OETTINGER, CON LA SUA FACCIA DA DARTH VADER MA MENO EMPATICO, MINACCIA L'ITALIA: ''SE NON VERSA I CONTRIBUTI A BRUXELLES, SCATTANO LE PENALITÀ'' - L'ORSETTO DI MAIO NON ASPETTAVA ALTRO E SI FIONDA IN QUESTA GIARA DI MIELE POPULISTA: ''L'EUROPA SI FA SENTIRE SOLO QUANDO SI PARLA DI SOLDI. QUANDO ABBIAMO CHIESTO AIUTO SUI MIGRANTI, SILENZIO. SE NEI PROSSIMI GIORNI…''

-

Condividi questo articolo

 

OETTINGER, PENALITÀ A ITALIA SE NON VERSA CONTRIBUTI

 (ANSA) - "Tutti gli stati dell'Ue si sono assunti l'obbligo di pagare i contributi nei tempi stabiliti. Tutto il resto sarebbe una violazione dei trattati che comporterebbe penalità": così il commissario Ue al bilancio, Guenther Oettinger a Die Welt, rispondendo sulla minaccia italiana di bloccare l'approvazione del bilancio Ue. "L'Italia ha conquistato il nostro appoggio nell'affrontare la crisi migratoria e le sue conseguenze, posso solo mettere in guardia Roma dal mischiare la questione migratoria con il bilancio Ue".

oettinger oettinger

 

DI MAIO, VETO SU BILANCIO UE, SI MUOVE SOLO SU SOLDI

 (ANSA) - "Il commissario Oettinger continua ad esternare ogni giorno da quando gli abbiamo detto che non gli diamo i soldi. Non li abbiamo sentiti quando gli abbiamo chiesto una mano sull'immigrazione. L'unica cosa che capisce questa Ue e quando cominci a toglierli i soldi. La nostra posizione sul veto al bilancio resta, se poi nei prossimi giorni vorranno cominciare a riscoprire lo spirito di solidarietà con cui è stata fondata l'Ue allora ne parliamo". Lo afferma in diretta facebook da Il Cairo il vicepremier Luigi Di Maio.

 

DI MAIO, OETTINGER IPOCRITA, UE ZITTA SU CASO DICIOTTI

luigi di maio 3 luigi di maio 3

(ANSA) - "Le considerazioni di Oettinger sono ancora più ipocrite perché non li avevano sentiti su tutta la questione della Diciotti e adesso si fanno sentire solo perché hanno capito che non gli diamo più un euro". Lo afferma il vicepremier Luigi Di Maio parlando da Il Cairo, da dove replica al commissario Ue al Bilancio.

 

Condividi questo articolo

politica

DAGO ESCLUSIVO - L’IPOTESI BOMBA DI MATTARELLA PER LO SCONTRO FINALE CON IL GOVERNO: NON FIRMARE LA LEGGE DI BILANCIO E RISPEDIRLA IN PARLAMENTO CON CONSEGUENZE TERRIFICANTI SUL NOSTRO DEBITO PUBBLICO - IN CORSO LA TRATTATIVA SEGRETA TRA MOSCOVICI E TRIA PER MODIFICARE LA MANOVRA CON UNO SFORAMENTO "FACCIALE" - I FONDI DI INVESTIMENTO AMERICANI SPIANO LE MOSSE DI MOSCOVICI PRIMA DI SCATENARE LA "TEMPESTA PERFETTA" DELLO SPREAD - I CONSIGLI DI DRAGHI E GIULIANO AMATO, MACRON E MERKEL AL COLLE - LA “MORAL SUASION” DI GIORGETTI SU SALVINI (CON LO SPREAD A 500 AL NORD LA LEGA LO MOLLEREBBE) E QUELL’INVETTIVA DI BEPPE GRILLO CONTRO I TROPPI POTERI DELLA "MUMMIA SICULA"…