BERNABE’ FA PER TRE - IL BILANCIO DELLA HOLDING PERSONALE DEL NEO CONSIGLIERE DI TIM, VOLUTO DA BOLLORE' PER RIALLACCIARE I RAPPORTI CON RENZI, CONFERMA I SUOI LEGAMI DI BUSINESS CON MARCO CARRAI - AFFARI ANCHE CON CHICCO TESTA

Condividi questo articolo

 

Andrea Giacobino per andreagiacobino.com

franco bernabe franco bernabe

 

Franco Bernabè ha “pagato” 2 milioni di euro per le sue due nuove presidenze? Questa può essere una chiave di lettura, ma l’altra potrebbe essere che il manager, già amministratore delegato di Eni e presidente di Telecom (nel cui cda è rientrati recentemente), abbia deciso di investire direttamente nella nuova avventura professionale.

 

Il bilancio 2016 di Fb Group, la holding personale di Bernabè su un totale di attivo di 30 milioni di euro vede infatti la voce delle partecipazioni in altre imprese salita a quasi 2,3 milioni di euro dai 363mila euro del 2015. L’incremento si deve all’acquisto dello 0,14%, con un investimento di 807mila euro ciascuno, nelle due società lussemburghesi Mercury Al e Mercury BL, oltre ad una quota analoga nell’italiana Fides con un investimento di 295mila euro.

 

Cartasi Cartasi

La nota integrativa spiega che Mercury Al, Mercury BL e Fides in cui Fb Group ha investito complessivamente 1,9 milioni “sono società finanziarie, appartenenti rispettivamente ai fondi di private equity Advent, Bain Capital e Clessidra le quali, tramite altre società in Italia e all’estero, hanno acquisito a luglio 2016 la maggioranza dell’Istituto Centrale delle Banche Popolari (Icbpi)”. E Bernabè dopo l’acquisto di Icpbi da parte dei fondi ne è diventato presidente e presidente anche della controllata Cartasi.

 

Il bilancio della holding personale del manager nato a Vipiteno, comunque, è utile per capire quanto contino i suoi legami di business con Marco Carrai, vicino all’ex premier Matteo Renzi.

carrai renzi carrai renzi

 

Tra gli attivi infatti oltre ad un immobile in carico per 5,1 milioni e al 100% della Ryoga (attività yoga svolta in un centro dedicato a Roma) si segnala la quota del 15% nella bresciana Eva Energie Valsabbia presieduta dall’amico Enrico (“Chicco”) Testa, e, soprattutto, il 3,3% in Wadi Ventures Company sarl e il 14% in Wadi Ventures Management Company, due veicoli lussemburghesi di private equity lanciati dal finanziere israelita Jonathan Pacifici di cui è azionista fra l’altro lo stesso Carrai, il 14,2% di Cambridge Management Consulting, di cui Carrai è presidente e socio al 21% e il 7,64% della fiorentina Yourfuture nel cui libro soci ritroviamo Pacifici e Carrai.

chicco testa spiaggiato chicco testa spiaggiato

 

Fb Group ha sottoscritto una polizza assicurativa di 12,6 milioni con Cardif Lux Vie, che ha maturato interessi attivi per quasi 250mila euro mentre l’utile finale è stato di 191mila euro.

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal