“MALEDETTO IL GIORNO CHE CE SO’ CASCATO” – LE BUCHE DI ROMA  DIVENTANO TITOLI DI FILM E CANZONI - DA “PROFONDO FOSSO” A “V PER VORAGINE” FINO A “FORO SCATENATO” SUI SOCIAL SI SCATENA L’IRONIA – E CI SI INVENTA ANCHE IL “KARABUCHE”: "CARRO ATTREZZI TI SCRIVO” E “VIA SPERICOLATA”

-

Condividi questo articolo

Veronica Cursi per www.ilmessaggero.it

buche ironia social buche ironia social

 

Girando in questi giorni per le strade di Roma, mentre facevamo zig zag tra crateri e voragini grandi come piscine, lo abbiamo pensato un po' tutti: non può essere vero, sarà un film. E il titolo non è neanche difficile da immaginare: "Roma città aperta". Aperta come lo sono le strade della capitale ormai ridotte a veri e propri colabrodi.

 

 

E allora qualche romano, come al solito per non piangere, l'ha buttata lì con una battuta e su Twitter è cominciato il gioco del #cinebuche: trasformare titoli famosi di film con il tema buche. Da "Profondo Fosso" a "Sbanda coi lupi", da "Harry te sei perso Sally" a "Foro scatenato", il cinebuche è diventato in poco tempo trend topic.

 

buche ironia social buche ironia social

"Il diario di Bridgestone" e ancora "Il giro di Roma in 80 buche", il popolo del web si è scatenato:  "La leggenda del gommista su via dell’Oceano Pacifico", "Gomme sull’orlo di una crisi di nervi", "Le buche ignoranti", "Bianco, Rosso e Cerchione", "Maledetto il giorno che ce so' cascato".

 

Ma non è finita qui. Visto che la fantasia dei romani è grande almeno quanto le buche che devono cercare di schivare ogni giorno, si è pensato bene di inventarsi anche il #karabuche. Stavolta, da dedicare alla buche, sono i titoli delle canzoni. E il karabuche in poche ore è entrato nelle 10 tendenze più viste. Della serie "canta che ti passa" ecco comparire "Buonanotte Forellino", "Via spericolata", "la terra dei buchi". E ancora: "Carro attrezzi ti scrivo”, "La buca che verrà", “Regina di fori, "Nessuno mi puó riparare", "bucabuca". Ridere per non piangere.

 

BUCHE ROMA BUCHE ROMA buche roma buche roma

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

AMERICA FATTA A MAGLIE - UN ATTORE NERO GAY CHE FINGE DI ESSERE MENATO DA SUPREMATISTI BIANCHI, IN REALTÀ DUE NERI PAGATI PER RECITARE? LA CAMPAGNA 2020 SARÀ TUTTA SULLE BUGIE E LE ACCUSE DI DIRE BUGIE. MA TRA LOTTE INTESTINE DEL DEEP STATE CONTRO IL PRESIDENTE, CRIMINI DI ODIO INVENTATI, SCORREGGE DELLE MUCCHE, SPIE RUSSE CHE ALEGGIANO SENZA MATERIALIZZARSI, NUOVI ASTRI NASCENTI DEL SOCIALISMO IGNORANTI COME CAPRE, UOMINI PIÙ RICCHI DEL MONDO CHE SI FANNO IL SELFIE DEL PISELLO…

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute