MESSI BENISSIMO – SUZY CORTEZ, BOMBASTICA EX MISS BUM BUM, NON HA MAI NASCOSTO DI ESSERE OSSESSIONATA DA LEO MESSI – ADESSO, PER OMAGGIARE LA SUA FEDE CALCISTICA, SI È FATTA TATUARE IL NOME DEL CAMPIONE SUL SUO SODO E ROTONDO POSTERIORE CHE LE HA FATTO GUADAGNARE LA FASCIA DI MODELLA CON IL FONDOSCHIENA DA URLO NEL 2015… (FOTO E VIDEO HOT)

-

Condividi questo articolo



SUZY CORTEZ

Da "www.calcionews24.com"

 

suzy cortez 7 suzy cortez 7

Se essere Leo Messi vi pare uno scherzo, allora provate ad immaginare tutti i suoi oneri, oltre agli onori. Sì, perché diventare il calciatore più forte del mondo (Cristiano Ronaldo più, Cristiano Ronaldo meno) comporta anche una serie di responsabilità mica da poco, come quella di far fronte all’assalto folle dei tifosi di tutti il mondo e… delle tifose.

 

Una di queste, già conosciuta al grande pubblico (almeno quello spagnolo), è diventata decisamente pressante nei confronti della Pulce argentina negli ultimi tempi: Suzy Cortez, modella e soprattutto ex Miss Bum Bum (il concorso che premia i lati B più abbondanti do Brazil), è infatti a dir poco ossessionata dalnumero 10 del Barcellona.

suzy cortez 67 suzy cortez 67

 

Dopo aver riempito il proprio account Instagram di foto in maglia blaugrana ed aver urlato ai quattro venti la propria fede calcistica, di recente la formosa Suzy si è infatti fatta tatuare perfino il nome di Messi in una parte ben precisata del corpo. Quale? Ve la lasciamo immaginare. O meglio: potrete constatarla voi da soli.

 

Leo apprezzerà? Difficile poterlo dire con esattezza, dal momento che era stato lui stesso, qualche tempo fa, a bloccare la Cortez sui propri social – pare su pressione della moglie Antonella Roccuzzo, vagamente ingelosita – senza troppe spiegazioni.

suzy cortez 63 suzy cortez 63

 

Suzy probabilmente aveva un po’ esagerato con le proprie avances, ma del resto ve l’abbiamo detto: essere il giocatore più forte del mondo non è una propriamente passeggiata di salute. Qualcuno vuole provare?

 

suzy cortez 9 suzy cortez 9

 

 

Condividi questo articolo



media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute