“CI SONO IDEE CHE NON DEVONO CIRCOLARE” - ROBERTO BURIONI A RAI RADIO2 GODE PER LA FIRMA DI RENZI E GRILLO AL PATTO PER LA SCIENZA: “IL NOSTRO PAESE HA CONOSCIUTO DELLE PAGINE OSCURE COME STAMINA O IL METODO DI BELLA - GIRANO OGNI GIORNO NOTIZIE FALSE E PERICOLOSE, DOBBIAMO ADATTARCI AL MONDO IN CUI VIVIAMO E ORA…”

-

Condividi questo articolo

Da I Lunatici Radio2 https://www.raiplayradio.it/programmi/ilunatici

 

burioni renzi burioni renzi

Roberto Burioni è intervenuto ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format "I Lunatici", condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, in diretta ogni notte dall'1.30 alle 6.00 del mattino.

 

Burioni ha parlato di come abbia convinto Renzi e Grillo a sottoscrivere lo stesso patto a difesa della scienza: "Non sono stato da solo, mi ha aiutato un collega e un amico bravissimo, il prof.Silvestri. Io l'ho proposto a Renzi, lui lo ha proposto a Grillo e entrambi hanno accettato. Bisognava porre un freno alla diffusione di notizie false e pericolose. Ci sono cose che non devono circolare. Ci sono genitori spaventati, pazienti che si illudono. C'è un paziente che infettato da HIV era convinto che non causasse l'AIDS, non si è curato e ha infettato altre persone. La scienza ha delle regole, si devono rispettare, quando non viene fatto si verificano delle tragedie".

ROBERTO BURIONI ROBERTO BURIONI

 

La scienza, dice Burioni, non ha un colore politico: "Il patto stesso, infatti, è incredibile che sia necessario. Sarebbe come se un paracadutista negasse l'utilità di un paracadute prima di buttarsi dall'aereo. Purtroppo girano ogni giorno notizie false e pericolose, dobbiamo adattarci al mondo in cui viviamo. L'esempio più evidente del fatto che c'era bisogno di questo patto è rappresentato dalla reazione che ha investito il povero Grillo, criticato notevolmente da alcuni No Vax. Io comunque ho proposto il documento a Renzi, Silvestri lo ha proposto a Grillo ed entrambi hanno accettato con entusiasmo di associarsi a questa iniziativa":

BEPPE GRILLO BEPPE GRILLO

 

A proposito di fake news che girano sui social: "La situazione sta migliorando, poi su un giornale nazionale escono delle notizie sui vaccini non corrette e i genitori tornano a spaventarsi e a dire che non vogliono vaccinare i figli. Ma i bambini non vaccinati sono un pericolo per loro stessi e per gli altri. Con questo patto, comunque, non ci riferiamo solo alle vaccinazioni. Il nostro paese ha conosciuto delle pagine oscure. Pensiamo alla presunta cura Di Bella contro il cancro, che poi non funzionava. Pensiamo a Stamina. Questo Paese ha vacillato per troppo tempo tra scienza e superstizione. Speriamo non accada più".

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute