MA UN VACCINO CONTRO LA “NOMOFOBIA”? - LA PAURA DI NON ESSERE RAGGIUNGIBILI AL CELLULARE E’ LA NUOVA MALATTIA DEI GIOVANI TRA I 18 E I 25 ANNI - CHI NE È COLPITO VIVE ATTACCHI DI PANICO, VERTIGINI, TREMORE, MANCANZA DI RESPIRO E TACHICARDIA IN CASO DI ASSENZA DI RETE MOBILE O DI CELLULARE FUORI USO

Condividi questo articolo

Da www.ansa.it

 

ossessione e dipendenza da smartphone ossessione e dipendenza da smartphone

Per gli esperti la dipendenza dallo smartphone è una malattia. La nomofobia, come viene definito il timore ossessivo di non essere raggiungibili al cellulare, colpisce per lo più giovani tra i 18 e 25 anni, con bassa autostima e problemi relazionali. Chi ne è colpito può arrivare a sperimentare veri e propri attacchi di panico, con tanto di vertigini, tremore, mancanza di respiro e tachicardia in caso di assenza di rete mobile o di cellulare fuori uso. Del problema, e dei suoi possibili rimedi, si parlerà in occasione del congresso nazionale di psichiatria dinamica in corso a Firenze.

 

ossessione e dipendenza da smartphone ossessione e dipendenza da smartphone

Per gli esperti il fenomeno della nomofobia è in parte collegato con l'uso compulsivo dei social: "L'abuso dei social network può portare all'isolamento - spiega Ezio Benelli, presidente del congresso e dell'International foundation Erich Fromm -, l'utilizzo smodato e improprio del cellulare può provocare non solo divari enormi tra persone, ma anche a chiudersi in se stesse e a alimentare la paura del rifiuto".

 

ossessione e dipendenza da smartphone ossessione e dipendenza da smartphone

Secondo l'ente di ricerca britannico Yougov, più di 6 ragazzi su 10 tra i 18 e i 29 anni vanno a letto in compagnia dello smartphone, e oltre la metà degli utenti di telefonia mobile (53%) tendono a manifestare stati d'ansia quando rimangono a corto di batteria, di credito o senza copertura di rete. "Il fenomeno è in forte crescita" afferma Giuseppe Rombolà Corsini - psicologo, psicoterapeuta e vice direttore della scuola di psicoterapia Erich Fromm. "Un intervento utile - aggiunge - può essere quello della psicoterapia", "attraverso una tecnica specifica come lo psicodramma, terapia di gruppo che spinge il soggetto a compiere un'azione che in qualche modo possa richiamare la sua storia personale".

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

1. PANCIERA GIALLA! FUNERAL PARTY PER BONCOMPAGNI CON LA MUSICA DI JAMES BROWN, I VIDEO, LE FOTO E I RICORDI DEGLI AMICI (VIDEO INEDITI: ARBORE, AMBRA, GHERGO, DAGO) 2. LO STUDIO DI VIA ASIAGO 10, DOVE NEL 1965 DEBUTTO' "BANDIERA GIALLA", TRASFORMATO IN CAMERA ARDENTE (MAI SUCCESSO PRIMA IN CASA RAI) CON BARA, FIORI, NEON E SCHERMI TV 3. E TUTTI HANNO RESO OMAGGIO AL GRANDE BONCO: RAFFAELLA CARRA', CLAUDIA GERINI, ISABELLA FERRARI, SABRINA IMPACCIATORE, ALBA PARIETTI, ENRICA BONACCORTI, VESPA E MENTANA, FRASSICA E FERRINI, LAURITO E VELTRONI, PALOMBELLI E GIOVANNINO BENINCASA