DRAMMA CAPITALE - A ROMA UN 13ENNE SI E’ SUICIDATO A SCUOLA BUTTANDOSI NELLA TROMBA DELLE SCALE - IL RAGAZZO AVREBBE LASCIATO UN BIGLIETTO CON LE MOTIVAZIONI DEL TRAGICO GESTO - “HO SENTITO CHE HA PRESO LA SEDIA E L'HA MESSA DAVANTI LA RINGHIERA. POI HA DETTO ‘CIAO A TUTTI”

-

Condividi questo articolo

Da ilTempo.it

 

ISTITUTO SANTA MARIA ROMA ISTITUTO SANTA MARIA ROMA

Un ragazzo di 13 anni è morto dopo essere precipitato mentre era a scuola, il Santa Maria a viale Manzoni, a Roma. Il giovane, secondo quanto si è appreso, è stato soccorso in gravissime condizioni dal 118.

 

E' deceduto poco dopo. Sulla vicenda indagano i carabinieri della stazione piazza Dante e quelli del nucleo operativo della stessa compagnia per i rilievi.

 

La ricostruzione avvalora l'ipotesi del suicidio. Il ragazzo si è staccato dal gruppo alle 12 quando è suonata la campanella.

 

suicidio crisi suicidio crisi

E' salito al secondo piano, ha messo una sedia sotto la finestra che affaccia sul cortile interno e nella tromba delle scale antincendio. Il giovane avrebbe lasciato anche un biglietto in cui spiegherebbe le motivazioni del gesto.

 

"Ho sentito che ha preso la sedia e l'ha messa davanti la ringhiera. Si è buttato dal primo piano. Ha detto 'ciao a tutti', così mi hanno detto".

 

ambulanza ambulanza

A riferirlo alcuni studenti fuori all'istituto Santa Maria. "Era il fratello di un mio amico. Era tranquillo, un bravo ragazzo, una brava persona. Ci dispiace molto", conclude il giovane studente della scuola paritaria.

 

"Mio figlio lo conosceva, erano stati in gita un mesetto fa. In questi casi si pensa sempre al bullismo ma non penso sia così, faceva karate ed era un ragazzino solare", ha detto un genitore uscendo dalla scuola cattolica tra viale Manzoni e via Tasso.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal