UTOPIE AL NEON - “AMBIENTI/ENVIRONMENTS” E’ LA NUOVA MOSTRA SU LUCIO FONTANA AL PIRELLI HANGAR BICOCCA DI MILANO - LUCI, INSTALLAZIONI INTERATTIVE, FLUORESCENZE: PER LA PRIMA VOLTA VENGONO RAGGRUPPATI QUEGLI AMBIENTI FANTASCIENTIFICI CREATI DALL’ARTISTA E QUASI SEMPRE DISTRUTTI ALLA FINE DELLE ESPOSIZIONI -VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

Nicoletta Orlandi Posti per Libero Quotidiano

 

LUCIO FONTANA LUCIO FONTANA

«Non ci può essere nessuna evoluzione in un' arte che utilizza ancora la pietra e il colore, ma sarà possibile fare una nuova arte con la luce, la televisione, la proiezione». Parole, queste di Lucio Fontana, che a rileggerle suonano come profetiche. Era il 5 febbraio 1949 e, presso la Galleria del Naviglio a Milano, il padre dello Spazialismo, dei Tagli e dei Buchi creò Ambiente spaziale a luce nera: una serie di forme tridimensionali di cartapesta illuminate dalla luce violacea di Wood, fosforescenti e fluttuanti, appese al soffitto dello spazio espositivo completamente nero. L' opera, che venne mostrata per soli sei giorni e poi fu distrutta, suscitò scalpore e accese discussioni tanto che Fontana attese più di un decennio per realizzarne un' altra.

lucio fontana ambienti enviroments lucio fontana ambienti enviroments

 

Nel catalogo l' artista spiegava che il suo obiettivo era liberare la forma, un concetto. Allo stesso tempo, lo straniamento percettivo amplificava le reazioni emotive personali, la relazione con il proprio corpo e Fontana sottolineava come il visitatore fosse costretto a fare i conti con le proprie motivazioni interiori, la sua conoscenza, la sua stessa corporeità: lo spazio non è più ospite dell' opera, statica e fredda, ma diviene esso stesso opera, si fa «ambiente spaziale» che suscita e accoglie i diversi stati emotivi del visitatore.

 

lucio fontana ambienti enviroments 7 lucio fontana ambienti enviroments 7

Dopo quella prima installazione ne seguirono altre, ma purtroppo i suoi Ambienti Spaziali - stanze, corridoi o labirinti percorribili, quasi sempre distrutti al termine dell' esposizione, formati da materiali innovativi per l' epoca come vernici fluorescenti, luci al neon e luci di Wood, e da elementi strutturali, come pavimenti instabili o a pianta ondulata, che pongono il visitatore al centro dell' opera - sono andati tutti perduti. Ora, grazie alla mostra che inaugura il 21 settembre alla Pirelli Hangar Bicocca di Milano, tutti avranno la possibilità di ammirarli di nuovo.

 

lucio fontana ambienti enviroments 5 lucio fontana ambienti enviroments 5

Ambienti/Environments intende far luce proprio su questo corpus di opere di importanza storica, ma ancora poco noto al grande pubblico, che mette ulteriormente in rilievo la forza dirompente e precorritrice della ricerca di Fontana rivolta al superamento della seconda e terza dimensione. La mostra si apre con la Struttura al Neon (1951), opera concepita come apparato decorativo per la IX Triennale di Milano: il grande neon, un arabesco fluorescente di circa cento metri, appeso all' ingresso dello spazio espositivo, introduce alla sequenza cronologica degli ambienti, a iniziare dal primo, quello della Galleria del Naviglio del 1949.

 

lucio fontana ambienti enviroments 4 lucio fontana ambienti enviroments 4

Seguono i due corridoi, denominati Utopie del 1964, creati in occasione della XIII Triennale: in Pirelli HangarBicocca vengono ricostruiti come due ambienti, uno nero con una parete incurvata e con una serie di fori da cui filtra luce al neon verde, e l' altro, ricostruito per la prima volta, contraddistinto da muri e soffitti ricoperti di tappezzeria rossa metallica, da lastre in vetro "Quadrionda" e da tubi al neon rossi. Attraverso questi due lavori emerge la centralità dell' esperienza percettiva del visitatore, aspetto che Fontana sviluppa anche nell' installazione presentata per la prima e unica grande mostra personale in un museo americano, il Walker Art Center di Minneapolis, nel 1966.

 

lucio fontana ambienti enviroments 2 lucio fontana ambienti enviroments 2

Per accedere a questo Ambiente spaziale, mai riallestito fino a ora, bisogna attraversare un tunnel ribassato e con pavimento inclinato, per raggiungere l' interno, dove si ritrova in una stanza delimitata da pareti forate da cui filtra la luce al neon e da un pavimento instabile di gomma morbida. Il percorso espositivo prosegue con l' Ambiente spaziale, realizzato nel 1967 in occasione della mostra Lo spazio dell' immagine a Palazzo Trinci di Foligno, e quelli originariamente concepiti per il tour europeo della mostra americana e presentati lo stesso anno allo Stedelijk Museum di Amsterdam e successivamente al Van Abbemuseum di Eindhoven: tutti ricostruiti per la prima volta nell' HangarBicocca .

 

lucio fontana ambienti enviroments 3 lucio fontana ambienti enviroments 3

L' ultimo ambiente - datato nel 1968, anno della scomparsa del''artista e realizzato per Documenta 4 a Kassel - è disposto a conclusione del percorso cronologico nelle Navate: uno spazio labirintico bianco che conduce a un grande taglio sul muro, unico segno lasciato da Fontana e che richiama i suoi Tagli, attestandone in qualche modo il loro superamento: dalla tela allo spazio stesso. La mostra si conclude all' interno del Cubo con Fonti di energia: sette livelli di tubi di luce colorata al neon, progettata da Fontana a Torino nel 1961 per il padiglione Energie in occasione delle celebrazioni del centenario dell' Unità d' Italia. La mostra, curata da Marina Pugliese, Barbara Ferriani e Vicente Todolí, è gratuita e si potrà visitare dal 21 settembre fino al 25 febbraio 2018.

LUCIO FONTANA AMBIENTI ENVIRONMENTS 2 LUCIO FONTANA AMBIENTI ENVIRONMENTS 2 LUCIO FONTANA AMBIENTI ENVIRONMENTS LUCIO FONTANA AMBIENTI ENVIRONMENTS

 

Condividi questo articolo

media e tv

CAIRO, L'EX MARITO DEI SOGNI - SUL ''CORRIERE'' UNA PAGINATA IN GLORIA DEL LIBRO DI ANNA CATALDI, CHE NON SOLO PORTÒ A HOLLYWOOD ''LA MIA AFRICA'', MA È STATA ANCHE SPOSATA CON L'EDITORE DEL QUOTIDIANO - LEGGIAMO CHE ''NON È SOLTANTO IL ROMANZO DI UNA GRANDE INTUIZIONE E DELLA CAPARBIETÀ CON CUI È STATA CONDOTTA A BUON FINE (SALVO SUL PIANO FINANZIARIO), MA ANCHE UN SAPORITO VIAGGIO TRA GLI INGRANAGGI DELLO STAR SYSTEM''. NOTARE L'INCISO ''SALVO SUL PIANO FINANZIARIO'' CHE PER UNA PRODUTTRICE…

politica

AMERICA FATTA A MAGLIE - CHE FIGURA BARBINA HA FATTO ELIZABETH WARREN, LA SENATRICE ''POCAHONTAS'' CHE VOLEVA INFILZARE TRUMP E FINÌ INFILZATA DA UN TEST DEL DNA CHE HA RIVELATO LA SUA FARLOCCA APPARTENENZA ALLA TRIBÙ DEI CHEROKEE (1%), CON I CAPI INDIANI CHE PRENDONO UFFICIALMENTE LE DISTANZE - ORA TUTTA LA SUA CARRIERA, AIUTATA DALL'ESSERE UNA SEDICENTE ''DONNA DI COLORE'' VIENE MESSA IN DISCUSSIONE. COME DA NOI CERTI FALSI INVALIDI. UNA FINE INGLORIOSA PER UNA CHE PUNTAVA ALLA NOMINATION NEL 2020

business

cronache

sport

JUVE, L’AFFARE S’INGROSSA - “IL NAPOLISTA” TIRA FUORI LE INTERCETTAZIONI DI MAROTTA, NELL’AMBITO DELL’INCHIESTA SULLE INFILTRAZIONI CRIMINALI NELLA CURVA DELLA JUVENTUS - EMERGONO LE PRESSIONI DELL'EX DIRIGENTE SU “REPUBBLICA” (“LÌ C’È IL ‘NOSTRO’ DIRETTORE…”) E “GAZZETTA DELLO SPORT” (“SE ESCE QUELL’ARTICOLO, MI COMPORTERÒ DI CONSEGUENZA…”. E INFATTI POI L’ARTICOLO DIVENTA UN TRAFILETTO) - ZILIANI: “A 12 ANNI DA CALCIOPOLI ABBIAMO UN GIORNALE, LA 'GAZZETTA', CHE DECIDE AL TELEFONO CON I DIRIGENTI DELLA JUVENTUS COSA SCRIVERE E COSA NO SU TEMI SCABROSISSIMI E..."

cafonal

viaggi

salute