ambito delle case discografiche, delle società editoriali-musicali, delle c.d. etichette indipendenti et similia che parteciperanno al Festival della Canzone italiana. Laddove ella si dovesse trovare in qualsivoglia situazione d’incompatibilità di cui sopra, ce ne dovrà dare immediata comunicazione. Agli obblighi di cui alla presente clausola viene consensualmente attribuito carattere di essenzialità nel nostro interesse.”

claudio baglioni claudio baglioni

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute