DOMANI COSA VED-RAI? SKY! - DOPO AVER PERSO I DIRITTI SUL CAMPIONATO DI CALCIO, CHAMPIONS E OLIMPIADI LA RAI PERDE ANCHE LA FORMULA 1: DAL MARZO 2013 SARÀ SKY A TRASMETTERE LE CORSE - MURDOCH HA SGANCIATO QUASI 50 MLN € PER CONVINCERE ECCLESTONE - COSTRETTA A TAGLIARE I COSTI DOPO LUSTRI DI SPERPERI, LA RAI NON PUO’ PIÙ PERMETTERSI DI INVESTIRE SULLO SPORT…

Condividi questo articolo

Fulvio Bianchi per "la Repubblica"

viale mazzini mediumviale mazzini medium

Sky padrona dello sport: del calcio (campionato e Champions) si sa, l´Olimpiade di Londra è una new entry, ma in futuro, dopo le MotoGp, ecco che la pay tv sorpassa tutti e si impossessa anche della Formula 1. Sì, da marzo 2013 (sino al 2015) lo spettacolo di Alonso & C. sarà a pagamento. Soffiati i diritti alla Rai che pagava circa 36 milioni di euro a stagione. Ma Rupert Murdoch, almeno in Italia, non bada a spese.

viale mazziniviale mazzini

Tanto da rilanciare sino a sfiorare quota 50 milioni annui, per la gioia di Bernie Ecclestone. Nell´accordo fra Fom e Sky è previsto che «un canale tv in chiaro» trasmetta 9 Grand Prix in diretta, e fra questi quello di Monza, e gli 11 altri in differita. Sky darà invece in Alta Definizione tutti i suoi 11 Gp in esclusiva, ma si potranno vedere le Ferrari anche su tablet, pc e smartphone. Intanto, dal quartier generale della pay tv segnalano la soddisfazione del popolo della F.1, manifestata via Twitter.

Rupert MurdochRupert Murdoch

Una brutta botta per la Rai, che perde sempre più terreno sul fronte dello sport: anche se a Viale Mazzini, ovviamente, sperano di essere loro quel "canale tv in chiaro" e di salvare almeno mezza F.1. Come? Con il modello inglese: fifty-fity, 10 Gran Premi in diretta a testa. La trattativa è aperta: ci starà Sky? Ma l´allarme è serio. Lo ha lanciato lunedì scorso Paolo Garimberti, presidente Rai, proprio in occasione della presentazione di Euro 2012, di cui la tv pubblica detiene l´esclusiva.

Bernie EcclestoneBernie Ecclestone

«Ma chissà se in futuro sarà ancora così», ha spiegato il presidente: i costi dei diritti tv sono troppo cari, lo sport va sempre più sulle reti a pagamento e la Rai sta tagliando disperatamente dove è possibile tagliare. Persa dal prossimo anno anche la Champions League, che tempo fa fu strapagata: chi vuole vedere tutte le gare deve quindi abbonarsi a Sky, chi si accontenta di una gara mercoledì può vederla su Canale 5.

PAOLO GARIMBERTIPAOLO GARIMBERTI

E se la Rai ha appena salvato le sue trasmissioni-cult, come Novantesimo e Domenica Sportiva, con un´offerta al ribasso, ecco che ora dovrà dar battaglia per non farsi sfilare anche la Coppa Italia: grandi ascolti (quasi 12 milioni per la finale fra Juve e Napoli) che fanno gola anche a Sky, Mediaset e La 7. Costo, una ventina di milioni.

Eugenio De PaoliEugenio De Paoli

In più, ecco la novità dei Giochi pay: è Sky la tv ufficiale per l´Italia. Per prima volta in un´Olimpiade estiva (già successo in quella invernale, a Vancouver), la Rai ha perso l´esclusiva: 200 ore di diretta da Londra, contro le 1600 di Sky. «Ma noi siamo e resteremo sempre la tv degli azzurri: sono sicuro che faremo grandi ascolti», l´ottimismo di Eugenio De Paoli, direttore di Rai Sport. Circa 10 ore al giorno su Rai 2, mentre Rai 1 darà la cerimonia inaugurale. «E tutto gratis», ricordano da Viale Mazzini. Ma che succederà per le prossime Olimpiadi, Sochi e Rio? Sono già in mano alla pay tv e la Rai sarà costretta ancora una volta a bussare alla porta di Murdoch per riprendersi qualcosa che prima era suo, solo suo.

 

Condividi questo articolo