ALL’OSPEDALE DI ANCONA UN 35ENNE ROMENO VIOLENTA IN BAGNO UNA 41ENNE CLOCHARD ITALIANA - L’UOMO È ACCUSATO ANCHE DI AVER ABUSATO DELLA MADRE DELLA SENZATETTO OLTRE CHE DI RAPINA, AVENDO SOTTRATTO CON LA FORZA LE ELEMOSINE RACCOLTE DALLE DONNE DAVANTI ALL’OSPEDALE

-

Condividi questo articolo

Giorgia Castelli per http://www.secoloditalia.it

 

stupro stupro

Ancora violenze. Questa volta vittima di uno stupro è una clochard. I fatti sono avvenuti ad Ancona all’interno dell’ospedale regionale di Torrette, diventato ormai da tempo luogo privilegiato di rifugio per numerosi clochard della zona. A finire in manette è un rumeno di 35 anni senza fissa dimora. La procura di Ancona stava indagando da tempo su una storia di violenze sessuali che si sarebbero consumate anche in un bagno dello stesso ospedale. L’uomo avrebbe ripetutamente abusato di un’altra clochard italiana di 41 anni, costringendola ad avere rapporti con lui nell’area dell’ospedale.

stupro 1 stupro 1

 

Tutto è venuto alla luce quando la donna vittima di violenze si è rivolta ai carabinieri e ha formalizzato una denuncia dettagliata. Poi il  blitz dei carabinieri: gli investigatori si sono presentati nella struttura ospedaliera per arrestare un uomo, davanti allo sguardo attonito di decine di persone presenti. Il 35enne si trova ora dietro le sbarre del carcere di Montacuto, ma dovrà affrontare anche altri reati. Il rumeno è accusato anche di aver abusato della madre della clochard oltre che di rapina, avendo sottratto con la forza le elemosine raccolte dalle donne davanti all’ospedale.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute