ECCO COME CAMBIERÀ IL PIL DEL MONDO NEL 2050 - GLI EQUILIBRI GEOPOLITICI SI TRASFORMERANNO RADICALMENTE COME IL PANORAMA FINANZIARIO - NEL REPORT DELLA "PWC" AL PRIMO POSTO CI SARA’ LA CINA SEGUITA DA INDIA E STATI UNITI - VOLERÀ IL MESSICO, SCIVOLA LA FRANCIA MENTRE L’ITALIA… - LA CLASSIFICA COMPLETA

-

Condividi questo articolo

Dagotraduzione da The Indipendent

 

La ricchezza nel mondo - Stime 2016 del FMI proiezioni di PwC per il 2030 e il 2050 La ricchezza nel mondo - Stime 2016 del FMI proiezioni di PwC per il 2030 e il 2050

Nel 2050, gli equilibri geopolitici del pianeta saranno molto diversi rispetto a oggi, così come lo sarà il panorama economico e finanziario. L’economia mondiale potrebbe arrivare a raddoppiarsi, superando di gran lunga la crescita della popolazione, grazie a una migliore produttività guidata dagli avanzamenti tecnologici.

 

Le economie emergenti potrebbero crescere in media a più del doppio della velocità delle economie avanzate consolidate. Come risultato, sei delle sette principali economie mondiali nel 2050 saranno quelle degli attuali paesi emergenti con la Cina in testa, seguita da India (seconda) e Indonesia (quarta).

 

Come sara il mondo nel 2050 Come sara il mondo nel 2050

Gli USA dunque perderebbero il loro primato piazzando il loro PIL solo al terzo posto della classifica globale, mentre quello europeo potrebbe scendere del 10%. Il Regno Unito sarebbe al decimo posto, mentre Italia e Francia uscirebbero dalla top 10 superate da economie emergenti più veloci come quella messicana.

 

Tuttavia queste economie avranno bisogno di migliorare significativamente il loro aspetto istituzionale e delle infrastrutture se vorranno pienamente realizzare il loro potenziale.

Nairobi nel 2050 Nairobi nel 2050

Il report della PwC, intitolato “Uno sguardo al futuro: come cambierà l’ordine dell’economia globale entro il 2050?” ci dice quali saranno le economie più grandi e potenti nel mondo tra 33 anni classificando 32 paesi secondo una proiezione del loro PIL a parità dei potere d’acquisto (PPA) – il PPA viene usato dai macroeconomisti per stabilite la produttività economica e la qualità della vita tra i paesi durante un certo periodo.

 

Con l’eccezione degli Stati Uniti, molte potenze globali come il Giappone e la Germania sono scesi in classifica, rimpiazzate da paesi come l’India e l’Indonesia. Ecco la lista (le cifre sono in dollari e in valori costanti (l’attuale PPA degli USA è di $18,562 trilioni):

 

32. Olanda – $1,496 trilioni

31. Colombia – $2,074 trilioni

30. Polonia – $2,103 trilioni

29. Argentina – $2,365 trilioni

28. Australia – $2,564 trilioni

27. SudAfrica – $2,750 trilioni

26. Spagna – $2,732 trilioni

25. Thailandia – $2,782 trilioni

24. Malesi –  $2,815 trilioni

23. Bangladesh – $3,064 trilioni

22. Canada – $3,1 trilioni

21. Italia – $3,115 trilioni

20. Vietnam – $3,175 trilioni

19. Filippine – $3,334 trilioni

18. Corea del Sud – $3,539 trilioni

17. Iran – $3,900 trilioni

16. Pakistan – $4,333 trilioni

15. Egitto – $4,333 trilioni

14. Nigeria – $4,348 trilioni

13. Arabia Saudita – $4,694 trilioni

12. Francia – $4,705 trilioni

11. Turchia – $5,184 trilioni

10. Regno Unito – $5,639 trilioni

 9. Germania – $6,779 trilioni

 8. Giappone – 6,779 trilioni

 7. Messico – $6,863 trilioni

 6. Russia – $7,131 trilioni

 5. Brasile – $7,540 trilioni

 4. Indonesia – $10,502 trilioni

 3. Stati Uniti – $34,102 trilioni

 2. India – $44,128 trilioni

 1. Cina – $58,499 trilioni  

 

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal