A LETTO CON GABRIEL, LO STALLONE DI SILICONE - COM'E' FARE SESSO CON UN ROBOT? IL PENE E' INDISTINGUIBILE DA UNO VERO, NON PERDE L'EREZIONE, HA PELI PUBICI REALI E LO METTI COME TI FA GODERE DI PIU'- NEL DOCUMENTARIO DI 'VICE' LE DONNE RACCONTANO L'ESPERIENZA CON GABRIEL - VIDEO

Condividi questo articolo

Joshua Nevett per “Daily Star

 

VIDEO "DOCUMENTARIO DI 'VICE' SUI ROBOT DEL SESSO"

 

 

sex doll in costruzione sex doll in costruzione

Abbiamo tanto parlato di ‘sex robot’ femminili, quasi identici alle donne vere, in quanto respirano, hanno una temperatura corporea e sono in grado di parlare (soprattutto di dire porcate). Ma com’è fare sesso con un robot maschio? Si sente la differenza?

 

A raccontare il fenomeno erotico nel documentario di 'Vice' è Karley Sciortino, 31enne single, che ha trascorso venti minuti a letto con Gabriel, un pezzo di robot da oltre 5000 euro: «Si pensa sempre che gli uomini abbiano più voglia di fare sesso con un oggetto e che le donne abbiano bisogno per forza di connessione emotiva, ma non è così. Queste bambole sono in silicone e il pene è incredibilmente realistico, anzi, talvolta indistinguibile da uno vero».

sex doll gabriel sex doll gabriel

 

Il pene del robot può essere flaccido ed eretto, diventa duro al contatto e ha peli pubici veri. La sua esperienza è stata molto positiva: «Ne è valsa la pena. Con una bambola si può dirigere e capire meglio cosa funziona per il tuo corpo».

 

Gabriel è stato immesso sul mercato americano nel 2015 e da allora le vendite sono schizzate. Presto saranno in vendita nuovi modelli.

il pene del sex doll maschio indistinguibile da uno vero il pene del sex doll maschio indistinguibile da uno vero sex doll jude low sex doll jude low a letto con il robot a letto con il robot sex doll realistiche sex doll realistiche sex doll tecnologica sex doll tecnologica

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal