GRILLINI DELL'ALTRO MONDO - DI MAIO E CASALEGGIO IN GIRO PER L'EUROPA A CERCARE ALLEATI PER LE ELEZIONI - I FINLANDESI CI STANNO (MA HANNO POCHI VOTI), PIÙ SOLIDO IL SUPPORTO DA VARSAVIA DI PAWEL KUKIZ, EX PUNK-ROCKER ANTIABORTISTA - E POI I CROATI DI ''BARRIERA UMANA'', MOVIMENTO DI ATTIVISTI NATO PER OPPORSI AGLI SFRATTI CON OCCUPAZIONI DEGLI EDIFICI

-

Condividi questo articolo

Marco Bresolin per “la Stampa

 

luigi di maio con il croato ivan vilibor luigi di maio con il croato ivan vilibor

Il 31 di ottobre Davide Casaleggio era in Finlandia per incontrare Hjallis Harkimo, uno dei più noti businessman del Paese. Proprietario del hockey di Helsinki (Jokerit), in affari con alcuni potenti oligarchi russi, Harkimo è anche un deputato e fondatore di "Movimento Ora", in finlandese "Liike Nyt". Un soggetto politico ultra-liberale che promuove la democrazia diretta, con un programma che mette al primo posto l' economia di mercato. Harkimo, 65 anni, una passione per yacht e barche a vela, ha sfruttato la sua popolarità nel mondo sportivo per entrare in politica attraverso una serie di interventi su YouTube.

 

Non appare nelle foto scattate martedì da Luigi Di Maio a Bruxelles con i nuovi alleati del Movimento Cinque Stelle. Ha preferito mandare avanti l' ex assistente parlamentare Karolina Kahonen, giovane cofondatrice del movimento che conta ottomila iscritti. E così Di Maio ha potuto definire i nuovi compagni di viaggio "le energie più fresche e belle d' Europa".

 

"Liike Nyt" sarà uno dei pilastri su cui poggerà "l' Internazionale della democrazia diretta", in attesa della discesa in campo dei Gilet Gialli francesi.

di maio e gli aspiranti del gruppo al parlamento europeo di maio e gli aspiranti del gruppo al parlamento europeo

Ma c' è il rischio che l' impegno siglato dai finlandesi per formare un gruppo comune dopo le Europee diventi carta straccia: gli ultimi sondaggi danno la formazione al di sotto del 2%, dunque con scarse possibilità di eleggere eurodeputati a Strasburgo.

 

Sarà invece più solido il supporto in arrivo da Varsavia, dove i Cinque Stelle hanno abbracciato il movimento Kukiz '15, che prende il nome dal suo leader Pawel Kukiz. Ex frontman di una punk rock band, antiabortista convinto, il 55enne era martedì a Bruxelles con Di Maio. Il suo movimento (che rifiuta di diventare partito) ha un pallino: abolire la legge elettorale proporzionale per passare al sistema uninominale.

 

di maio con kukiz di maio con kukiz

Alle elezioni di tre anni fa è arrivato a sorpresa al terzo posto ed è riuscito a portare in Parlamento un' eterogenea pattuglia di 42 deputati, che però sono ora scesi a quota 29 a causa di alcune scissioni (la più rumorosa quella che ha visto l' uscita di Kornel Morawiecki, padre dell' attuale primo ministro). Tre mesi fa "il Grillo di destra" (così l' aveva ribattezzato la stampa polacca) è finito nel ciclone per una serie di tweet "osceni" scritti di notte in stato di ebbrezza. Lui stesso ha ammesso di aver sofferto di alcolismo in passato, ma ha spiegato che "si tratta di una cosa ormai superata". Secondo le ultime rilevazioni, alle Europee non dovrebbe andare al di là del 6-7%, il che garantirebbe 3-4 seggi.

 

di maio con karolins kahonen dei finlandesi di liike nyt di maio con karolins kahonen dei finlandesi di liike nyt

In Polonia Kukiz ha contestato la riforma della Giustizia del partito di Kaczynski, ma in più occasioni si è fatto promotore di una "opposizione costruttiva", sostenendo il governo. Per esempio nella sfida all' Unione europea, che l' ex cantante definisce "Euro Kolchoz", come le cooperative agricole dell' ex Urss (detto da un polacco non è certamente un complimento). Kukiz si è schierato apertamente contro le quote obbligatorie di rifugiati.

Più vicini al M5S delle origini i croati di Barriera Umana, movimento di attivisti che è nato per opporsi agli sfratti con occupazioni degli edifici. Il loro giovane leader, Ivan Sincic, a ottobre era stato invitato al Parlamento europeo dal grillino Fabio Massimo Castaldo.

 

Fortemente euroscettica e anti-Nato, la formazione politica filo-Putin viaggia attorno al 16%. Che per un partito croato vuol dire circa due seggi all' Europarlamento. E c' è chi, tra gli europarlamentari, non esclude che nel progetto possano alla fine rientrare anche i piraten tedeschi.

PAWEL KUKIZ PAWEL KUKIZ di maio con kukiz, sincic e kahonen di maio con kukiz, sincic e kahonen

 

Condividi questo articolo

politica