MAI DIRE RAI - L'ANAC DI CANTONE CHIEDE TUTTE LE CARTE DEL MEGA CONTRATTONE DI FAZIO-STRAZIO - LETTERA ALLA MAGGIONI: APERTA UN'ISTRUTTORIA, LA RAI HA 30 GIORNI PER RISPONDERE - DOMANI IL CDA DA' IL VIA LIBERA AL CONTRATTO CON 'L'OFFICINA', MA ANZALDI MANDA UN PIZZINO AI CONSIGLIERI: "SONO CONSAPEVOLI DELLE CONSEGUENZE GIURIDICHE DEL LORO VOTO?"

-

Condividi questo articolo

fabio fazio mario orfeo fabio fazio mario orfeo

RAI: ANAC CHIEDE CARTE A MAGGIONI SU CONTRATTO FAZIO

 (AdnKronos) - L'Anac, a quanto apprende l'Adnkronos, ha chiesto alla Rai tutta la documentazione relativa al contratto con Fabio Fazio. In particolare l'Autorità Nazionale Anticorruzione ha inviato a fine agosto una lettera alla presidente della Rai Monica Maggioni, comunicando l'apertura dell'istruttoria e chiedendo contestualmente una serie di documenti che riguardano fra le altre cose il contratto con il conduttore savonese, i relativi corrispettivi economici, le variazioni rispetto al precedente contratto, la valutazione del ritorno economico, le spese di produzione in capo a Rai, le specifiche del contratto con Officina (società Fazio-Magnolia che produrrà 'Che tempo che fa' su Rai1). Ora Viale Mazzini ha 30 giorni, come di prassi, per fornire la documentazione richiesta.

 

MONICA MAGGIONI MONICA MAGGIONI

Domani intanto all'ordine del giorno del Cda Rai ci sarà la ratifica del contratto con la società neocostituita 'Officina' che produrrà 'Che tempo che fa' su Rai1. Dopo la chiusura dell'accordo con Fazio e del relativo contratto che ha promosso il passaggio del conduttore e del suo programma da Rai3 alla rete ammiraglia, l'Azienda aveva fissato nel 20 settembre la data ultima per completare tutti i tasselli dell'accordo. E, considerato che Fazio andrà in onda domenica 24 settembre, era prevedibile che sul tavolo del primo consiglio di amministrazione post ferie arrivasse la coda del 'pacchetto Fazio'.

 

 

RAI, ANZALDI (PD): DOPO LETTERA ANAC, AZIENDA CHIARISCA SU FAZIO "OPPORTUNO DARE VIA LIBERA A CONTRATTO CON OFFICINA?"

 (askanews) - "La Rai faccia un'operazione di totale trasparenza sul contratto a Fazio, alla luce delle notizie secondo cui l'Anac di Cantone la scorsa settimana avrebbe inviato una lettera alla presidente Maggioni preannunciando l'apertura di un'istruttoria e richiedendo l'invio di copia del contratto presente e passato di Fazio, copia dell'affidamento di un appalto alla sua nuova società L'Officina e copia di tutti gli atti ufficiali connessi alla collaborazione col conduttore". E' quanto scrive su Facebook il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi, segretario della commissione di Vigilanza Rai.

 

RAFFAELE CANTONE RAFFAELE CANTONE

"La Rai renda pubblica la lettera - prosegue Anzaldi - o la metta quantomeno a disposizione dei consiglieri di amministrazione. Domani, infatti, secondo indiscrezioni pubblicate dal sito Dagospia si dovrebbe svolgere una riunione del Cda per il via libera al contratto con la società di Fazio e Magnolia: i consiglieri sono a conoscenza di tutti i profili giuridici e le eventuali conseguenze che potrebbero derivare dalla loro decisione? È opportuno che venga assegnato questo appalto quando sulla vicenda indagano sia la Corte dei Conti che, ora, l'Anac di Cantone?

 

È stato opportuno fissare al 24 settembre l'inizio della nuova trasmissione, con tanto di spot sulle reti Rai, senza che fosse stato ancora formalizzato alcun accordo con la nuova società di produzione? Finora a che titolo hanno lavorato? È opportuno che la Rai affidi la produzione all'esterno, con un contratto garantito per 4 anni senza legami con risultati e ascolti, quando potrebbe produrre internamente e con le proprie risorse la trasmissione? Su questo attendiamo da settimane che venga fatta chiarezza, e lo attendono anche i cittadini che pagano due miliardi all'anno di canone e vedono che viene speso per contratti multimilionari", conclude Anzaldi.

ANZALDI ANZALDI

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute