ORCA CHE ORCEL! - SALTA CLAMOROSAMENTE LA NOMINA DEL BANCHIERE ITALIANO ALLA GUIDA DEL SANTANDER, ANNUNCIATO A SETTEMBRE. IL MOTIVO? COSTA TROPPO! - ANA BOTIN NON VUOLE SOSTENERE ''IL COSTO DAVVERO SIGNIFICATIVO PER ASSUMERE UN SINGOLO INDIVIDUO''. SECONDO I MEDIA SPAGNOLI SI TRATTA DI 50 MILIONI IN PIÙ RISPETTO ALLO STIPENDIO DELL'ATTUALE AD, OVVERO LA SOMMA CUI HA RINUNCIATO LASCIANDO UBS. DOVE ORA FORSE È TROPPO TARDI RIENTRARE…

-

Condividi questo articolo

 

Da www.ilsole24ore.com

Andrea Orcel Andrea Orcel

 

Salta clamorosamente la nomina del banchiere italiano Andrea Orcel alla guida del Banco Santander. La retromarcia degli spagnoli potrebbe riaprire la corsa per un ruolo di numero uno in Ubs anche se un rientro di Orcel dopo le dimissioni dalla banca elvetica non sembra la più probabile delle soluzioni. Il colosso iberico, che lo scorso settembre aveva annunciato l'ingresso come ceo del banchiere di Ubs a inizio anno, ha comunicato che «non procederà con la nomina».

 

ana botin ana botin

A portare all'inattesa rottura «il costo davvero significativo» che la banca avrebbe dovuto pagare «per assumere un singolo individuo, compensando la perdita di una significativa porzione della sua remunerazione dei precedenti sette anni», ha commentato la presidente Ana Botin.

 

La nota spiega che il board del Santander, a settembre, aveva trovato un accordo sulla retribuzione di Orcel, che sarebbe stata «in linea« con quella del suo predecessore José Antonio Alvarez, ma che non era stato possibile determinare l'ammontare dei compensi maturati in Ubs a cui Orcel avrebbe dovuto «rinunciare» e che Santander avrebbe dovuto compensare.

 

A seguito degli approfondimenti di questi mesi è emerso che la somma da pagare (alcuni media spagnoli parlano di 50 milioni di euro) «sarebbe stata significativamente superiore alle aspettative originali al tempo della nomina» e «inaccettabile per una banca retail e commerciale come Santander». Alla guida di Santander resterà dunque l'attuale ceo Alvarez.

 

ANA BOTIN ANA BOTIN ubs ubs Andrea Orcel Andrea Orcel

 

 

Condividi questo articolo

business