SCEMPIO CAPITALE – VANDALI FRANCESI IN AZIONE DOPO LA VITTORIA: TUFFI NELLA FONTANA A CAMPO DE’ FIORI  - VITTORIO SGARBI: "MI VIENE IN MENTE IL SACCO DI ROMA. QUESTI SONO BARBARI CHE A CASA NOSTRA UTILIZZANO I MONUMENTI COME PARCO DIVERTIMENTI"

-

Condividi questo articolo

francesi tuffi fontana roma francesi tuffi fontana roma

Alessia Marani per il Messaggero

 

Con la gioia mondiale va in scena anche l' ennesimo sfregio alle fontane storiche della Capitale. Sono almeno una dozzina e saltano sulla fontana della Terrina (la copia del 1898) in piazza Campo de' Fiori, i giovani francesi che cantano, ballano e si scattano selfie dopo la vittoria del Mondiale in Russia contro la Croazia.

 

La felicità è alle stelle, così il vandalismo. Intonano la Marsigliese, rubano il refrain vincente che fu degli Azzurri durante Germania 2006 («bo-bo-bo-bo»), si arrampicano, tendono le mani ad altri che vogliono salire sull' invaso più piccolo, sollevato su un dado che lo fa emergere più in alto.

 

In molti si lanciano: prendono la spinta puntando i piedi sul parapetto della vasca ovale inferiore in granito di Baveno. Qualcuno non riesce ad aggrapparsi sul secondo anello, perde la presa e scivola all' indietro: un tuffo nella fontana, un ragazzo che indossa la maglia numero 9 quasi ci rimette l' osso del collo rovinando nel marmo viscido. Ma la festa è incontenibile.

 

francesi tuffi fontana roma francesi tuffi fontana roma

Tutt' intorno decine e decine di altri turisti francesi, ma anche studenti e semplici curiosi che si sono ritrovati quasi spontaneamente vicino a piazza Farnese, sede dell' ambasciata di Francia. In molti con i telefonini riprendono la scena. I ragazzi alzano le braccia al cielo, poi spruzzano acqua verso chi è sotto, verso chi si unisce ai cori o è seduto ai tavolini dei pub, stracolmi. Si aggrappano al boccaglio di bronzo a forma di bocciolo, un gioiello che per loro vale niente. Qualcuno fa l' equilibrista camminando ai bordi della vasca. Le immagini rimbalzano velocemente sul web.

 

NUOVI BARBARI I tifosi francesi vengono presto ribattezzati come «i nuovi barbari».

C' è chi grida: «Vergogna». Dopo un po' intervengono i poliziotti in borghese per allontanarli. «Un moment, j' ai perdu une chaussure», «ho perso una scarpa», dice un ragazzo rivolgendosi a un poliziotto, e rientra per prenderla. Ora si sta procedendo all' identificazione, le immagini sono al vaglio degli agenti per l' eventuale denuncia per danneggiamento. La fontana è la copia ottocentesca della vasca progettata da Giacomo della Porta per piazza Campo de' Fiori e realizzata nel 1590. Dal 600 la Terrina rimase al centro del mercato cittadino fino a quando, nel 1889, fu smontata per fare posto al monumento a Giordano Bruno. Poi nel 1924 venne ricostruita in piazza della Chiesa Nuova.

francesi tuffi fontana roma francesi tuffi fontana roma

 

Nel 1898 in Campo de' Fiori venne deciso di mettere una copia della Terrina, sul lato verso via dei Cappellari, via del Pellegrino e piazza della Cancelleria. La nuova fontana, alimentata dall' acqua Paola, ripropone la vasca progettata dal Della Porta nelle misure e proporzioni, ma priva del coperchio seicentesco. Ed è ormai acquisita al patrimoni storico e artistico di Roma.

 

Dopo l' incursione dei supporter francesi restano i segni dello sfregio, le impronte delle scarpe, i bicchieri rotti e chissà che altro.

 

UNA DENUNCIA AL COLOSSEO Nel 2015 finirono sotto processo 44 tifosi olandesi del Feyenoord per i danni inflitti alla Barcaccia di piazza di Spagna, una ferita ancora aperta per la Capitale. Intanto, ieri, i carabinieri di piazza Venezia hanno sorpreso e denunciato per danneggiamento aggravato un turista brasiliano di 17 anni che stava incidendo la lettera G, iniziale del suo cognome, su un' arcata interna del Colosseo. Dall' inizio dell' anno è il decimo tentativo fermato dai militari all' interno dell' Anfiteatro Flavio.

 

 

«BARBARI CHE A CASA NOSTRA UTILIZZANO I MONUMENTI COME PARCO DIVERTIMENTI»

Lorenzo De Cicco per il Messaggero - Roma

francesi tuffi fontana roma francesi tuffi fontana roma

«Già mi fa schifo veder trionfare i francesi in generale, ma questo è un altro discorso», premette Vittorio Sgarbi, al solito poco incline alle mezze misure, per commentare lo sfregio dei transalpini in festa nella fontana ottocentesca di Campo de' Fiori.

 

Professore, dopo gli hooligans olandesi scatenati sulla Barcaccia, ci risiamo. Ma è giusto festeggiare senza limiti, anche quando la gioia per un Mondiale è incontenibile?

«Tante volte l' Italia ha vinto, ma sono sempre gli stranieri, francesi o olandesi, che dissacrano il nostro Paese come se questo fosse il loro parco divertimenti, per fare gli spiritosi, peraltro in nome di uno sport che è l' opposto della bellezza italiana. Fortunatamente l' Italia non è entrata ai mondiali, quest' anno».

 

Fortunatamente, dice?

sgarbi sgarbi

«Ma certo, anche queste scene provano la mortificazione dello sport rispetto all' arte, la sua minorità. I nostri mondiali sono la bellezza dei monumenti, il turismo che cresce, si viene in Italia per vedere Roma, Selinunte, la valle dei Templi, non abbiamo bisogno di stadi, anche per questo era una follia per la Raggi concentrare gran parte della sua attività per il nuovo stadio. Per fortuna essendo fuori dai mondiali, eravamo sopra le parti».

 

Anche Pallotta fece un tuffo dopo Roma-Barcellona. E venne multato. Che sanzioni dovrebbero ricevere i francesi del bagno a Campo de' Fiori? Che tipo di reazione si aspetta anche dalle istituzioni?

«Bisognerà vedere i danni, che spesso sono più di immagine che materiali, anche per la Barcaccia di piazza di Spagna, al tempo dei tifosi olandesi, lo avevo detto. In ogni caso, resta un modo di manifestarsi indegno di un popolo civile e queste scene mostrano il livello di civiltà. Noi siamo in grado di autoregolarci, francesi e olandesi sono barbari, mi viene in mente il sacco di Roma».

francesi tuffi fontana roma francesi tuffi fontana roma

 

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute