MASCHICIDIO! - A PALERMO, UN 45ENNE VIENE UCCISO, NEL SONNO, DALLA MOGLIE CHE LO HA RIEMPITO DI COLTELLATE - LA DONNA E’ STATA ARRESTATA INSIEME AI DUE FIGLI, DI 20 E 21 ANNI, CHE HANNO AMMESSO RESPONSABILITA’ NEL DELITTO - LA DONNA AVREBBE DETTO DI AVER AGITO PER METTERE FINI AI CONTINUI LITIGI…

-

Condividi questo articolo

Da https://www.tgcom24.mediaset.it

 

Ha chiamato i soccorsi e confessato di aver ucciso il marito mentre dormiva. Salvatrice Spataro, 45 anni, è stata subito arrestata per l'omicidio di Pietro Ferrera, suo coetaneo. Ma poche ore dopo anche i figli Mario, 20 anni, e Vittorio, 21, sono stati messi sotto accusa e arrestati, sempre per omicidio. E in seguito hanno ammesso le loro responsabilità nel delitto.

 

coltello coltello

La donna avrebbe detto di aver agito per mettere fini ai continui litigi. "Ci siamo subito resi conto, dopo i sopralluoghi della scientifica e dei miei uomini, che a partecipare all'omicidio erano state più persone - ha detto il capo della squadra mobile di palermo Rodolfo Ruperti -, L'uomo è stato ucciso da alcune coltellate inferte prima dalla moglie e poi dai figli". "I coltelli utilizzati, che abbiamo sequestrati - ha riferito inoltre Ruperti - sono uno da cucina, molto grosso utilizzato dalla moglie, mentre i due ragazzi hanno utilizzato due coltelli da macelleria, in quanto in passato hanno lavorato in esercizio di questo tipo".

 

Oltre ai due uomini arrestati, la coppia ha altri due figli. In casa al momento del delitto c'erano solo i due più, mentre i due più piccoli erano da alcuni parenti. Il corpo di Pietro Ferrara è stato trasferito nella camera mortuaria all'ospedale Civico.

 

Al 118: "L'ho colpito, venite subito" - "Venite subito... ho colpito con diverse coltellate mio marito mentre dormiva, accanto a me c'è mio figlio, è tutto insanguinato...". E' un passaggio della drammatica telefonata fatta, dopo il delitto, al 118. Inizialmente si era pensato che uno dei due figli si fosse sporcato di sangue nel tentativo di rianimare il padre. Poi le ultime rivelazioni. Quando è arrivato il personale medico, Pietro Ferrera era già morto.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute