NON SERVE VIGANÒ: LA LETTERA CHE METTE TRE PAPI CON LE SPALLE AL MURO SUGLI ABUSI DEL CARDINALE MCCARRICK - GIÀ NEL 2000 IL VATICANO DI WOJTYLA FU AVVERTITO DI QUELLO CHE FACEVA L'ALTO PRELATO COI SEMINARISTI. NEL 2006 (SOTTO RATZINGER) FU ADDIRITTURA L'ARCIVESCOVO SANDRI DELLA SEGRETERIA DI STATO A CHIEDERE CONFERME SU QUEI FATTACCI. UN SEGRETO DI PULCINELLA NASCOSTO PER OLTRE 18 ANNI, EPPURE SOLO ORA L'AZIONE...

-

Condividi questo articolo

 

Salvatore Cernuzio per www.lastampa.it

 

 

Già dal 2000 il Vaticano era a conoscenza delle accuse di molestie del cardinale Theodore McCarrick nei confronti di seminaristi. Nuovi dettagli si aggiungono alla intricata vicenda divenuta un caso internazionale dopo la pubblicazione del memoriale dell’ex nunzio negli Usa, Carlo Maria Viganò.

carlo maria vigano carlo maria vigano

 

L’agenzia dei vescovi statunitensi, il Catholic News Service, ha reso nota in serata una lettera a firma dell’arcivescovo Leonardo Sandri datata 11 ottobre 2006, in cui l’allora sostituto della Segreteria di Stato vaticana scriveva a padre Boniface Ramsey, parroco della chiesa di San Giuseppe Yorkville a New York, per chiedere informazioni riguardo ad un sacerdote al quale doveva essere affidato un incarico in Vaticano. 

 

Il prete proveniva dalla diocesi di Newark dove McCarrick era stato vescovo, più precisamente dal Seminario dell’Immacolata Concezione della Seton Hall University dove Ramsey aveva insegnato per dieci anni, dal 1986 al 1996.

 

RATZINGER E WOJTYLA RATZINGER E WOJTYLA

Nella missiva - pubblicata in versione originale dal Cns, ma con il nome del sacerdote in questione oscurato - Sandri fa riferimento ad un’altra lettera del 2000: era quella che padre Ramsey aveva inviato al nunzio negli Usa di allora, l’arcivescovo Gabriel Montalvo, in cui riferiva degli abusi e dei comportamenti sconvenienti di McCarrick che aveva scoperto confidenzialmente tramite i giovani seminaristi suoi studenti. 

 

theodore mccarrick tra george w bush e il giudice della corte suprema john roberts theodore mccarrick tra george w bush e il giudice della corte suprema john roberts

La lettera era stata recapitata nella nunziatura di Washington il 22 novembre del 2000, esattamente il giorno dopo la nomina di McCarrick alla guida della diocesi della capitale federale.

 

theodore mccarrick con il giovane james che lo accusa di abusi quando era minorenne theodore mccarrick con il giovane james che lo accusa di abusi quando era minorenne

«Mi lamentavo dei rapporti di McCarrick con i seminaristi, del fatto che dormisse con loro e di tutta la vicenda; l’intera faccenda di cui tutti sono a conoscenza», spiega oggi Ramsey all’agenzia dei vescovi, aggiungendo: «La mia lettera parlava di McCarrick e non accusava i seminaristi di nulla, stava accusando McCarrick».

 

Padre Boniface Ramsey non ha mai avuto conferma che il suo scritto consegnato in nunziatura fosse giunto effettivamente in Vaticano, e mai il sacerdote ha ricevuto una risposta formale dal nunzio o dalla Segreteria di Stato. 

papa francesco bergoglio con il cardinal theodore mccarrick papa francesco bergoglio con il cardinal theodore mccarrick

 

Nell’ottobre 2006, poi, quando sul soglio di Pietro sedeva Benedetto XVI che cinque mesi prima (16 maggio 2006) aveva accettato le dimissioni di McCarrick presentate l’anno precedente per raggiunti limiti d’età, la Santa Sede ha contattato padre Ramsey. È l’allora sostituto, attuale prefetto delle Congregazioni Orientali, che gli domandava informazioni su un sacerdote proveniente da Newark e dal Seminario dell’Immacolata Concezione sotto esame in quanto candidato ad ottenere un posto in un ufficio del Vaticano. 

 

theodore mccarrick theodore mccarrick

Nelle ultime righe del documento Sandri scrive: «Chiedo con particolare riferimento alle gravi questioni che riguardano alcuni studenti del seminario dell’Immacolata Concezione, che nel novembre 2000 sei stato alquanto bravo a portare confidenzialmente all’attenzione dell’allora nunzio apostolico negli Stati Uniti, il defunto arcivescovo Gabriel Montalvo».

 

IL CARDINALE ARGENTINO LEONARDO SANDRI jpeg IL CARDINALE ARGENTINO LEONARDO SANDRI jpeg

Il nome di McCarrick non viene citato esplicitamente ma il riferimento è chiaro, sottolinea padre Ramsey, parlando Sandri di «gravi questioni». Probabilmente, dice, il nome dell’arcivescovo di Washington non è stato menzionato perché sarebbe stato un dato «troppo sensibile» su un documento vaticano. In ogni caso la risposta di Sandri conferma, dunque, che la lettera di Ramsey citata da Viganò era stata trasmessa effettivamente a Roma dal nunzio Montalvo già sei anni prima.  

 

Condividi questo articolo

politica

AMERICA FATTA A MAGLIE - BETO O'ROURKE È L'ASTRO NASCENTE DEI DEM, IL PERDENTE DI SUCCESSO SCONFITTO DA TED CRUZ MA AMATO DAI GIORNALI CHE CONTANO. HA RACCOLTO UN MUCCHIO DI SOLDI, VA SULLO SKATE, SUONA LA CHITARRA, CORRE LE MARATONE - DIETRO DI LUI SI AGITANO L'ETERNA CLINTON, I VECCHIETTI BIDEN-BLOOMBERG-SANDERS, LE PASIONARIE TIPO KAMALA HARRIS, E IL MILIARDARIO ECOLOGISTA TOM STEYER, CHE HA SPESO CENTINAIA DI MILIONI CONTRO TRUMP ED È PRONTO A COMPRARSI UN POSTO SULLA SCHEDA DELLE PRIMARIE