È TUTTO FINITO - ‘LA BELLA ADDORMENTATA VIENE MOLESTATA DAL PRINCIPE: RITIRATE QUELLA FIABA DALLE SCUOLE’. L’IMPAZZIMENTO POLITICALLY CORRECT CHE CI FARÀ ESTINGUERE ORA COLPISCE ANCHE LE FAVOLE. IN INGHILTERRA UNA MAMMA CHIEDE AL PRESIDE DI RIMUOVERE UNA STORIA CHE ‘INCULCA UN COMPORTAMENTO SESSUALE PREDATORIO’, VISTO CHE LEI VIENE BACIATA SENZA AVER ESPRESSO IL CONSENSO…

-

Condividi questo articolo

 

Valentina Ruggiu per www.repubblica.it

 

SARAH HALL CHIEDE L ELIMINAZIONE DELLA BELLA ADDORMENTATA DA SCUOLA SARAH HALL CHIEDE L ELIMINAZIONE DELLA BELLA ADDORMENTATA DA SCUOLA

E se la Bella Addormentata non voleva essere baciata? Nel Regno Unito sta facendo discutere la richiesta avanzata dalla madre di due bambini, Sarah Hall, di rimuovere dal programma scolastico della scuola di suo figlio la favola della Bella Addormentata. Dopo aver chiamato la scuola, Sarah ha espresso il suo disappunto anche su Twitter e da quel momento è nata la polemica: il caso Weinstein delle favole.

 

@Hallmeister

Tell you what, while we are still seeing narratives like this in school, we are never going to change ingrained attitudes to sexual behaviour #MeToo #consent #mysonissix

 

 

Il motivo della proprosta Sarah lo spiega in un tweet: "Fino a quando verranno presentati questi testi nelle scuole non riusciremo mai a cambiare degli atteggiamenti che oggi sono ormai radicati nei comportamenti sessuali".

 

la bella addormentata la bella addormentata

Per la mamma a quel bacio manca un elemento essenziale: il consenso. Sorte che, fa notare qualche altro utente nelle risposte, è toccata anche a Biancaneve.

 

"Nella società di oggi non è appropriato mandare questi messaggi - ha aggiunto la mamma nei commenti successivi -. Mio figlio ha solo sei anni e assorbe tutto ciò che vede. Con lui è ancora presto per trasformare gli input in conversazioni costruttive su questo tema".

 

In molti hanno criticato l'osservazione di Sarah. Lei però ha risposto prontamente a tutti spiegando che le tante storie di abusi raccontate dai media dopo il caso Weinstein e la campagna social #MeToo, l'hanno portata a riflettere sui messaggi che, anche involontariamente, aiutano a creare una cultura in cui il consenso non è considerato importante. "Le fiabe - ha spiegato la donna - dicono ai bambini cosa è giusto e cosa è sbagliato".

BELLA ADDORMENTATA BELLA ADDORMENTATA

 

"Non credo - continua Sarah - che eliminare dalla circolazione questa fiaba sia giusto. Penso che possa rappresentare una grande risorsa per i bimbi più grandi, con cui si può fare un ragionamento più complesso e spiegare loro la questione del consenso e di come la principessa si può sentire".

 

"A preoccuparmi sono i bambini più piccoli. Non chiedo molto, solo di aprire un dibattito sulla possibilità o meno di considerare queste favole adatte anche a loro". E a quanto pare ci è riuscita.

BELLA ADDORMENTATA BELLA ADDORMENTATA LA BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO LA BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal