QUALCUNO COL VOTO SULLA BREXIT SI È ARRICCHITO - SEMBRA UNA NON NOTIZIA, MA LO DIVENTA SE C'È LO ZAMPONE DEL FURBO E VULCANICO NIGEL FARAGE: SECONDO BLOOMBERG NEWS (CHE HA ACCESSO A DATI FINANZIARI ''HARD'') L'EX CAPO DELL'UKIP SAPEVA DELLA VITTORIA DEL ''LEAVE'', MA SI AFFRETTO' A DICHIARARE DI AVER PERSO PER FAR FLUTTUARE LA STERLINA E ARRICCHIRE QUALCHE AMICO DELLA CITY. CENTINAIA DI MILIONI DI STERLINE IN POCHI SECONDI…

-

Condividi questo articolo

 

Luigi Ippolito per il Corriere della Sera

THERESA MAY NIGEL FARAGE THERESA MAY NIGEL FARAGE

 

 Mr Brexit conosceva in anticipo i risultati del referendum di due anni fa e ha fatto insider trading a favore dei suoi amici nella City? È il sospetto che aleggia in queste ore a Londra attorno a Nigel Farage, l' ex leader dello Ukip, il Partito per l' Indipendenza del Regno Unito, che più di tutti aveva spinto per l' uscita di Londra dall' Unione europea.

 

L' accusa viene seccamente respinta dal politico britannico, ma è il risultato di una meticolosa indagine condotta da Bloomberg News, che ha cercato di ricostruire come alcuni hedge fund, i fondi speculativi, abbiano guadagnato centinaia di milioni nella notte del referendum.

 

 

nigel farage nigel farage

Alle dieci di sera del 23 giugno del 2016, a urne appena chiuse, Farage era apparso sugli schermi di Sky News con una dichiarazione registrata venti minuti prima: «È stata una campagna referendaria straordinaria - aveva detto - l' affluenza è eccezionalmente alta ma sembra che il Remain (il voto a favore della Ue, ndr) la spunterà». E un' ora dopo aveva ribadito lo stesso concetto alla Press Association, l' agenzia di stampa britannica: «Se mi sbaglio, ne sarei eccitato. Ma è quello che mi risulta da alcuni amici nella finanza che hanno condotto ampi sondaggi».

 

NIGEL FARAGE FESTEGGIA CON MARK RECKLESS NIGEL FARAGE FESTEGGIA CON MARK RECKLESS

Il fautore della Brexit sembrava dunque ammettere la sconfitta. E i mercati avevano reagito immediatamente: la sterlina era schizzata in alto, per la prima volta in sei mesi oltre il tetto di 1,50 sul dollaro, perché gli investitori si stavano persuadendo della permanenza della Gran Bretagna in Europa.

 

Ma le cose stavano diversamente. E - questa è l' accusa - Farage lo sapeva bene: secondo Bloomberg News il leader dello Ukip aveva informazioni certe che la Brexit aveva in realtà vinto. Perché dunque stava mentendo? La ragione è che, appena erano cominciati ad affluire i dati reali dopo la mezzanotte, che davano la sconfitta del fronte europeista, la sterlina era crollata, fino a toccare il minimo di 1,32 contro il dollaro alle 5.30 del mattino. Ma grazie a questa fluttuazione gli investitori che avevano scommesso contro la sterlina (shorting the pound, come si dice in gergo) avevano guadagnato enormi fortune: un solo trader si era portato a casa 225 milioni in poche ore.

farage nega ogni accusa farage nega ogni accusa

 

Farage ha negato che le sue dichiarazioni avessero l' obiettivo di influenzare i mercati: «Non avevo alcuna conoscenza anticipata dei sondaggi prima delle dieci di sera - ha affermato -. Suggerire il contrario è completamente falso. Dopo la chiusura delle urne ho ricevuto opinioni divergenti: alcuni dicevano Brexit, altri il contrario. Giravano ogni tipo di voci e pettegolezzi».

 

Eppure non si capisce perché avesse avuto tanta fretta di andare in tv ad annunciare la propria sconfitta (quando era vero l' opposto). «Non avevo alcun interesse finanziario nei movimenti valutari di quella giornata», ha tagliato corto Farage . Ma l' apostolo della Brexit, prima di darsi alla politica, lavorava nella City: e sicuramente ha mantenuto stretti rapporti con gli uomini della finanza.

 

NIGEL FARAGE FESTEGGIA IL RISULTATO DELLUKIP ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE NIGEL FARAGE FESTEGGIA IL RISULTATO DELLUKIP ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE

Secondo Bloomberg News, Farage ha cambiato più volte versione su cosa sapeva o non sapeva di un sondaggio condotto dall' agenzia di un suo amico, che aveva previsto correttamente il risultato del referendum: gli hedge fund della City «ci hanno guadagnato parecchio», aveva ammesso lo stesso Farage. I finanzieri londinesi avevano assoldato almeno sei istituti demoscopici per trarre vantaggio dal voto sulla Brexit. Che invece, al cittadino comune, costerà almeno mille euro all' anno.

FARAGE E LA BREXIT FARAGE E LA BREXIT

 

Condividi questo articolo

business