CALCIO AL RALLENTY - RITMI BLANDI E ZERO SCATTI: IN INGHILTERRA TRA GLI ANZIANI ESPLODE LA MODA DEL FOOTBALL CAMMINATO - LA REGOLA FERREA: NON SI CORRE. ALTRIMENTI L’ARBITRO FISCHIA PUNIZIONE CONTRO

Tutto è nato da un centro per anziani che cercava passatempi per gli iscritti: lanciato sei anni fa come esperimento oggi il “Walking Football” è un torneo con 250 squadre e migliaia di tesserati - Non mancano gli ex-campioni, come George Jackson, che giocò contro George Best ma poi si ruppe una gamba: “Pensavo di non giocare più”...

Condividi questo articolo

Enrico Franceschini per “la Repubblica”

 

Palla al piede, un attaccante dribbla un avversario e corre verso la porta: ma l’arbitro fischia e assegna una punizione alla squadra avversaria. Il direttore di gara non è impazzito: si limita ad osservare le regole del “Walking Football”. Alla lettera, Calcio Camminando, variante del gioco del pallone che sta facendo migliaia di proseliti in Inghilterra. Sono calciatori dai capelli grigi o bianchi, va specificato, perché a loro si rivolge la nuova disciplina: a tutti quelli che, per ragioni di età o di salute, farebbero fatica a giocare a calcio correndo.

WALKING FOOTBALL - CALCIO CAMMINATO WALKING FOOTBALL - CALCIO CAMMINATO

 

Lanciato sei anni fa come esperimento, oggi il Walking Football è un torneo con 250 squadre e migliaia di tesserati. L’estate scorsa la Premier League gli ha dedicato uno spot pubblicitario durante la telecronaca di una partita e l’interesse si è moltiplicato. Ora la Football Association (federcalcio inglese) sta pensando di prendere in mano l’iniziativa ed ampliarla ulteriormente.

 

WALKING FOOTBALL - CALCIO CAMMINATO WALKING FOOTBALL - CALCIO CAMMINATO

Tutto è nato da un centro per anziani che nel 2009 cercava passatempi per gli iscritti. Un sondaggio rivelò che, più di giocare a carte, tombola o bocce, nonnini e pensionati desideravano giocare a calcio. Naturalmente ci sono uomini di 70 anni che continuano a fare jogging senza troppa difficoltà, ma per i più il cuore e i legamenti non sono gli stessi di quando ne avevano 30.

 

WALKING FOOTBALL - CALCIO CAMMINATO WALKING FOOTBALL - CALCIO CAMMINATO

Così nacque l’idea di un calcio a ritmo più blando: camminando, appunto. Con una regola ferrea: se uno trasforma il passo veloce in corsetta, l’arbitro ferma il gioco e dà un calcio di punizione agli avversari. C’è sempre qualcuno, nella foga della partita, che fa uno scatto e comincia a correre: ma viene fermato dal fischio arbitrale, come i cavalli nelle gare di trotto, squalificati se galoppano.

 

WALKING FOOTBALL - CALCIO CAMMINATO WALKING FOOTBALL - CALCIO CAMMINATO

La regola è necessaria per uniformare il gioco: includendo sia chi riuscirebbe ancora a fare una corsetta, sia chi rischierebbe le coronarie o le ginocchia. È un calcio al rallentatore, ma pur sempre calcio. E non mancano gli ex-campioni, come George Jackson, che giocò dodici partite nella massima serie con lo Stoke City, inclusa una contro il Manchester United di George Best, Bobby Charlton e Denis Law in cui fu nominato miglior giocatore dell’incontro. Ma poi si ruppe una gamba e addio football. «Pensavo di non giocare più», dice al Guardian di Londra. Invece può ancora giocare, palla al piede, con i Chesterton Crusaders, la sua squadra di “Walking Football”. Basta che cammini invece di correre.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

IL “CORRIERE” AVVISA IL PREZZEMOLINO SALVINI CHE PASSA PIU’ TEMPO AI PARTY E AGLI EVENTI CHE AL MINISTERO: “PER DIRLA CON ROBERTO D'AGOSTINO, AVVISO AI NAVIGANTI DEL NUOVO POTERE: ATTENTI AI SALOTTI ROMANI E ALLE FESTE DELLA COSIDDETTA ‘ROMANELLA MONDANA’, PERICOLOSI QUANTO UNA SCOGLIERA ACUMINATA PUÒ ESSERLO DI NOTTE PER GLI YACHT. IL RICHIAMO È FORTE, QUASI IRRESISTIBILE PER I POLITICI CHE SI TROVANO IMPROVVISAMENTE AL CENTRO DI COCCOLE, LUSINGHE E UN GRAN NUMERO DI INVITI…”

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute