È NATA UNA STELLA A VENEZIA: SASHA GREY MUSA DEL FESTIVAL! IL MANIFESTO DELL’ARTISTA LORENZO MATTOTTI È CHIARAMENTE ISPIRATO ALL’EX DIVA DEL PORNO E LEI RINGRAZIA SU INSTAGRAM: ‘È UN ONORE, AMO L’ITALIA, IL CINEMA E VENEZIA, NON POTREI CHIEDERE DI PIÙ’ - SCANSATI MICHELE RIONDINO, ‘MADRINO’ IN LAGUNA, È SASHA L’ICONA DELLA MOSTRA 2018…

-

Condividi questo articolo

Sasha Grey su Instagram

 

 

Mi dicono alcuni amici che quest'anno sono la musa della Mostra Internazionale d'arte cinematografica di Venezia. In effetti la somiglianza con la protagonista del manifesto è notevole. Se così fosse, ringrazio il suo creatore, il geniale artista Lorenzo Mattotti, per questo grande onore. Amo l'Italia, il cinema e Venezia, non potrei chiedere di più! #BiennaleCinema2018 #Venezia75 #LorenzoMattotti

 

SASHA GREY SASHA GREY SASHA GREY TRIBECA SASHA GREY TRIBECA SASHA GREY SASHA GREY SASHA GREY SASHA GREY Il manifesto della Mostra del cinema di Venezia 2018 di Lorenzo Mattotti ispirato a Sasha Grey Il manifesto della Mostra del cinema di Venezia 2018 di Lorenzo Mattotti ispirato a Sasha Grey

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

MILANOSPIA! - TUTTI PAZZI DELLE PERFORMANCE EROTICHE DELLA MARINI. MA TRA LEI E L'AITANTE SPAGNOLO C'È DI MEZZO UN TRUCCATORE. MA IL FLIRT CE L'AVEVA LEI O IL TENTATORE IBERICO? - FRECCERO VERSO UNA POLTRONA IMPORTANTE IN RAI - LA STAR DELLE SFILATE? SONA! - IL MATRIMONIO CHE UNIVA UN'EX DIRETTORA E UN GIORNALISTA PARE CHE SIA SCOPPIATO A CAUSA DI UNA DI LUI SCAPPATELLA - IL SENATORE PD E LA MOGLIE SONO MOLTO AMICI DI UN DISCUSSO OLIGARCA - IL GIORNALISTA EPURATO PASSA LE NOTTI TRA "PIATTI CALDI" E SONNIFERI. TROVERA' PACE? - IL FIGLIO DELLA NOTA IMPRENDITRICE E' IL CLIENTE PIU' AMATO DALLE TRANS MILANESI - LA COMPAGNA DEL POLITICO DI FARSA ITALIA E' SEGRETAMENTE LESBICA. E CON UNA SHOWGIRL...

politica

business

cronache

“O CI TROVANO I 10 MILIARDI DEL CAZZO PER IL REDDITO DI CITTADINANZA O DEDICHEREMO IL 2019 A FAR FUORI TUTTI QUESTI PEZZI DI MERDA DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA” - AUDIO - LA VOCE CHE PRONUNCIA L'ULTIMATUM, CONDITO DI SCURRILITÀ, SEMBRA QUELLA DI ROCCO CASALINO, BOSS DELLA COMUNICAZIONE DI PALAZZO CHIGI. O QUANTO MENO QUELLA DI UN SUO BRAVISSIMO IMITATORE. LA REGISTRAZIONE CIRCOLA NELLE REDAZIONI, SEMBRA REALIZZATA DI STRAFORO IN UN BAR, CON TANTO DI TINTINNIO DI POSATE E BICCHIERI IN SOTTOFONDO

3. LA VOCE DEL CASALINO (O PRESUNTO TALE) IMPARTISCE LA SUA VELINA A UN INTERLOCUTORE

sport

cafonal