''SE NON MI FANNO 'SALTARE', VADO FINO IN FONDO'' - SALVINI SENTE PUZZA DI BRUCIATO E METTE LE MANI AVANTI: ''TOCCHI INTERESSI DELLE MULTINAZIONALI, GRANDI SETTORI COME I TABACCHI E I GIOCHI, UNO SQUALO SI AVVICINA SE GLI FAI SENTIRE L'ODORE DEL SANGUE. VOGLIONO FARCI LITIGARE, MA IO NON TEMO UNO JUNCKER O UN MOSCOVICI. SANNO CHE L'UNICO MODO PER SOVVERTIRE LE REGOLE DELLA DEMOCRAZIA È…''

-

Condividi questo articolo

 

Da www.liberoquotidiano.it

 

SALVINI DI MAIO FLINSTONES SALVINI DI MAIO FLINSTONES

Che il momento per il governo sia cruciale, lo confermano le parole del vicepremier Matteo Salvini, dopo l'ennesimo botta e risposta con Luigi Di Maio a proposito di rifiuti e termovalorizzatori: "Se non mi fanno saltare - ha detto il leghista a margine dell'Idn 2018 a Milano - io vado fino in fondo".

 

A scatenare la frase dura di Salvini è anche lo scontro tra il presidente del Coni, Giovanni Malagò, e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, dopo che il governo ha di fatto tolto la gestione economica al Coni:

 

conte salvini di maio conte salvini di maio

"Ci sono enormi interessi economici in ballo - ha aggiunto Salvini - Ovunque ti muova, vai a toccare interessi economici stratificati da anni. Guardate la reazione del presidente del Coni quando abbiamo messo in discussione l'elefantiaco impianto dello sport italiano dicendo: 'Rimettiamo il timo in mano alle federazioni e allo sport di base'. Tocchi interessi lì, interessi delle multinazionali, delle lobby, dei grandi settori come i tabacchi e i giochi. Penso che ci abbiate votato per rimettere al centro la trasparenza, il denaro pubblico speso bene e l'interesse dei cittadini".

juncker dombrovskis juncker dombrovskis

 

La tensione nel governo ha fatto virare l'atteggiamento di solito ottimista del ministro del Carroccio. La tenuta dell'esecutivo non è più una cosa scontata come qualche settimana fa: "Dobbiamo essere compatti - ha aggiunto Salvini - perché uno squalo si avvicina se gli fai sentire l'odore del sangue. Vogliono farci litigare, farci polemizzare, certo l'uscita di qualcuno ogni tanto non aiuta, ma io sono testone, se firmo un impegno vado fino in fondo. La preoccupazione non sono i commissari europei, gli ispettori dell'Onu.

 

L'unica leva che hanno per sovvertire le regole della democrazia e le scelte degli italiani, è la leva finanziaria. Su quello possono agire, sullo spread, sui mercati, e quindi sul credito. La battaglia è molto più grande di quello che si pensa, il problema non è Juncker o Moscovici. Ma quelle persone che faranno di tutto per svendere le splendide aziende che lavorano nel nostro Paese. È una cosa che impediremo".

TRIA E MOSCOVICI TRIA E MOSCOVICI

 

 

Condividi questo articolo

politica

“ABBIAMO SBAGLIATO A VOTARE IL PAREGGIO DI BILANCIO IN COSTITUZIONE” - ANDREA ORLANDO FA UN TARDIVO MEA CULPA: “CHI NON HA VOLUTO VEDERE GLI EFFETTI DELL'AUSTERITÀ SULLE SOCIETÀ EUROPEE NON HA RESO UN GRANDE SERVIZIO ALL'EUROPA - L'IMPRESSIONE CHE IL PD HA DATO IN QUESTI MESI È DI MENARE I CINQUE STELLE PIÙ DI SALVINI - RENZI? MI AUGURO CHE NON FACCIA LA SCISSIONE. MA SE DEVE, SAREBBE BENE LO DICESSE ORA, EVITANDO DI INQUINARE IL DIBATTITO. DIALOGO CON BERLUSCONI? LUI E’ STATO IL PRIMO POPULISTA…”

MA A RENZI, CHI GLIELO FA FARE DI ESSERE COSÌ INSOPPORTABILE? - IN UN'INTERVISTA SI BULLA: ''GUADAGNO IL DOPPIO DA SENATORE, E CON GLI INCARICHI IN GIRO PER IL MONDO LE MIE FINANZE SONO AUMENTATE NON DI DUE, MA DI TRE, QUATTRO VOLTE. È TUTTO PUBBLICO''. PECCATO CHE SIA FALSO! LUI, COME LA BOSCHI, NON HA RIVELATO IL SUO REDDITO 2017. DICE CHE LO FARÀ DI RITORNO DALLA CINA, MA PER SAPERE COME HA PAGATO 400MILA EURO POCHI MESI DOPO AVER DETTO DI AVERNE 15MILA SUL CONTO, BISOGNA ASPETTARE UN ANNO…