''HO APERTO LA PORTA E MI HA STUPRATO'' - RIMANE IL MISTERO SULL'IDENTITA' DELL'ATTRICE ITALIANA 38ENNE CHE HA DENUNCIATO WEINSTEIN ALLA POLIZIA DI LOS ANGELES (VIDEO) - MENTRE TUTTI DICONO CHE STA PER ESPATRIARE, IL PORCELLONE ANNUNCIA UN ALTRO MESE DI 'SEX-THERAPY' IN ARIZONA. DOVE HA PURE IL TEMPO DI SMENTIRE LUPITA NYONG'O: 'DICE CHE L'HO MOLESTATA? MA SE POI MI HA INVITATO A TEATRO'

-

Condividi questo articolo

 

VIDEO - LA CONFERENZA STAMPA DELL'AVVOCATO DELLA MISTERIOSA ATTRICE ITALIANA CHE ACCUSA WEINSTEIN DI STUPRO A LOS ANGELE

 

 

DAVID RING AVVOCATO DELL ATTRICE ITALIANA CHE DENUNCIA WEINSTEIN DAVID RING AVVOCATO DELL ATTRICE ITALIANA CHE DENUNCIA WEINSTEIN

 

 

1.WEINSTEIN: HARVEY A LUPITA NYONG'O, RICORDO DIVERSAMENTE

 (ANSA) - Harvey Weinstein replica a Lupita Nyong'o: attraverso un portavoce, il produttore accusato di molestie sessuali da una quarantina di donne, tra cui la protagonista di "12 anni schiavo" di Steve McQueen, ha fatto sapere di avere un ricordo diverso della serata di cui l'attrice ha scritto in un intervento sul New York Times. Nell'articolo, la Nyong'o racconta una serie di avances che l'ex boss della Miramax le avrebbe fatto all'inizio della sua carriera nel cinema.

HARVEY WEINSTEIN HARVEY WEINSTEIN

 

"Il signor Weinstein ricorda le cose diversamente, ma crede che Lupita sia un'attrice brillante e una forza importante per l'industria di Hollywood", ha riferito il portavoce. E a riprova che non esistevano cattivo sangue o rancori tra i due, nella dichiarazione si fa sapere anche che "l'anno scorso la Nyong'o inviò un invito personale a Weinstein per vederla nello show a Broadway 'Eclipsed'".

 

 

2.WEINSTEIN: RESTA MISTERO SU IDENTITÀ ALTRA ATTRICE ITALIANA

harvey weinstein ambra battilana harvey weinstein ambra battilana

 (ANSA) - "Il più grande rimpianto della mia cliente è quello di aver aperto quella porta". Rimane avvolto nel mistero il nome dell'attrice italiana che ha sporto denuncia per stupro nei confronti di Harvey Weinstein. Nonostante che il suo avvocato, David Ring, abbia tenuto ieri una conferenza stampa a Los Angeles, arrivata in seguito alla pubblicazione dell'articolo sul Los Angeles Times che raccontava di una sesta denuncia per stupro nei confronti dell'ex fondatore della Miramax su cui sta indagando la polizia di Los Angeles.

 

La conferenza stampa sarebbe dovuta servire a raccontare ulteriori dettagli sui fatti avvenuti nel febbraio del 2013, quando - secondo il racconto della donna - Harvey Weinstein in seguito a una serata mondana dove si erano conosciuti, si presentò alla porta della sua camera d'albergo, usò la prepotenza per entrare e la stuprò. "Mi prese per i capelli e mi forzò a fare qualcosa che non volevo fare, poi mi spinse in camera e mi violentò".

LUPITA NYONG O LUPITA NYONG O

 

Durante la conferenza stampa l'avvocato Ring, uno dei più conosciuti nell'ambito delle cause risarcitorie in seguito a molestie sessuali, ha fatto sapere che non avrebbe rivelato ulteriori particolari che potessero in qualche modo mettere a repentaglio le indagini o la privacy della sua cliente e ha risposto con una serie di no comment a quasi tutte le domande della stampa, non andando oltre al racconto apparso sul Los Angeles Times e non rilevando nessun altro particolare se non quelli già emersi: che si tratta di un'attrice italiana di 38 anni che non vuole rivelare il suo nome per proteggere la privacy dei figli, che l'incontro fra i due era avvenuto nell'ambito del Festival Los Angeles, Italia e che lo stupro avvenne in una stanza del Mr. C Beverly Hills dove l'attrice alloggiava.

 

LUPITA NYONG O LUPITA NYONG O

"La mia cliente non ha altri fini se non quello di raccontare la verità e cosa accadde quella notte", ha detto l'avvocato. Di tutti i casi arrivati sulle scrivanie degli investigatori e riguardanti il produttore, quest'ultimo della polizia di Los Angeles se confermato da elementi probatori potrebbe costargli la prigione. A giocare a favore delle presunte vittime è infatti questa volta il fattore temporale, perché la denuncia riguarda un episodio avvenuto meno di dieci anni fa e non ancora soggetto a prescrizione, come invece potrebbe essere per gli altri casi sfociati in denunce penali, due a New York e tre a Londra, tutti avvenuti in tempi molto meno recenti.

 

 

3.WEINSTEIN: EX BOSS MIRAMAX PROLUNGA RIABILITAZIONE

 (ANSA) - Secondo il sito di gossip Tmz, Harvey Weinstein avrebbe prolungato di un mese la sua permanenza in un centro di riabilitazione dell'Arizona dove era entrato una settimana fa. "Weinstein - ha detto a Tmz un portavoce dell'ex boss della Miramax accusato di molestie sessuali e stupro da una quarantina di donne - non desidera eccessive distrazioni e vuole continuare il lavoro avviato con gli psicologi". Il programma di cura in "day hospital" intrapreso da Weinstein si sarebbe dovuto concludere oggi, ma il produttore ha deciso altrimenti.

il centro di rehab meadows in arizona il centro di rehab meadows in arizona

 

Ieri intanto uno psicologo del centro di riabilitazione ha detto che Weisntein sta prendendo "sul serio" il piano di "terapia intensiva" che è stato messo a punto per lui e che è basato, sempre secondo Tmz, sul "controllo della rabbia, l'atteggiamento verso gli altri, la definizione di confini e un lavoro iniziale sull'empatia". Finora "Weinstein si è dedicato anima e corpo al piano terapeutico", ha detto uno psicologo autorizzato a parlare dal produttore: "Nonostante la montagna di distrazioni, si è presentato a ogni appuntamento"

il centro di rehab meadows in arizona il centro di rehab meadows in arizona harvey weinstein versione maiale harvey weinstein versione maiale il centro di rehab meadows in arizona il centro di rehab meadows in arizona

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal