“ISOLA” CUL-TURALE - DALL'HONDURAS ARRIVA UNA VOCE SEGRETISSIMA: PARE CHE LA NOTTE, TRA LE MANGROVIE E FOLTI CESPUGLI DI PLAYA UVA, JONAS BERAMI E MARCO CARTA SI SCAMBINO BOLLENTI "OPINIONI" - MA I DUE SI SONO ACCORTI DELLE TELECAMERE NEI PARAGGI? AH, SAPERLO…

E ora chi glielo dice al ricchissimo Bosco (pigmalione-sponsor di Jonas) e alla inconsapevole Mercedes Henger, molto affezionata all’ex tronista? Domani Eva Henger in diretta interverrà per informare sua figlia delle oscure “manovre” dell’attore de “il Segreto”?... -

Condividi questo articolo

Alberto Dandolo per Dagospia

 

marco carta marco carta

Fermi tutti! Dall'Honduras mi e' appena giunta una voce di cui nessuno sapra' mai nulla (fino ad ora!). Pare certo che sulle bianche sabbie di Playa Uva esista un "Segreto" che viene " girato" di notte tra mangrovie e folti cespugli. I protagonisti? Jonas Berami e Marco Carta. Esisterebbero anche riprese "bollentissime" girate tra le "fresche frasche"che purtroppo non vedremo mai. E ora chi glielo dice al ricchissimo Bosco ( pigmalione-sponsor di Jonas) e alla inconsapevole Mercedes? Pare che la mamma di quest'ultima, Eva Henger, in queste ore sia venuta a conoscenza della gaya ( nel senso di "allegra" ..) tresca e voglia mettere in guardia la bambina dall' ambizioso Jonas. Come andra' a finire? Ah saperlo...

jonas berami jonas berami jonas berami cristian galella jonas berami cristian galella

 

Condividi questo articolo

media e tv

IMMERSO NELLE PROFONDITÀ MARINE, UNA DELLE ULTIME COSE CHE UN SUB PUÒ PENSARE DI TROVARE È...UN FIUME - MA QUESTO È ESATTAMENTE CIÒ CHE ATTENDE COLORO CHE HANNO IL CORAGGIO DI TUFFARSI NEL CENOTE ANGELITA, IN MESSICO - LA VISTA È INQUIETANTE: UN FIUME CHE SCORRE NEL MEZZO DI UNA GROTTA, CON ALBERI CHE EMERGONO DALLA SUPERFICIE

Il fenomeno può essere visto solo da sub estremamente esperti che possono esplorare le profondità di una fossa profonda 64 metri. Per coloro che non hanno la possibilità di scendere così in profondità, ci sono le immagini e il video…

politica

business

cronache

sport

cafonal