BEYOND BEAUTY - API, SPAZZATURA E MOZZICONI DI SIGARETTE: LE PASSIONI DI IRVING PENN AL DI LÀ DEL FASHION - UNA RETROSPETTIVA SUL FAMOSO FOTOGRAFO RIVELA LE SUE OPERE MENO NOTE: DALLE SCENE DI STRADA ANNI ’30 FINO ALLE NATURE MORTE E AGLI ‘SCARTI’

Conosciuto per le sue fotografie di moda, pubblicate dalle più grandi riviste del mondo, Penn può essere a ben diritto considerato uno dei maggiori fotografi del XX secolo - Dallas Museum of Arts ospita fino al 14 agosto la prima grande retrospettiva dedicata al fotografo Irving Penn (1917-2009), dal titolo Beyond Beauty...

Condividi questo articolo

Da http://style.corriere.it 

 

irvin penn irvin penn

Dallas Museum of Arts ospita fino al 14 agosto la prima grande retrospettiva dedicata al fotografo Irving Penn (1917-2009), dal titolo Beyond Beauty. Conosciuto per le sue fotografie di moda, pubblicate dalle più grandi riviste del mondo, Penn può essere a ben diritto considerato uno dei maggiori fotografi del XX secolo.

 

La mostra celebra la sua eredità di innovatore e precursore, rivelando l’intera gamma espressiva della sua opera, anche quella meno nota: dalle scene di strada di fine anni ’30, alle immagini dell’America del Sud degli anni ’40, fino ai più noti ritratti di celebrità, foto di moda, nature morte e molti scatti privati.

 

irvin penn 8 irvin penn 8

In una carriera durata quasi 70 anni, l’abilità estetica e tecnica di Penn gli valse riconoscimenti sia nel mondo artistico che commerciale. Maestro sia della fotografia in bianco e nero che a colori, ha portato alla rinascita della stampa al platino negli anni ‘60 e ‘70.

 

irvin penn 6 irvin penn 6 irvin penn 1 irvin penn 1 irvin penn 2 irvin penn 2 irvin penn 3 irvin penn 3 irvin penn 4 irvin penn 4 irvin penn 5 irvin penn 5 irvin penn 7 irvin penn 7

È stato uno dei primi fotografi ad attraversare l’abisso che separava le riviste e la fotografia d’arte, riducendo il divario tra arte e moda e ridefinendo il concetto stesso di eleganza; altresì è stato in grado di trasformare oggetti banali e comuni, come cibo, mozziconi di sigarette, spazzatura, in immagini memorabili, spesso di una bellezza surreale.

 

La retrospettiva presenta oltre 140 fotografie, provenienti dallo Smithsonian American Art Museum, ente organizzatore, e 100 fotografie inedite recentemente donate al museo dalla Fondazione Irving Penn. In mostra per la prima volta anche una selezione di film in Super 8 girati da Lisa Fonssagrives-Penn, moglie del fotografo, durante un viaggio in Marocco, dove è emozionante osservare l’artista al lavoro.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal